Post di Antonio Pistarà

Optometrista, Ortottico, Diagnosta., nato sabato 24 dicembre 1977 a Catania (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Racconti, in Leggi di Murphy e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: ANTONIO PISTARA
L'assoluta verità non esiste; poiché oggettivata e concettualizzata dal nostro mondo fenomenico.
Se si realizza che "Io" sono "quello" si inizia a capire che l'unica entità non soggetta a oggettivazione e concettualizzazione, abbandonando qualunque atto di volizione, è il noumeno.
Pertanto, il raggiungimento ultimo di verità, e quindi di liberazione dal cercala, è fare proprio questo semplice assunto: "La coscienza che cerca la sua sorgente non la trova, poiché il cercatore è il cercato stesso."
Se ne ricava dunque che persino la "liberazione", dunque ", è un concetto.
Questa è tutta la Verità che uno necessita di conoscere a questa vita.
La chiara comprensione della" manifestazione "(fenomeno) comporta la comprensione:
-non c'è nessuna identificazione con nessuna forma individuale poiché soggetta alla durata nel tempo; concetto, quest'ultimo, legatoal tempo.
-La nostra vera natura è la testimonianza di questo spettacolo.
E la testimonianza può avvenire sino a che lo spettacolo continua; e lo spettacolo può continuare finché c'è coscienza.
Vivete dunque questo meraviglioso spettacolo della vita per quello che è realmente: miliardi di eventi fenomenici dietro ai quali, Noi stessi" fenomeni", siamo legati: dal il più piccolo granello di sabbia al più grande ammasso di materia dell'universo; soggetti ad una brevissima apparizione, in questo teatro, che è la vita.
Vivete dunque. Qui e Ora.
Poiché la nostra vera natura è il sempre presente immanifesto: ove nessuno nasce, nessuno muore.
Il noumeno.
Antonio Pistarà
Composto domenica 25 novembre 2018
Vota il post: Commenta
    Scritto da: ANTONIO PISTARA
    State cercando la verità? Davvero? La verità più vicina alla comprensione umana è la condizione della morte. Strano? No! È la vita! Il poter concepire l'assoluto, l'eterno presente, in assenza della coscienza è parte della verità. Noi siamo tutto ciò che non riusciamo a concettualizzare, a oggettivare: ecco la verità. Noi siamo, di rimando, la sua ombra. L'ombra di tutte le verità è il riuscire a percepire il falso come falso; voi, ci riuscite?
    Antonio Pistarà
    Composto mercoledì 14 novembre 2018
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: ANTONIO PISTARA
      "Ho il cancro: mi rimangono sei mesi di vita...".

      Ha esordito così una mia carissima amica di soli 38 anni.

      Poco più di un anno fa, la vita mi ha messo alla prova e, trovandomi in un letto d'ospedale, incontrai un amico che non vedevo da tempo. Una "lotteria", la vita: lui ricoverato per presunte crisi epilettiche, io per una "semplice" rottura vertebrale. Usciti dall'ospedale non ci sentimmo per un po. Dopo meno di un anno anno un messaggio: "Antonio, ho un cancro al cervello. Credo di non farcela". Fu l'ultima volta che lo sentii.

      Nella lotta continua tra la vita e la morte, in questo continuo, costante e indivisibile abbraccio, con il quale viviamo ogni istante dei nostri giorni, l'unica certezza rimane solo una: l'Amore. E sì. L'amore. Dal sanscrito, (letteralmente): "... ciò che non muore" e sopravvive anche alla morte.
      Rendete ogni vostro momento unico, folle, straordinario; poiché, prima che possiate battere di nuovo le ciglia, "sarete solo concime per i fiori."

      La vita è una prova. Nient'altro che una prova. Dobbiamo imparare ad alzarci, camminare con le nostre gambe, affilare la spada e combattere. Perché, non è importante quanto forte colpisci, (la vita lo fa di più ); è importante come riesci a rialzarti ogni volta che, la stessa, ti avrà messo al tappeto.

      Il mio augurio, dunque, per tutti, è uno solo: possiate vivere la vostra vita, qualunque essa sia e qualunque cosa vi riservi, con la consapevolezza che le "armi" per rialzarsi sono solo tre: l'Amore, La Gioia e la qualità dei vostri Pensieri.
      Antonio Pistarà
      Composto venerdì 13 aprile 2018
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: ANTONIO PISTARA
        Lasciamo che il rimpianto scompaia. Viviamo e godiamoci la vita e la sua vitalità qui & ora; senza più condizionamenti, dogmi, catene mentali, stereotipi o falsi miti. La bellezza e la meraviglie delle cose terrene è tutta intorno a noi. Emozionarsi nell'accarezzare le foglie di un albero e capire, sentire, percepire la sua vita e vitalità rende ogni cosa pura magia.
        E se da un'emozione così grande, deriva anche da questo, non puoi immaginare con che occhi nuovi e rinnovati è possibile, davvero, grazie alla consapevolezza, guardarsi tutt'attorno e stupirsi di essere stati ciechi ed inconsapevoli sino ad ora. Riempiamo la nostra esistenza di gratitudine; di rimando, la vita, non potrò fare altro che stupirci: ancora... e ancora.
        Antonio Pistarà
        Composto mercoledì 9 agosto 2017
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: ANTONIO PISTARA
          Ci sono alcune cose che una volta scoperte, nella tua vita, non ti lasciano più.

          -La consapevolezza:

          *Non sentirsi più "soli" ma parte integrante del grande disegno della vita.
          *Essere semplicemente quello che si è, senza se e senza ma...
          *Scoprire che le cose più belle della vita sono anche le più semplici...
          *Non sentire più il bisogno di desiderare; è come avere tutto.
          *Realizzare che ciò che è percepito agli occhi e solo il dieci percento di ciò che, tanti, vedono: il resto è sotto.
          Come un Iceberg. Un albero.
          *Gioire della visione di ciò che più di divino è presente a questo mondo: la natura.
          *Vivere la vita istante dopo istante: come in un fotogramma; e godersi lo spettacolo volta per volta.
          *Sentirsi liberi di vivere l'oggi: il domani arriverà, perché pensarci, dunque...
          *Appagarsi totalmente dala gioia del donare, del condividere e dell'essere.
          *Sapere che ogni "problema" terreno ha dentro pure la soluzione; basta iniziare a "saper pensare".
          *Lasciarsi andare ad uno dei doni che la natura ti mette a disposizione: la "musica" (della vita).
          *Apprendere che la morte è solo la vera e più intima estensione della vita.
          *Non avere più bisogno degli altri; nessuno. Ci si basta da soli.
          *Scoprire che il buio non esiste; e solo uno dei mille filtri della luce.
          *Conoscere la verità: che è sempre dietro ad ogni piccola o grande bugia dell'uomo.
          *Avere il pieno controllo di se.
          *Non avere più "paura", di nulla; si diventa invincibili, credetemi.
          *Perdonare.
          *Amare
          *Non smettere mai di "cercare"...
          *Dimenticare il passato,
          *Vivere il presente,
          *Rimanere curiosi del futuro.
          *Essere consapevoli di esistere: esistendo davvero, dunque.

          ... Il resto? Beh, "Il meglio deve ancora venire".

          Buona vita a tutti, miei cari apprendisti. Auguri, dunque, "naviganti"... e ricordate: "anche il più lungo dei viaggi inizia con un piccolo passo"
          Antonio Pistarà
          Composto venerdì 30 giugno 2017
          Vota il post: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di