Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Ivanilda Araujo

Fotomodella, nato venerdì 9 marzo 1973 a João Pessoa (Brasile)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Ivanilda Araujo
Non pensare che la vita è fatta così, oggi è stata dura con te e domani sarai più forte. Non ti abbattere che le esperienze servono per crescere. I dolori e i problemi aiutano a capire che bisogna combattere e alla fine della vita tutto passa per il bene e per il male. È come una scuola dove si impara, dopo le lacrime un sorriso per ogni goccia, un respiro per la vita.
Ivanilda Araujo
Composto lunedì 14 gennaio 2019
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Ivanilda Araujo
    Ti ho incontrato quando avevo più bisogno di te... ti ho visto e non ho avuto nessun dubbio... eri tu ciò che... senza cercare... ho sempre cercato... sono riuscita a vedermi nei tuoi occhi... a sentire la vita mentre ero tra le tue braccia... ho ascoltato la tua vita e ciò che ti aveva ferito... ti ho incontrato quando non volevo più nulla ed in un solo istante ho capito che era te che volevo... ti ho incontrato per vivere... con te ho sentito da subito un legame speciale... bellissima la sintonia... il riuscire quasi a finire le frasi dell'altro... il riuscire a comprendere le ferite che la vita ci aveva inferto... sei l'unico con il quale mi sono sentita così è so già che non troverò mai nessun altro in grado di darmi ciò che tu mi hai sempre dato...
    Ivanilda Araujo
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Ivanilda Araujo
      Non negarlo a te stesso. Lo sai anche tu che ovunque andrai, cercherai un po' di me.
      Cercherai il mio modo di parlare, i miei accenti strani, i miei discorsi pazzi, i miei versi scemi quando sul letto cercavo di farti il solletico.
      Cercherai quello sguardo innocente che ti faceva ridere quando ti incazzavi.
      Cercherai quello sguardo serio di una ragazzina che avrebbe le palle di andare contro il mondo intero per ciò che ama.
      Cercherai il mio modo di toccarti i capelli, avrai voglia di accoccolarti sul mio petto come ti piaceva fare quando eri stanco.
      Ti mancheranno i miei occhi e le facce buffe allo specchio.
      Ti mancheranno anche i miei scleri, le mie parolacce ed il mio singhiozzare quando non riesco a finire una frase che inizio a piangere.
      Ti mancherà anche fare l'amore con me, perché il letto sarà in grado di riempirlo chiunque, ma ti lascerà il vuoto quando se ne andrà.
      Avrai voglia un giorno di portarmi in moto sentendomi cantare, e magari di guidare con una mano sola e con l'altra di accarezzarmi la gamba.
      Sta arrivando l'estate piano piano, ed avrai voglia di una che come te fa fatica ad entrare in acqua.
      Ti mancherà qualcuno che ti si aggrappa se sente qualcosa di strano nell'acqua, qualcuno da baciare e da prendere in braccio. Qualcuno con cui fare la gara di chi arriva per primo alla doccia. Qualcuno che ti schizza l'acqua fredda.
      Col tempo, sentirai la mancanza di sentire la mia voce per telefono. Di non essere svegliato da nessuno. Di qualcuno che ti viene a prendere a casa e si attacca al citofono se è necessario per vederti.
      Non troverai qualcuno disposto a qualunque cosa.
      A buttare l'orgoglio, la dignità per te.
      I tuoi occhi hanno incontrato i miei, non è stata una semplice storia d'amore, è stato molto di più.
      È stata una vita. Vissuta, trascurata, curata.
      E poi persa.
      Ivanilda Araujo
      Composto martedì 8 gennaio 2019
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Ivanilda Araujo
        L'eterna incertezza tra il bianco o il nero, tra un sì e un no, tra quello che si dovrebbe essere e quello che si è, tra... forse che sì e forse che no! Quando sono davanti la maestosità del mio mare tutte le mie domande trovano risposta, lui amico fedele, mi fa riflettere e riesce a illuminarmi la mente.
        Ivanilda Araujo
        Composto martedì 8 gennaio 2019
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Ivanilda Araujo
          Silenzio.
          Non sono mai stata una donna dai grandi silenzi.
          Sono piuttosto una donna dalle tante parole, dalle urla, dai pianti isterici.
          Sono per litigare per poi chiarire, per far venir fuori tutto, per non lasciare niente di irrisolto, di sospeso.
          E sono per la verità... sempre... anche se fa male.
          Silenzio.
          Per tutte queste ragioni, quando una donna come me resta in silenzio, quando non riesce a trovare parole da dire né lacrime da versare, è perché il dolore che sta provando è davvero devastante.
          Ma a volte il silenzio è necessario.
          Mettere un po' di spazio tra noi e la persona che ha causato questo dolore è necessario.
          Per evitare di farsi altro male.
          Per sopravvivere.
          Per cercare di superare.
          E per poi ritrovarsi più forti di prima.
          Più uniti che mai.
          Silenzio.
          E allora adesso lascio che a parlare per me sia questo silenzio assordante, lascio che sia lui a prendersi cura di questa nuova ferita, che presto sarà solo una cicatrice in più sul mio cuore!
          Ivanilda Araujo
          Composto martedì 8 gennaio 2019
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Ivanilda Araujo
            Avremo la nostra storia...
            i nostri abbracci e le mani nelle mani...
            avremo lacrime per parole che feriscono e...
            sorrisi a perdonare gli errori...
            silenzi per far parlare l'orgoglio...
            ed altri per capire la profondità di questo amore...
            avremo i giorni per credere all'infinito...
            ed altri per voltarsi indietro e rimpiangere il tempo senza di noi...
            saremo spietati...
            sulle nostre incapacità e sui nostri errori...
            e per vendetta...
            ci ameremo di più.
            Avremo mille anni e ancora tempo per sognare...
            perché ci sono cose...
            destinate a rimanere.
            Ivanilda Araujo
            Composto sabato 5 gennaio 2019
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Ivanilda Araujo
              Quando siamo insieme capisco che non conta la differenza d'età, né l'essere in situazioni estreme. Capisco che non importa essere fidanzati, avvinghiati sulla spiaggia, per mano o per braccetto, baciarsi o fare l'amore.
              Tra noi è tutto più semplice, anche se vista da fuori può apparire come una "storia" impossibile.
              A noi basta guardarci negli occhi per sorridere, una, cento o mille volte.
              Basta trovarci a pochi centimetri di distanza per sentire il cuore battere all'impazzata, e poi fare una smorfia... o forse due.
              Noi non potremo mai considerarci fidanzati, perché questo non è che un altro castello che, anno dopo anno, mi sono costruita per domare il troppo amore. Un castello di cui tu ignori l'esistenza, o forse fai solo finta di ignorare.
              Siamo un controsenso, ibridi ma ci consideriamo semplici.
              Siamo noi due, e questo basta e avanza. Che non lo sappia nessuno non ha importanza.
              Non per me.
              Ivanilda Araujo
              Composto sabato 5 gennaio 2019
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Ivanilda Araujo
                Rimango ferma... cercando di tornare all'origine di me stessa... mi osservo... mi tocco l'anima... voglio risvegliare la sua dolce morbidezza... quella che esisteva al mio arrivo qui... quella pura... quella vera e non intaccata dal dolore del mio vissuto... voglio essere nuovamente pura e viva!
                Ivanilda Araujo
                Composto mercoledì 2 gennaio 2019
                Vota il post: Commenta