Questo sito contribuisce alla audience di

Tu ed io

Non l'ho mai fatto girare intorno,
volare
poi atterrare,
quel corpicino,
stretto fra le mie braccia,
in cambio di risolini e grida.
Non ho mai condiviso nulla
di quel tutto irripetibile
che andava condiviso.
Sono diventato io
quel corpicino fragile,
stretto fra braccia ostili,
e quando mi hanno fatto volare,
nessuno mi ha trattenuto.
Alexandre Cuissardes
Composta giovedì 13 settembre 2012
Vota la poesia: Commenta

    Vita a due

    Ti ama,
    di un amore fatto a modo suo,
    a seconda dei giorni
    e dell'umore.
    Ti ama con la voce
    e con le urla,
    con i gesti
    e con gli schiaffi,
    ma ti ama,
    almeno così dice.
    E tu accetti il male,
    sempre sperando in meglio,
    meglio che non arriva,
    e sopporti il peggio
    sperando che non peggiori ancora di più.
    Alexandre Cuissardes
    Composta giovedì 13 settembre 2012
    Vota la poesia: Commenta

      La persona sbagliata

      È rimasto lì tutta la sera,
      fermo in disparte,
      Con le parole in gola.
      con la sua versione dei fatti,
      quella che nessuno chiede
      perché a nessuno serve,
      e quindi non interessa.
      Era l'ambasciatore
      della mia versione del fatti,
      quella che nessuno chiede,
      perché a nessuno serve.
      Alexandre Cuissardes
      Composta lunedì 3 settembre 2012
      Vota la poesia: Commenta

        Devo andare, dove andare

        Mi aspetta un cavallo
        con zampe di cane,
        pronto a farmi correre all'indietro
        perché solo indietro posso andare.
        Mi aspetta un fucile
        pronto a sparare,
        ma con un colpo solo,
        perché solo a me posso sparare.
        Mi aspetta una donna
        ma solo per salutare,
        perché solo questo
        una donna per me può fare.
        Ed io aspetto me stesso
        per poter fare tutto questo,
        per poter partire,
        per poter sparare
        per poter sparire.
        Alexandre Cuissardes
        Composta lunedì 3 settembre 2012
        Vota la poesia: Commenta