Questo sito contribuisce alla audience di
Tutti i giorni dimenticati

Poesie dal Libro:Tutti i giorni dimenticati

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.
Autore:
Marco Giannetti
Editore:

Scritta da: Marco Giannetti

El cantico de My corazon

Ninguno la amará como la amo yo.
Podrás calentarte cerca de muchos fuegos., no será nunca el mismo ardor.
Te encontarrás en los mejores años,, joven y fuerte, capturaste mi corazón con una mirada, dando origen a una llama.
La armonía de palabras simples, pronunciadas por tus labios con la ternura de los años.
Te protegí con la certeza che un dia habré encontrado a mi amado.
Esa pequeña llama que se encendió en nuestros corazones ha continuado débilmente a dar vida a nuestra unión, lejos de nuestros ojos y fiel a nuestros principios.
Te respiré con el aire de una montaña, distendida en el pasto con el perfume de la primavera.
Las suaves caricias de los rayos del sol me calentaban la cara y nunca quisiera olvidarme esas sensaciones.
Sentí tu regreso amado mío
Al ponerse el sol, quel dia inicio  a la primavera avivando la llama que en mi parecía solo cenizas, dando la posibilidad de iniciar una nueva vida. EL AMOR
Composta martedì 28 gennaio 2014
dal libro "Tutti i giorni dimenticati" di Marco Giannetti
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Giannetti

    Rimarrai in me

    Rimarrai l'amore più bello che ho avuto
    Rimarrai dentro di me come l'amore eterno,
    così com'era il Natale dei miei giovani anni.
    Rimarrai dentro di me
    e ti conserverò come la fotografia più bella
    nell'inverno del cuore.
    Rimarrai dentro di me il segreto più sacro.
    Rimarrai in me nel dolore che mi porto dentro.
    Rimarrai dentro di me
    come le lacrime rimangono nei miei occhi apparentemente asciutti.
    Composta sabato 7 novembre 2015
    dal libro "Tutti i giorni dimenticati" di Marco Giannetti
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Giannetti
      Mi avvolgo nel ricordo di emozioni, di sguardi, di profumi.
      Mi avvolgo nel brivido delle tue carezze, nella passione dei tuoi abbracci, dei tuoi baci.
      Mi avvolgo nel tuo amore puro, nella tua gentilezza nel donarmi un fiore e nella tua generosità.
      Mi avvolgo in te,
      e di te
      voglio ancora il respiro
      e di te
      voglio ancora l'anima
      e di te
      voglio ancora morire.
      Composta giovedì 6 agosto 2015
      dal libro "Tutti i giorni dimenticati" di Marco Giannetti
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Marco Giannetti
        Nessuno mai t'amerà come ti amo io.
        Potrai scaldarti vicino a diversi fuochi, non sarà mai lo stesso ardore.
        T'incontrai negli anni migliori, giovane e forte, catturasti il mio cuore con uno sguardo, dando origine a una fiamma.
        L'armonia di parole semplici, pronunciate dalle tue labbra con la leggerezza di quegli anni.
        Ti custodii con la certezza che un giorno avrei ritrovato il mio amato.
        Quella piccola fiammella che si accese nei nostri cuori ha continuato debole a dar vita al nostro legame, seppur lontani ai nostri occhi e fedeli ai nostri principi.
        Ti ho respirato nell'aria di montagna, distesa su un prato tra i profumi della primavera.
        Le carezze lievi dei raggi del sole mi scaldavano il viso e mai avrei voluto lasciar quelle sensazioni.
        Avvertivo il tuo ritorno mio amato.
        Al calar del sole quel giorno di inizio primavera ravvivasti quella fiammella che in me sembrava quasi cenere, lasciandoti donare una nuova vita... l'Amore.
        Composta mercoledì 21 gennaio 2015
        dal libro "Tutti i giorni dimenticati" di Marco Giannetti
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Marco Giannetti

          Quando la terra trema

          Quando la terra trema non ce la fai a camminare,
          si fermano i passi, si fermano gli occhi, si fermano i cuori.
          Senti l'abbaiare dei cani, un abbaiare disperato,
          un lamento per ciò che ancora deve accadere.
          Crollano massi, crollano gioia, speranza e vanità.
          Crollano i pesi del sacrificio, cade la soma di una vita.
          Il cielo non è più azzurro e tutto diventa nero.
          I colori del giorno prima diventano scarabocchi senza carta,
          diventano gocce salate su visi rugosi di pelle vissuta.
          Quando la terra trema cerchi conforto, cerchi un sorriso,
          cerchi tutto ciò che hai perso, cerchi nel cuore dell'uomo ciò che vuoi ricostruire.
          Doniamo un mattone, mettiamoli insieme, uno sull'altro,
          alziamo le coscienze, costruiamo una casa comune,
          la casa del cuore, per chi non ha più un tetto, ma ha un cuore in petto.
          Composta giovedì 7 giugno 2012
          dal libro "Tutti i giorni dimenticati" di Marco Giannetti
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Marco Giannetti

            Angoli di cielo

            In questa notte di estate incontro il tuo sguardo,
            lontano,
            in un angolo di cielo.
            Un posto dove nessuno parla,
            dove nessuno spia,
            dove nessuno ascolta.
            In un angolo di cielo
            ci sono stelle ruffiane,
            illuminano il buio,
            con confidenza,
            senza avarizia e,
            non romanzano solo i belli,
            Le stelle son mute,
            son fate turchine,
            fanno splendere il mondo.
            Illuminano i cuori,
            fanno svanire l'amarezza.
            Le stelle più belle asciugano lacrime
            che nessuno vede,
            che nessuno comprende-
            Il sorriso del cielo dà solo amore,
            amore senza inganno.
            basta saperlo incontrare
            Basta saperlo guardare
            Tutto accade, nelle notti più buie.
            Composta martedì 2 agosto 2011
            dal libro "Tutti i giorni dimenticati" di Marco Giannetti
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Marco Giannetti

              Rugiada del mattino

              Passeggio scalzo questa distesa erbosa rinfrescandomi di rugiada senza calpestare questo inizio di primavera che sta sbocciando fiori di campo ovunque.
              Bello camminare sul soffice manto che la natura ci offre.
              È che a volte non ci accorgiamo che piccoli gesti comportano tanta serenità al nostro animo, senza dimenarci alla ricerca di luoghi lontani.
              Accarezzami rugiada del mattino, bagna i miei piedi nudi perché c'è sempre il sole a scaldare ogni nostro gesto.
              Composta martedì 11 agosto 2009
              dal libro "Tutti i giorni dimenticati" di Marco Giannetti
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Marco Giannetti

                Oceano pacifico

                Immenso oceano, ti osservo estasiato, pacifico nel nome, non nel tuo fragore d'onde.
                Non mi pare vero di poter bagnare le mie mani in questo immenso itinerario di storia, di vita, di pace.
                Quasi me ne vergogno a bere di te; certo, non mi disseto invano, consapevole che attingerti rende meno avara la mia stessa aridità.
                Composta martedì 28 luglio 2009
                dal libro "Tutti i giorni dimenticati" di Marco Giannetti
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Marco Giannetti

                  Chocolat

                  Eppur sei bella, color di cioccolato, sulla tua pelle scura scivolata dai lunghi capelli neri, a similar bellezza che dagli occhi tuoi mai traspare.
                  Io so, io vedo con gli occhi tuoi e di te mi ammiro, schiudendo alla notte i sogni miei.
                  Composta lunedì 27 luglio 2009
                  dal libro "Tutti i giorni dimenticati" di Marco Giannetti
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Marco Giannetti

                    Memorie di un viaggiatore

                    Ascolto con misurato distacco tutto ciò che mescolanti voci parlano in lingua a me sconosciuta.
                    È troppo complicato comprendere ciò che neanche mi interessa, perché tutto è così lontano dal cuore.
                    Manca il senso delle cose, il senso di essere soli verso un mondo che mal s'addice ai miei affetti.
                    Passeranno questi giorni di tristezza come l'ultimo mio amore e ritroverò tutti i miei giorni migliori.
                    Composta mercoledì 15 luglio 2009
                    dal libro "Tutti i giorni dimenticati" di Marco Giannetti
                    Vota la poesia: Commenta