Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Rosarita De Martino

Pensionata (da poco tempo), nato giovedì 1 gennaio 1942 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Rosarita De Martino

L'eterno Amore

In azzurra certezza
di mia fede
Ti incontro, o mio Signore.
Tu, quale fuoco purificatore
amorevolmente
bruci,
consumi
la catasta ingombrante
dei miei inutili perché.
Tu, quale limpida acqua
scaturita
dal Tuo Paterno
Amore,
disseti la mia arsura
di eternità.
Tu, quale Buon Pastore,
mi sollevi fino a Te
conducendomi
ai Tuoi verdi pascoli
e il mio cuore
diventa capace
di contenerti, o Dio!
Rosarita De Martino
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rosarita De Martino

    La Parola e le parole

    Le nostre umane parole
    si accapigliano
    e, quale vuoto suono,
    partoriscono
    una nuova torre di Babele
    dove, perdenti
    di tua grazia,
    ci ritroviamo soli.
    La tua parola libera
    guarisce,
    consola,
    indica faticosa
    meta di... speranza.
    Per strada che conduce
    in altezze di pascoli verdi,
    e mai in vanitose
    torri di infime bassezze.
    Rosarita De Martino
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rosarita De Martino

      Preghiera a Maria

      Madre santa illumina
      con la luce del tuo amore
      le nostre tenebre interiori.
      Liberaci dalla trappola
      del permessivismo
      in cui cadiamo
      calpestando valori morali.
      Liberaci dall'individualismo
      che ci imprigiona
      nel nostro carcere interiore.
      È vero, madre,
      siamo diventati
      cristiani tiepidi,
      accettando compromessi
      con il potere.
      Conserviamo ancora
      nei nostri stanchi rituali
      formule di preghiera,
      ma non sappiamo più
      vivere di preghiera.
      Rosarita De Martino
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Rosarita De Martino

        La mia vita canta

        In Te, o Dio, la mia vita
        esiste e canta
        per il cielo,
        vivente tappeto d'azzurro
        sul mio capo,
        per l'Etna innevata
        di bianco candore,
        per la maestosa
        bellezza
        della montagna
        che ispira pensieri
        di eternità,
        per il vibrante silenzio
        della foresta
        che intona
        canto di speranza,
        per il mormorio del mare
        che canta
        l'immensità,
        per il suo sacerdotale
        limpido sorriso di fede
        che, quale volo di aquila
        veloce,
        mi solleva conducendomi
        dentro spazi
        luminosi di preghiera.
        Rosarita De Martino
        Vota la poesia: Commenta