Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Rosarita De Martino

Pensionata (da poco tempo), nato giovedì 1 gennaio 1942 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Rosarita De Martino

Nuovo viaggio

I cavalli del pensiero scalpitano
e liberi li lascio
per nuova partenza.
E, ritornando
nei luoghi di mia giovinezza,
m'immergo
dentro il fulgore
del creato.
Ecco sorvolo l'Etna
innevato.
Al sole siculo
luccicano le spumose
onde di Acitrezza
che si frangono,
in lavica scogliera.
Nel bosco di Milo
respiro balsamico
profumo di resina
e gioia di amicizia.
E ora sazia
di cosmica armonia
intono la mia lode
a te Dio, mio Signore.
Rosarita De Martino
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rosarita De Martino

    Ritorno al mio paesello

    Un delizioso profumo di biscotti
    improvviso oggi mi raggiunge.
    Ne seguo l'odorosa scia
    e d'incanto mi ritrovo
    nel mondo luminoso
    della mia infanzia,
    nel mio calabro paesello.
    Estasiata lo guardo
    e ritrovo i due monti
    che s'abbracciano,
    il fiume che li bacia,
    mentre il mare in lontananza
    è un tremulo sussurro.
    Con piccola mano spingo la porta di mia casa.
    Sul tavolo
    già allineate
    ci sono le "pastine".
    Guardo e sollecita
    vi metto sopra
    la sciroppata ciliegina
    colorata.
    Mia madre, tenera,
    mi sorride.
    Rosarita De Martino
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rosarita De Martino

      La sedia vuota

      Oggi trepida entro
      nella tua casa amica
      e pensierosa guardo
      e vedo la tua sedia vuota.
      La tua vita è stata colma
      di amare sofferenze,
      ma ora, libera
      da peso di corpo,
      ti avvii verso
      i pascoli eterni.
      Porti con te
      il calice del dolore
      che solo
      il "suo amore" di padre
      saprà colmare
      di misericordia e di accoglienza.
      Rosarita De Martino
      Composta venerdì 7 agosto 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Rosarita De Martino

        L'albero della fede

        Parto.
        Arrivo in casa di preghiera.
        Affido ai fratelli
        valigia colma di speranza
        e sola mi avvio
        in cerca di spazi di silenzio.
        Incontro gli alberi secolari
        che svettano verso il siculo
        cielo di cobalto, adorno
        di spumose nuvolette.
        Respiro la gioia,
        respiro la pace,
        contemplo la bellezza
        ma non mi basta
        perché vince la voglia
        di assaporarla.
        Mi addentro nel vialetto.
        Un albero frondoso
        mi attrae
        in tutto il suo splendore,
        lo raggiungo,
        lo tocco,
        l'abbraccio
        e con gesto amico,
        ne accarezzo
        la corteccia rugosa
        e... meraviglia!
        capto un fremito
        di gioia
        e subito vi risponde il mio.
        Mi perdo dentro
        verde speranza
        e, in dono di fede,
        t'incontro Padre Creatore.
        Rosarita De Martino
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Rosarita De Martino

          Il tuo sigillo

          Da tempo la mia mano
          è adorna del tuo sigillo:
          è l'anello, per me
          prezioso segno
          di vita consacrata.
          Stamane mi alzo
          e lo cerco,
          lo ricerco ancora
          ma misteriosamente
          è scomparso.
          L'ho perso!
          Ma dove? Ma come?
          Ora spoglia la mia mano
          trepida reclama
          il tuo sigillo d'amore.
          Ma invano.
          Mi ricopre
          ombra d'amarezza.
          Riparto verso
          spazi di silenzio.
          Ritrovo la sua giovane,
          sacerdotale voce amica
          che, in sereno ascolto,
          scioglie il mio nodo.
          E comprendo, o signore,
          che il tuo sigillo d'amore
          è custodito ancora
          nello spazio
          del mio cuore.
          Rosarita De Martino
          Composta sabato 20 settembre 2014
          Vota la poesia: Commenta