Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: alessandro82
Vento di ponente
l'autunno lontano
e il pensiero assente
indispensabile e vano
si accorciano i giorni
e si rivede l'aurora
aspettando che torni
che giunga quell'ora
paradisi infernali
e deserti glaciali
attraverso le valli
e i tramonti più chiari
ma anche l'estate
isolata e assolata
come un treno senza fermate
l'abbiamo notata e ignorata.
Dimitri Macciotta
Vota la poesia: Commenta