Poesie di Cetty Cannatella

Poeta e aforista, nato giovedì 24 aprile 1969 a palermo (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Cetty Cannatella

Neve

Ti guardo neve, lenta leggera fiochi...
Ho un brivido leggero, forse è freddo.
Parli senza far rumore, stamattina scendevi gioiosa e impaurita come una bimba che mostra le sue tenere scarpette rosa da ballo.
Ora confusa ti adagi qua e là, ove tutto è ricoperto di te e non fai più rumore, ma cadendo in silenzio ti chiedo: perché pur avendo un'anima bianca a volte hanno timore di te?
E continuando a fioccare mi rispondi: perché nonostante io avessi potuto dissetare deserti aridi, cado là dove ci sono torrenti, fiumi e senza un perché mi sciolgo senza lasciare nulla di me.
Cetty Cannatella
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Cetty Cannatella

    Mare

    Ti manco?
    Chiedo in silenzio al mio mare.
    La senti la mia assenza, i miei pensieri fermi in riva, le mie canzoni stonate, le nostre foto insieme, le lacrime davanti alla tua bellezza!?
    Sai, tu mi manchi da morire!
    Come manca una madre, una tazza di caffè fra amiche, un pomeriggio con i miei nipoti, un perdersi di piacere a mangiare un gelato seduta sulla panchina a guardarti o fare castelli di sabbia con i nipoti.
    E per non morire di malinconia ho cominciato a parlare con il fiume, ad apprezzare la sua bellezza e quando si verserà forse ti parlerà di me che in ogni mio pensiero metto un poco di sale perché somigli a te.
    Cetty Cannatella
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Cetty Cannatella

      Le donne che sorridono

      Le donne che sorridono hanno la forza del mare
      Cavalloni matti che nessun può domare
      Non scambiate per debolezza il loro pianto... quello è la forza che indomita li rialza.
      Sanno essere dolci, sanno essere madri, mogli, amanti, amiche...
      Sanno essere graffi e unguenti
      Sanno stringere il dolore al petto e sorridere a chi amano.
      Sanno essere e sono...
      Perché un mondo senza donne è impossibile, ma senza donne che nonostante le ferite, cicatrici, dolori passati o mai finiti... riescono ancora a donarti un sorriso, di quelle donne il mondo non potrà mai farne a meno.
      Cetty Cannatella
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Cetty Cannatella

        Non ti perderò di Alzheimer

        E nel silenzio dei tuoi sbiaditi ricordi non c'erano più le voci degli alunni, né le pagine dei tuoi libri...
        Non c'erano più fiabe, pensieri di donna colta, di mamma tenera, di insegnante.
        Tu sole al tramonto, hai dato amore, calore... sfogliato pagine finché hai potuto.
        E ti ho abbracciata forte, accarezzata per non sentire dolore, per ritrovarti e ritrovarmi.
        E ci sarai in ogni ricordo, in un libro che non sò, in un fiore che sboccia in primavera, nel pianto di un bambino.
        Ci sarai lì dove c'è amore, lì dove il canto di una mamma non si dimentica mai.
        Tu smarrita sei andata via, io ti ho vista volare ma non ti ho persa mai.
        Cetty Cannatella
        Composta venerdì 4 gennaio 2019
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Cetty Cannatella

          Ho imparato a sorridere

          Ho imparato ad amarmi
          e amandomi ho imparato a sorridere
          e sorridendo vivo con seria leggerezza il quotidiano.
          Ho imparato ad ascoltarmi... e ascoltandomi ascolto chi mi parla e imparando ad ascoltare guardo le cose per la prima volta
          E mi sento rinata
          Mi sento
          Mi ascolto
          Mi osservo
          E tutto ha un'altra luce, ed i miei occhi la rispecchiano ed io mi vedo per la prima volta.
          Ed è bellissimo.
          Cetty Cannatella
          Composta venerdì 4 gennaio 2019
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di