Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Marco Giannetti

Impiegato, nato venerdì 20 ottobre 1961 a Galluccio (CE) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Marco Giannetti

Memorie di un viaggiatore

Ascolto con misurato distacco tutto ciò che mescolanti voci parlano in lingua a me sconosciuta.
È troppo complicato comprendere ciò che neanche mi interessa, perché tutto è così lontano dal cuore.
Manca il senso delle cose, il senso di essere soli verso un mondo che mal s'addice ai miei affetti.
Passeranno questi giorni di tristezza come l'ultimo mio amore e ritroverò tutti i miei giorni migliori.
Marco Giannetti
Composta mercoledì 15 luglio 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Giannetti

    Intrepido cuore

    Intrepido cuore che vaghi oltre il sentimento vero, non battere invano, fai del bene tuo il tempo, accarezzati dentro, quando solitarie malinconie affaticano le tue risalite.
    Intrepido cuore che hai corso ogni sussulto, fermati serio, non per morire, ma per vivere amore vero, quell'amore sano che non ti fa battere invano il vero tempo dell'amore.
    Marco Giannetti
    Composta mercoledì 15 luglio 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Giannetti

      Vorrei-quisiera

      Vorrei ricominciare di nuovo, come si dice, da zero, a volte cercando di ignorare il passato crudele, fatto solo di danni.
      Vorrei poter guardare i tuoi occhi un'altra volta, con quel tuo sorriso trasparente, pieno di gioia.
      Vorrei poterti dire che ancora ti aspetto, con la solitudine come mia unica amica, ma con un'amore più grande, sincero e responsabile.
      Sono cambiato, non per me, ma per il nostro amore.
      Se sapessi dove ritrovarti, solo quello vorrei.
      Marco Giannetti
      Composta sabato 25 luglio 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Marco Giannetti

        Cordigliera

        Nel vento la neve si posa con levità, tutto intorno il candore sovrasta ricordi di una realtà lontana.
        La neve, da sempre evoca bisogno di calore, quel calore che ora vorrei nell'abbraccio del tuo amore.
        Tanto lontana è la distanza del cielo, ma qui, sulle Ande il respiro è così lieve da non avere io il fiato a poter gridare la mia disperazione.
        Marco Giannetti
        Composta giovedì 23 luglio 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Marco Giannetti

          Amore

          Si puoi avere tutto ciò che si vuole, basta volerle le cose e tutto si ottiene.
          Solo l'amore non si ottiene, l'amore nasce senza acqua, ne terra, necessita solo il cuore perché il cuore batte sia che lo indossi un povero o che lo vesti un ricco... l'amore ha bisogno di un cuore, solo e sempre il cuore crea l'amore.
          Marco Giannetti
          Composta martedì 7 luglio 2009
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Marco Giannetti

            Palpebre

            Raccolgo negli occhi ciò che ora non vedo e, anche a voler aprire il cuore, resto da solo con il niente.
            Suffragio di palpebre intrise di pioggia, sanno di sale, sanno dolore, non fanno male ma fanno soffrire.
            Io non apro il cuore, forse lo farò, mi aprirò al nuovo sole, quel sole che mai brucia e che saprà scaldare il mio gelido cuore.
            Si, forse lo farò.
            Marco Giannetti
            Composta lunedì 29 giugno 2009
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Marco Giannetti

              Il tempo

              Giorni convulsi bruciano il mio tempo... mi rivedo stanco, ma sereno nella mia ripartenza.
              Chiudo la finestra della vita come a voler tenere fuori gioie e tristezze.
              Se la vita non avesse il tempo non potremmo vivere nei ricordi, né delle future speranze.
              Certo, il calvario non ci concede di camminare sentieri di traboccanti fiori, ci permette però di cogliere qua e la piccoli ramoscelli della vita stessa, rendendo lievi i passi futuri.
              Come quando teneramente abbiamo tra le dita un fiore, e ne percepiamo l'emozione attraverso la bellezza, la forma, il profumo, così assistiamo impotenti al suo appassimento.
              Tutto appartiene al tempo... il nascere, il vivere e l'appassire.
              A noi resta solo il tempo di non far morire tutto ciò che la vita ci ha donato.
              Marco Giannetti
              Composta giovedì 11 giugno 2009
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Marco Giannetti

                L'amore rubato

                Quanto amore intriso di laconici lamenti, l'amore che ci ha visto avvolti nelle tenebre, nel timore di essere visti, nascosti al mondo.
                Ma l'amore ha un mondo suo, fatto di fughe, di tormenti, di spaventi, poi avviene, è naturale, arriva il giorno, il giorno che ci nasconde agli sguardi che ti indagano l'anima.
                No, non è amore rubato, è solo il desiderio che avvolge il cuore, quel cuore che conosce i segreti di ogni nostro dolore.
                L'amore non si può rubare, l'amore è amore, puro, bello, appassionante, mai stanca la mente, lo trovi nell'emozione di un abbraccio, nell'infinito attimo di un bacio, lo congiungi al corpo tuo e mai ne sei colmo.
                L'amore è tutto ciò che proibisce il male, anche se ti fa stare male è solo e sempre amore.
                Marco Giannetti
                Composta lunedì 8 giugno 2009
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Marco Giannetti

                  Tempo incantato

                  Ti mancava il respiro quando nell'idillio di un bacio porgevi carezze, parole, ascolto.
                  Troppe sensazioni comporta l'amore, come troppo vento scompiglia le foglie, così tremavi ad ogni mio soffio.
                  Hai riempito d'oro il mio cuore, nel sussulto di un semplice gesto hai baciato la mia bocca diventando in un attimo... l'incanto del mio tempo.
                  Marco Giannetti
                  Vota la poesia: Commenta