Scritto da: Oliviero Amandola

Grazie

Ho imparato ad amarti ascoltandoti, stando in silenzio, mentre ti guardavo... ti osservavo... avevi discorsi feriti, lacrime lasciate in sospeso da anni, ma ora che ti confidi con me, che mi dici cose intime che ti appesantivano il cuore, ora, più di prima, ho capito che ho speso bene il mio... [continua a leggere »]
Oliviero Amandola
Composto lunedì 13 ottobre 2014
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Oliviero Amandola

    Haibun - Un regalo in anticipo

    Alcuni giorni fa i figli del mio vicino hanno perso la loro mamma in un incidente stradale. Da quel giorno la loro case sembra essersi svuotata all'improvviso. La posta accumulata nella cassetta, la biancheria stesa ancora sul balcone, la porta chiusa al mondo. Li conoscevo da tempo e di tanto... [continua a leggere »]
    Oliviero Amandola
    Composto domenica 30 novembre 2014
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Oliviero Amandola

      Haibun: il nero dietro lo specchio

      Ci sono cose che vanno lette solo durante la notte. Non perché durante le ore di luce del giorno, non si possa leggerle, ma per il fatto che certe cose, nelle ore notturne acquistano un significato più profondo.
      Rubens aveva solo 19 anni, figlio di una insegnante dello Zaire e di un marinaio... [continua a leggere »]
      Oliviero Amandola
      Composto martedì 30 novembre 2004
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Oliviero Amandola

        Haibun: Memoria

        Cambiando il tempo
        i fiori dell'ospedale diventano familiari

        Lentamente, sistema con attenzione i fuurin nel libretto che gli ho regalato pagina per pagina. Per ogni pagina un haiku, per ogni haiku un profumo da immaginare. Ha voluto che togliessi dai rami degli alberi del nostro giardino tutti... [continua a leggere »]
        Oliviero Amandola
        Composto giovedì 4 aprile 2013
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Oliviero Amandola

          Haibun: noi come foglie

          C'è una cosa, che da quando sono papà, ho capito meglio: è che l'amore, quando è condiviso, appare nella sua forma completa. Ogni sera, da quando sono a casa a causa di un infarto, mio figlio dorme insieme a noi nel nostro letto, ma non perché abbia paura di dormire da solo o altro. Lui dice che... [continua a leggere »]
          Oliviero Amandola
          Composto lunedì 8 gennaio 2018
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di