Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Antonio Pistarà

Optometrista, Ortottico, Diagnosta., nato sabato 24 dicembre 1977 a Catania (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Racconti, in Leggi di Murphy e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: ANTONIO PISTARA
"Vi è in ognuno di Noi qualcosa di implicitamente" magico ", mistico, divino: qualcosa che è invisibile agli occhi ma non allo spirito. Non smettete mai di essere coscienti della vostra esistenza, poiché è unica, individuale, irripetibile e merita di essere scoperta e vissuta a fondo. Cercate dentro di voi - e non fuori - le riposte che cercate, le domande con cui vi arrovellate la mente, poiché la luce di tutte le risposte non è in nessun luogo se non nell'essere della vostra unica esistenza. Siate irripetibilmente unici, anche a costo di sembrar banali, ma siate ciò che è dentro il più recondito dei vostri segreti luoghi, quasi sempre, inesplorati: la vostra anima. E prendete coscienza che voi esistete nell'attimo stesso in cui vivete: istante dopo istante." Corriamo "tutti lungo un via dove non vi è passato ne futuro: ma solo il presente," Ora ". Il domani lasciatelo alle" menti semplici "che tanto hanno bisogno di avere proiezioni future di se stessi, inesistenti. Vivete l'attimo, poiché è fuggente. E siate un passo avanti alle cose che vi circondano - come la natura - e che ci rendono tutti un po migliori e saggi. La vita è una: e noi siamo parte del tutto, ma se non si capisce questo non saremo mai in grado di conoscere il'divinò che è in noi e che tutto travolge, ricicla ed è sempre presente: l'eternità".
Antonio Pistarà
Composto sabato 6 agosto 2016
Vota il post: Commenta
    Scritto da: ANTONIO PISTARA
    Rifletto, mi guardo attorno e "sento" sempre tutto più distante da me.
    Il mondo fuori mi appare come un caleidoscopio: prima verde, poi arancione, rosso, poi - all "improvviso - di nuovo, verde.
    Sfumature dell'" anima "che combattono contro una incondizionata e folle corsa verso la spersonalizzazione, la de-civilizzazione e, sempre più, una distanza, ormai incolmabile, tra le persone: tra noi. Ma dove stiamo andando, verso dove, verso quale meta?
    C'è una meta? Non credo. Questo nostro incessante volere tutto uguale, conformato, automa del" sistema ", globalizzato, ha finito per rendere Noi così; senza più una coscienza vera, reale, da guardare negli occhi, da toccare...
    Che peccato, che nostalgia... e adesso?
    La modernizzazione, il progresso, seppur con i suoi innegabili vantaggi, ci sta progressivamente facendo scivolare, anacronisticamente, verso un futuro che" sa "di passato. In nome di chi o di cosa, mi chiedo io...

    Questo è il nostro mondo, che lo vogliamo o no, e se non ci impegniamo, ognuno, a compiere un cambiamento radicale dentro di noi, prima che fuori - lottando in prima persona anche per il bene comune-non potremo far altro che assistere da spettatori inermi a questo scivolamento della nostra società verso un baratro che ci impedirà di venirne fuori.
    Le violenze aumentano in tutto il mondo.
    Siamo pieni del nostro ego, di superiorità che ci porterà a perderla, questa battaglia.
    E ora che ognuno si assuma le proprie responsabilità, non sulla base di quel che gli conviene di più ma per quello che è giusto, prima che sia troppo tardi.
    Il vero, grande, Maestro è quello che ognuno ha dentro di sé.
    Il vero e più atavico desiderio dell'essere umano, è quello di essere se stesso.
    Vorrei che il mio messaggio fosse un inno alla diversità e all'unione, alla possibilità di essere quello che si desidera perché ragazzi, il tempo, non esiste. E se proprio ce n'è uno, quello, è già andato.
    Dunque, un filo conduttore c'è nella vita, e la cosa buffa è che te ne accorgi solo quando è finita. Capito? Ti volti indietro e dici" Oh, ma guarda, c'è un filo ". Quando lo vivi non lo vedi, eppure c'è. Perché tutte le scelte che fai sono determinate, tu credi, dal tuo libero arbitrio; ma anche questa è una balla.
    Sono determinate da qualcosa dentro di te che innanzi tutto è il tuo istinto, e poi forse da qualcosa che taluni chiamano karma e con cui spiegano tutto: anche ciò che a noi sembra, a volte, inspiegabile.

    Spero che ognuno di voi trovi quel" filo" della vita che io, affannosamente, sto ancora cercando...

    Ad ognuno di Voi auguro il meglio dalla vita e, con una vena di follia, vi auguro di fare sempre cose nuove, che vi stupiscano e rendano la vostra vita unica, semplicemente, la vostra: autentica e sola.
    Antonio Pistarà
    Composto martedì 28 giugno 2016
    Vota il post: Commenta