Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Rosarita De Martino

Pensionata (da poco tempo), nato giovedì 1 gennaio 1942 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Rosarita De Martino

Indifferenza alla bellezza

Dalla vicina scuola
arriva a me
un allegro baccano.
I ragazzi
inseguono un pallone.
Improvvisamente
nel cielo appare
uno stormo di uccelli,
li segue una bordura
di luce.
M'incanto
e li accompagno
con tenero sguardo.
Ma i ragazzi
continuano
ad accapigliarsi
intorno al pallone,
ignari
dello spettacolo
di vita della natura.
Rosarita De Martino
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rosarita De Martino

    La tua-nostra laurea

    Oggi, affacciata
    alla finestra del mio cuore,
    trepida ti guardo,
    mentre, nello splendore
    di tua sacerdotale
    giovinezza,
    discuti la tua tesi
    con fervido impegno,
    ma con pacata
    compostezza.
    Capto tue parole
    che hanno il sapore
    dell'eternità della fede.
    In sintonia di vita,
    in luce di preghiera,
    ti è accanto la tua
    "famiglia ecclesiale"
    che ha condiviso
    la tua fatica di ieri,
    e oggi gode
    della tua conquista,
    promessa certa
    per il domani
    della storia.
    Rosarita De Martino
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rosarita De Martino

      Cosmica armonia

      Mi alzo presto
      e il cielo mattutino
      già mi regala
      la prima nuvola rosa
      e l'intonato coro
      degli uccelli risponde
      a tanta bellezza
      con il primo cinguettio
      simile a festosa preghiera.
      Un pettirosso, in volo radente,
      mi sfiora il viso.
      Ardita m'innalzo
      e lo raggiungo.
      Supero mare di lontananza,
      scalo montagne di insignificanza
      immergendomi
      in fiume di purificazione,
      ritrovo strade di speranza.
      Ora veloce corro
      verso luogo santo
      di mia lontana giovinezza.
      Ecco, che in filigrana di luce,
      Assisi appare.
      Mi sorride Santa Maria degli Angeli,
      con dentro la mia Porziuncola,
      spingo porta di fede
      e a lungo sosto
      nel Santuario amato.
      Ora, in vicina - lontananza,
      ritrovo le tortorelle amiche
      che mi riconoscono festose.
      M'inonda un'iride di pace.
      Rifugiandomi in arcobaleno colorato
      esulto in Te, o mio Signore.
      Rosarita De Martino
      Vota la poesia: Commenta