Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti di Martina Andrea Ottogalli

Agente immobiliare e supermamma, nato giovedì 29 ottobre 1987 a Viareggio (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Bianco, vuoto e stropicciato

Capitolo: Incontro d'anime.
A quelle parole alzò lo sguardo e lo fissò sul mio, i suoi occhi erano così liquidi ed intensi che non riuscii a sostenerli. Mi voltai quasi di scatto. Il nostro incontro di anime era terminato e la sua ne era uscita un po' più forte e vigorosa della mia. [continua a leggere »]
Martina Andrea Ottogalli
Composto lunedì 31 gennaio 2011
Vota il racconto: Commenta

    Bianco, vuoto stropicciato

    Capitolo: Barile d'olio
    Gettai i miei occhi nei suoi col fare di un pazzo. Cercavo qualcosa che mi aiutasse a capire perché l'unica persona di cui mi fossi mai fidata mi stesse tradendo.
    Non trovai niente.
    Il mio animo cade nel baratro senza far rumore come una monetina in un barile d'olio. [continua a leggere »]
    Martina Andrea Ottogalli
    Vota il racconto: Commenta

      Cielo amaranto

      Ci fu un giorno in cui correre nei prati era gioia pura.
      La potevi sentire scorrerti nelle vene come un liquido caldo e dorato. Ricordava ancora i fili d'erba che le frangevano le gambe rivestite appena da peli morbidi come il velluto, "la peluria del giovane" la chiamavano i vecchi. All'epoca... [continua a leggere »]
      Martina Andrea Ottogalli
      Vota il racconto: Commenta

        Cielo amaranto

        Capitolo: Il mare
        Il mare riporta tutto indietro. Lo dicevano spesso i pescatori.
        A volte si prende qualcosa senza chiedere il permesso, una scarpa, un tronco di legno, un secchiello di un bambino, una vita. È sufficiente un guizzo d'onda, un flutto più potente e via, quella cosa non c'è più.
        Ma poi rende tutto... [continua a leggere »]
        Martina Andrea Ottogalli
        Vota il racconto: Commenta

          Cielo amaranto

          Capitolo: Intimità
          Intimità. Che parola assurda, nessuno può dire cosa sia realmente, chi ci conosce nell'intimo dei nostri pensieri? Il più delle volte non conosciamo neanche noi stessi. Ci affanniamo a recitare la parte che la vita ci ha assegnato come se dalla nostra prestazione di attori derivassero le sorti... [continua a leggere »]
          Martina Andrea Ottogalli
          Vota il racconto: Commenta

            Frank ed il mare

            Capitolo: Il mare parla
            Frank e il bambino ora sedevano l'uno di fianco all'altro su quella panchina troppo stretta per uno e troppo ampia per l'altro.

            Il bambino fissava attonito le onde infrangersi pacate sull'arenile poi, d'un tratto, giunto da chissà dove, un flutto di gioia gli colorò lo sguardo "Chissà quante... [continua a leggere »]
            Martina Andrea Ottogalli
            Vota il racconto: Commenta

              Frank ed il mare

              Capitolo: Incontro con l'elfo
              "Allooora Frank? Mi rispondi?"
              Frank guardò il bambino, il suo sguardo era denso e concentrato. Aveva l'aspetto di un elfo, un caschetto biondo nascondeva appena i piccoli occhi chiari, tantissime lentiggini contornavano il nasino appuntito, vestiva come un qualsiasi bambino della sua età... [continua a leggere »]
              Martina Andrea Ottogalli
              Vota il racconto: Commenta

                Il Principe al verde

                C'era una volta un giovane forte e bello
                che era cresciuto come orfanello,
                i suoi genitori gli avevan lasciato
                una barchetta e qualche straccio bucato.
                In cuor suo sognava ricchezze
                ma non aveva che poche sciocchezze
                tutti i giorni infatti doveva lottare
                per procurarsi qualche cosa da mangiare... [continua a leggere »]
                Martina Andrea Ottogalli
                Vota il racconto: Commenta

                  Solitaria è la vita per noi

                  La vita ci scorre addosso inesorabile: i pranzi in famiglia, le festività natalizie, l'ultimo dell'anno in un locale alla moda o ad una festa dell'ultimo secondo, la pasquetta su un prato, le ferie estive al mare tra bambini urlanti, sudore e cocomeri, le sagre, la festa del vino, il cinema al... [continua a leggere »]
                  Martina Andrea Ottogalli
                  Vota il racconto: Commenta