Frasi di Salvatore Raimondo

Operaio, nato (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Salvo
Nel silenzio che ci avvolgeva, posavo le mie labbra sulle tue, godevo della tua fragranza e del profumo del tuo rossetto, in fine a occhi chiusi ti baciavo, un bacio tale da esplodere in me una melodia, una musica esplosiva che mi scoppiava dentro il cuore, intanto che, ti stringevo stretta e ti avvertivo mia.
Salvatore Raimondo
Composta giovedì 2 febbraio 2012
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Salvo
    Il tuo sorriso lo riconoscerei tra mille, poiché lo sento e lo porto sempre costantemente con me, conosco "l'emozione" l'emozione che dai al cuore fino a farlo esplodere di gioia, mentre siamo insieme, e finché i tuoi occhi si poseranno su di me, mi farai sentire un uomo appagato, e vorrei fermare il tempo, per far sì, che quei momenti non finissero mai.
    Salvatore Raimondo
    Composta sabato 4 febbraio 2012
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Salvo
      Il fuoco della passione devi sempre controllarlo devi far si che la sua fiamma non si alzi molto, poiché a quel punto potresti bruciarti, devi alimentarlo piano piano, la sua lingua di fuoco è vita, calore, e amore, ma non devi deconcentrati, altrimenti gradualmente potrebbe spegnersi, e rimarresti al freddo, e il freddo non è mai stato compagno di nessuno.
      Salvatore Raimondo
      Composta domenica 29 gennaio 2012
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Salvo
        C'era nebbia tra di noi, una nebbia tale che m'impediva di vedere il tuo volto, benché tu non fossi molto distante da me, ma per fortuna la nebbia non dura in eterno, e quando quest'ultima cominciava a diradarsi, uno squarcio di sole illumina il tuo volto, nei meandri dei miei pensieri sparsi, si accendeva il seme della speranza, la speranza che tra di noi potesse germogliare una bella e sana amicizia, quell'amicizia che dura all'infinito e non si dirada come la nebbia.
        Salvatore Raimondo
        Composta sabato 21 gennaio 2012
        Vota la frase: Commenta
          Scritta da: Salvo
          Cercavo di capire i tuoi silenzi,
          d'intuire ciò che dicevi tra tante parole inutili...
          un mare d'incertezza divideva le nostre giornate...
          quante notti di pensieri ho passato,
          cercando di capire la calma apparente che mostravi,
          dal quel mare sei riemersa,
          liberandoti dalla profondità che ti avvolgeva...
          riprendendoti il posto tuo,
          quel posto che non avevi perso mai,
          adesso promettimi che resterai,
          perché io, ho bisogno di te.
          Salvatore Raimondo
          Composta sabato 14 gennaio 2012
          Vota la frase: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di