Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Ivanilda Araujo

Fotomodella, nato venerdì 9 marzo 1973 a João Pessoa (Brasile)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Ivanilda Araujo
"Io per te ci sarò sempre..."
Mi dicevi sempre così, all'improvviso, è successo questo incidente... e me trovo sola ogni giorno di più... Non so perché, ma parlo quasi con rancore, una sorta di risentimento per quella promessa che doveva sapere di eterno ma che di eterno aveva ben poco. Probabilmente hai capito cos'è che no va...
"Cosa c'è che non va? Che succede? Ho detto qualcosa di sbagliato?"
"Non dirmi che ci sarai per sempre. Il per sempre non esiste. Non dirmi che devo starne certa perché di certe ci sono poche cose. Tipo il tramonto."
"Allora che dovrei dire?"
"Dimmi che ci sarai giorno per giorno, un poco alla volta. Che conterai i tramonti che guarderemo insieme e le notti che passeremo distanti. Dimmi che mi cercherai ogni volta che ne avrai bisogno. E che non avrai paura di dirmi che ti sono mancata. Dimmi che non conta il futuro ma solo il presente. Dimmi tutto questo."
"E il resto?"
"Il resto verrà da sé. Dalle piccole cose, dalle minuscole attenzioni. Vivimi oggi. Vivimi ora. Che domani potrei non esserci più. Vivimi giorno per giorno tramonto dopo tramonto. Al resto poi..."
"Al resto?"
"Al resto ci penserà la vita."
Ivanilda Araujo
Composto venerdì 9 novembre 2018
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Ivanilda Araujo
    Il momento peggiore della giornata? La notte. Quegli interminabili minuti che ci separano dal sonno e ci costringono a pensare, a fare bilanci, a tirare le somme. Ci pone davanti agli interrogativi più grandi... dicono porti consiglio. A me porta solo tante domande del cavolo... voi pensatela come vi pare ma, per quel che mi riguarda, credo che la notte sia il momento in cui ci si senta più soli... principalmente quando stai male e non hai nessuno vicino... quando hai dolore... quando sei melanconica.
    Ivanilda Araujo
    Composto venerdì 9 novembre 2018
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Ivanilda Araujo
      È bello trovare quella persona che ti capisce semplicemente guardandoti. Con quegli occhi che ti entrano dentro, che ti leggono come nessuno è mai riuscito a fare. Non ti lascia il tempo di parlare, lei sa già tutto. Guardandoti ti accarezza, guardandoti ti rassicura. Semplicemente c'è. Sembra niente, invece è tutto.
      Ivanilda Araujo
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Ivanilda Araujo
        Non promettiamoci di stare sempre insieme. Promettiamoci che se ci faremo del male, sarà per poi farci bene di più. Che se ci allontaneremo, sarà per ritrovarci più vicini. Che ogni nostra ultima possibilità sarà la penultima. Che arriveremo anche a odiarci, pur di non restarci indifferenti. Ma soprattutto promettiamoci che, se continueremo ad amarci, ci ameremo troppo. Perché un po' meno non sarebbe abbastanza.
        Ivanilda Araujo
        Composto giovedì 8 novembre 2018
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Ivanilda Araujo
          Io qui, tu lì. Viviamo una vita parallela. Ci svegliamo in letti diversi, sempre con un lato un po' più freddo, sempre con un paio d'occhi in meno da guardare. Un caffè al volo quando va male o una tazza di di the con due biscotti da bagnare. Viviamo in parallelo, tra una giornata di pioggia ed una di sole. Diversamente, allegramente, pesantemente, ma viviamo e sudiamo questa vita che a volte abbracciamo per farla sembrare meno dura, altre la prendiamo a calci per le tante prove che ti chiede di superare. Viviamo una vita parallela tra alti e bassi, tra fregature e arrabbiature, tra sorrisi capovolti e risate fragorose, tra amicizie e passeggiate, tra un aperitivo ed un piatto di pasta... viviamo bene nonostante la mancanza, nonostante la distanza, nonostante. Viviamo parallelamente tutto questo ed altro, ma l'amore, l'amore che abbiamo incollato addosso, di incontrarsi, non ha smesso mai.
          Ivanilda Araujo
          Composto mercoledì 7 novembre 2018
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Ivanilda Araujo
            Tu sei la mia emozione più bella... sei la mia gioia di vivere... sei amore... sorrisi... lacrime... dolcezza, passione e complicità... vorrei donarti in questa notte tutte le carezze che non ti ho ancora fatto... si, tutti i baci che ancora devo darti... vorrei scrivere tutte le che non ti ho ancora detto... quando sono con te non puoi capire cosa provo... cosa sento dentro di me... sento dentro di me lente esplosioni di sensazioni emozioni infinite che si susseguono una dopo l'altra.
            Ivanilda Araujo
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Ivanilda Araujo
              Ho dato molte possibilità per continuare a camminare insieme, ma l'ignoranza per la vita è stata più forte di lui, l'alcool era la sua via d'uscita. Una furia per esigere, comandare urlando ed io zitta, in silenzio, se accennavo ad una reazione anche sussurrata... un mostro esso diveniva, un urlo potente, forte e violento. Fuori dicevo in me, non sopportavo più la mia vita, un giorno per l'amore e un giorno per la morte, la paura e una vita troppo difficile. Ho resistito per amore, per una famiglia unita, intere notti senza dormire andavo via dal letto con un lenzuolo e mi avvolgeva in esso sul divano, poche ore di sonno al freddo della stanza e del mancato calore umano e via in piedi per andare a lavorare. Vestivo il sorriso nel viso e donavo a tutti i miei colleghi la gioia e ho sempre cercato questo con chi mi stava vicino. La notte angoscia e paura e il giorno sorriso ed allegria. Fuori lontana da lui tutto era possibile. Sono sempre tornata a casa per combattere e perché avevo li i miei figli perché le ho provate tutte per difendere la mia famiglia, con sacrificio con amore. Vorrei addormentarmi la sera senza pensieri, ma torna sempre ubriaco e aggredisce e torna sempre la paura, vorrei semplicemente vivere e amare per stare bene...
              Ivanilda Araujo
              Composto lunedì 5 novembre 2018
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Ivanilda Araujo
                Noi due siamo un'altra cosa, non dirmi che non te ne accorgi e se non te ne accorgi guarda bene: tu non hai bisogno di tenermi legata di stringermi così forte da non lasciarmi respirare di trattenermi quando ti sembra che non ho voglia di restare, che tanto lo sai dentro di te e lo sai pure bene io senza te non vado da nessuna parte e poi con te ci resterei sempre, sai, anche dove non mi va anche in quei posti dove solo all'idea di passarci mi gira un sacco lo stomaco che non importa tanto il luogo io con te ci resterei sempre in ogni caso ovunque, dappertutto, basti tu a spegnere il resto. E tu le vedi tutte queste coppie che si amano? Si baciano in fronte e sulle labbra e si parlano di sguardi e si mentono a parole e sanno sempre dove trovarsi, si, ma noi due siamo un'altra cosa! Abbiamo avuto paura per un po' ma i nostri occhi no e mentre non sapevamo bene quel che volevamo i nostri occhi già si cercavano, si capivano, si trovavano, si volevano così tanto che a un tratto quel che volevamo noi non è contato più e allora abbiamo smesso di pensarci insomma, han fatto tutto loro i nostri occhi. Ma a me non importa come si amano gli altri perché rispetto al resto, a tutto il resto che c'è io e te siamo un'altra cosa, sai, tutta un'altra cosa perché non stiamo male da soli solamente che stiamo meglio insieme, e poi perché non importa dove andiamo ci portiamo un poco dentro dappertutto e io lo so che hai qualcosa di irrisolto e ti si legge negli occhi che hai un oceano dentro di disperazione e di affanni di cieli stellati e notti insonni di no mai detti e di si tenuti stretti dentro tu hai un oceano dentro che ogni tanto esplode e io non sempre sono preparata ma che importa? Sono abituata alla tempesta e voglio risolvere un po' tutto quello che di tanto in tanto ti taglia il respiro d'improvviso: io voglio risolverti, disperatamente perché non scappo io da te che io e te non siamo come gli altri, anche se va male restiamo, non è vero? Che io e te siamo un'altra cosa, madonna - certe volte penso - ma che fortuna!
                Ivanilda Araujo
                Composto lunedì 29 ottobre 2018
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Ivanilda Araujo
                  Frase di oggi "lui mi completa".
                  Salgo in macchina e osservo la scena!
                  Lui non completa me perché (scusa se me la tiro) io sono già completa di mio, non ho dei pezzi mancanti!
                  Io non sono un vaso che perde acqua che ha bisogno di pezze per essere aggiustata!
                  Quindi lui?
                  Bhe... Lui... Lui... c'è...
                  Lui migliora la qualità della mia vita!
                  Lui mi supporta e sopporta!
                  Lui mi sorride e tutto sparisce!
                  Lui "sa" senza che io dica nulla, e mi chiama per dirmi l'esatta cosa che ho bisogno in quel momento!
                  Sono certa che lui non mi completa, lui mi migliora.
                  Ivanilda Araujo
                  Composto venerdì 26 ottobre 2018
                  Vota il post: Commenta
                    Scritto da: Ivanilda Araujo
                    Avevo il cuore ferito, la tristezza mi consumava l'anima, un dolore immenso per la delusione, perdere l'amore, d'improvviso arrivi tu e mi prendi per mano e mi porti con te dove non esiste il tempo, un abbraccio stretto Un bacio che mi spinge la vita, ora senti il mio cuore, un battito di farfalla solo per te, sento il sapore vero della vita l'intensità di ogni attimo vissuto, tu sei il amore trovato, infinito.
                    Ivanilda Araujo
                    Composto mercoledì 24 ottobre 2018
                    Vota il post: Commenta