Questo sito contribuisce alla audience di

Aforismi di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Silvia Nelli
Dirsi "ti amo" è uno dei regali più grandi e significativi, sia riceverlo che donarlo. Un regalo che oltrepassa il cuore, la mente e che va oltre alla semplice parola: è un'anima piena di sentimento che spezza un silenzio e spiega gesti, atteggiamenti e effusioni che rendono "musica" l'aver scelto di appartenersi.
Silvia Nelli
Composta sabato 4 ottobre 2014
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Silvia Nelli
    Se sei tra quelli che non ti innamori di "tutti" né di "chiunque" perché sei tra quelle persone che sole ci sanno stare e anche bene ormai... Quando t'innamori, quando dici "Amo"... ami! Non è un gioco, né una scommessa. Non è una partita per riempire qualche giorno della tua vita in modo diverso. È un "Impegno" che prendi con te stessa/o e con chi scegli, sperando abbia nel cuore lo stesso sentimento e lo stesso modo di vedere l'amore.
    Silvia Nelli
    Composta sabato 4 ottobre 2014
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Silvia Nelli
      Amami, amami per quello che sono. Non servono grandi cose, mai le ho avute e mai le ho pretese. C'è solo una cosa che ho preteso sempre nella mia vita: il rispetto e la sincerità. Amami mettendo di fronte a te questi principi fondamentali, perché io possa assieme a te costruirci sopra "noi".
      Silvia Nelli
      Composta sabato 4 ottobre 2014
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Silvia Nelli
        Molte persone credono che "Non perdonare" sia portare, covare e provare rancore e odio verso qualcuno. Non credo che sia così. Personalmente... Ho ricevuto male, come molti di voi. Ho affrontato e anche perdonato in alcuni casi dove ho visto un sincero pentimento e l'ammissione sincera di aver commesso un errore. Ma non so perdonare laddove vedo che si sorride di fronte al male inflitto, dove volutamente se ne continua a fare... Questo mio "Non perdono" non è odiare quelle persone, ma semplicemente scegliere di "Ricordare" chi sono, cosa hanno fatto, il modo che hanno scelto di vivere e di lasciarle alla loro strada. Per come sono fatta io si perdona si, ma non tutto. Il perdono divino non spetta a me; e fin quando sono viva e padrona di me stessa decido io a chi donare il mio perdono e chi lasciar andare.
        Silvia Nelli
        Composta domenica 28 settembre 2014
        Vota la frase: Commenta
          Scritta da: Silvia Nelli
          Non ho chiesto a nessuno di ricucirmi le ferite, di ricompormi il cuore o di risolvere i miei problemi. Non ho mai chiesto a nessuno di accudirmi o di proteggermi. Ho però chiesto con gesti e a volte anche con le parole di non allargare ulteriormente le mie ferite, di non ridurre in briciole quei pezzi rimasti del mio cuore e di non crearmi ulteriori pensieri. Ho chiesto di starmi vicino solo se era voluto e sentito perché solo così avrei avuto un posto dove sentirmi protetta/o.
          Silvia Nelli
          Composta sabato 27 settembre 2014
          Vota la frase: Commenta
            Scritta da: Silvia Nelli
            Non riesco a provare sensazioni, né sentimenti laddove vedo povertà di comprensione, volontà di ascoltare e privazione di qualsiasi grado di umiltà. Non riesco a sentire niente che possa suscitare in me una reazione dove le parole non mi rispecchiano ma sono emesse solo con lo scopo di ferire. Non riesco a voltarmi e guardare oltre dove vedo cattiveria e malvagità, perché può esserci qualcosa oltre la timidezza, oltre la durezza, oltre il silenzio... Ma oltre la cattiveria pura e gratuita non può esserci che un animo cattivo. Guardare oltre è solo una perdita di tempo.
            Silvia Nelli
            Composta sabato 27 settembre 2014
            Vota la frase: Commenta
              Scritta da: Silvia Nelli
              Devi capire che ognuno ha diritto di dire ciò che pensa, che ha il diritto di fare ciò che sente. Devi comprendere che ognuno ha i suoi problemi, i suoi momenti e i suoi difetti. Devi ascoltare senza giudicare, devi comprendere ciò che ti viene detto e anche se non lo condividi lo devi accettare. Tutto questo si chiama rispetto. Certo... Ma la domanda è: "Quando sono io a voler essere capita e a volermi avvalere del diritto di poter dire cosa penso e fare ciò che sento!? Oppure quella che sbaglia perché come tutti dotata di difetti. E quando sta a me essere ascolta e compresa... Dove cazzo sta questa fatidica cosa chiamata" rispetto"!?
              Silvia Nelli
              Composta mercoledì 24 settembre 2014
              Vota la frase: Commenta