Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio

Caro papà

Caro Papà
ti voglio bene,
anche se mai l'ho detto
l'ho tenuto sempre per me stretto,
nascosto
Un po' per vergogna,
per la mia forte sensibilità
Ti ho sempre guardato
come un grande albero
forte, robusto.
Ora che i segni dei tuoi anni
hanno scolpito il tuo viso
hanno imbiancato i capelli
hanno impigrito le tue mani.
Vederti seduto attonito
aspettarmi davanti ad una stufa
che riscalda il tuo corpo infreddolito.
Mi son detta quanto io abbia sbagliato
tenendo dentro quel sentimento
oggi il mio pentimento
per non averti detto
papà ti voglio bene.
Ada Roggio
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ada Roggio

    Caro Papà

    Caro Papà,
    ti scrivo questa lettera,
    che forse mai riceverai.
    Vorrei riuscire a dirtelo di persona
    ora ancora
    non riesco

    Questo è il mio cuore
    si apre stamane a te
    ha voglia di dirti
    quanto amore io provo per te
    Tu sei la forza
    tu sei la roccia
    tu sei quel amore che ogni figlio vuole con se
    tu sei l'esempio
    tu sei la ragione
    tu sei la mano che io chiedo
    tu sei il pilastro della famiglia
    tu sei tutto l'amore che vuole una figlia
    tu sei il passato, il presente, il futuro
    tu sei stato il rifugio di quand'ero piccolina
    tu sei stato la figura al di sopra di tutte da rispettare
    tu sei oggi il silenzio attonito, da voler coccolare
    Padre mio, perdonami per quanti affanni
    Stringimi a te,
    ancora in questi pochi anni
    Spero altri cento,
    senza danni
    Scrolliamo di dosso,
    tutto il paradosso
    Questo è il mio cuore
    papà,
    che parla con amore
    Perdono Papà
    per non averlo mai detto prima
    Fiorisca una rosa
    si estirpa la spina
    ricominciamo tutto da quand'ero bambina.
    Ada Roggio
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ada Roggio

      Donna

      Donna,
      primo fiore del mattino
      Donna
      luce abbagliante del gigante
      Donna,
      sospiro d'amore
      Donna,
      intrepida passione
      Donna,
      di te un magico mondo dell'amore
      Donna,
      giglio bianco
      Donna,
      il tuo silenzio si chiama orrore!
      Donna,
      difendi la tua voce
      Donna,
      difendi il tuo onore
      Donna,
      dai magici occhi
      Donna,
      accarezza la tua pelle
      Donna,
      fa scivolare tutto
      Donna,
      rispetta la tua gemella
      Donna,
      apri le braccia al mondo
      Donna,
      torna ad amarti
      Donna,
      non sei più sola siamo in tante
      amati.
      Ada Roggio
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Ada Roggio

        Caldo Freddo

        Sento freddo
        freddo al cuore
        Chissà,
        se tutto è vero!
        Chissà
        se mai sarà...
        Il freddo
        penetrato
        nelle mie ossa
        Il mio corpo,
        non ha più calore
        ora che tu non ci sei
        ma
        Appare l'estate
        quando ti vedo arrivare
        Raggi infuocati
        penetrano nel mio cuore
        nella mia anima
        Mi sento un vulcano in eruzione
        quando tu mi tieni stretta
        mi dai protezione
        Il mio cuore va in fibrillazione
        Con te mi sento viva.
        Ada Roggio
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Ada Roggio
          La delusione per uno scritto!
          Letto,
          senza aver compreso
          il testo!
          La vita ribelle.
          La forza della ragione
          La sopravvivenza.
          Per ritornare a vivere.
          Milioni gli stupri
          che...
          avvengono nel mondo
          Senza una vera ragione.
          La delusione
          non è
          di chi
          fugacemente legge.
          La delusione
          è di chi
          subisce
          per la furbizia degli stolti
          deve tacere.
          Ada Roggio
          Composta mercoledì 25 febbraio 2009
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Ada Roggio

            Un regalo grande quanto l'immenso

            Un grande regalo
            immenso sognato
            Con gli occhi chiusi
            rivolgo il pensiero
            a...
            alla pelle vellutata
            che accarezzavo
            alle mille carezze date
            ai mille baci
            ai mille pensieri
            quando sarai grande
            mai avrei pensato tanto
            mai avrei immaginato
            Se fosse stato tutto scritto
            avrei cancellato tutto
            quasi.
            Ada Roggio
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Ada Roggio

              Si avverte

              Si avverte ,
              si .
              Si avverte,
              come nell'aria
              il cambiamento
              di un evento
              il mutamento
              di un intreccio di vite.
              Amanti.
              Amarsi,
              si
              ma
              si avverte
              quando il mutamento
              dello stesso
              è mirabile
              follia.
              E'
              incredibile
              ma anche l'aria
              ha un'altro sapore.
              Il mutamento
              effetto devastante
              per la mente
              che lo percepisce.
              Calcoli matematici
              non hanno valore in amore  
              L'amore indecifrabile
              incalcolabile
              follia
              quando ti accorgi che dietro
              c'è
              un gioco funesto.
              Assecondi il gioco
              ma...
              si avverte.
              La certezza
              non l'hai
              ma si avverte
              che presto avrai
              la convinzione
              che non eri entrata nel pallone.
              Ada Roggio
              Vota la poesia: Commenta