Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Valerio Varaldo

Guardia Giurata, nato sabato 7 dicembre 1974 a Acqui Terme (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Valerio Varaldo

Stella di Sicilia

Forse il destino
ci ha fatto incontrare...
Ogni sera ammirando il cosmo
rimango a contemplare una Stella.
Una Stella...
che invidiata da tutto il firmamento
per la sua bellezza
per il suo splendore
per il grande cuore.
Una Stella vera e viva
capace di illuminare
anche i momenti più bui.
Una Stella in grado di ascoltare e consigliare
Una Stella capace di amare e soffrire.
Forse non una Stella ma un angelo cherubino.
Il mio angelo...
Forse un dono di Dio...
non poteva farmi dono più bello.
Rimango estasiato ad osservarti
mentre pulsi e abbagli le altre Stelle
facendo sì
che tutto il firmamento
brilli solo di te.
Non spegnerti mai dolce Stellina
continua a illuminarci
con il tuo sorriso e la tua felicità.
Sii sempre umile come sei.
Grazie d'esistere.
Valerio Varaldo
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Valerio Varaldo

    a Mariangela

    Questa notte guardando il cielo
    il mio sguardo e attratto da una stella.
    Questa stella sembra sorridermi...
    sembra rapire la mia mente,
    i miei ricordi.
    Come ipnotizzato
    comincio a pensarti.
    Penso hai bei momenti passati insieme
    anche a quelli sofferti.
    Alla malattia che ci ha unito,
    hai giochi di questo destino...
    Al tuo dolce viso,
    in cerca di un sorriso.
    Forse quel sorriso
    te l'ho donato io.
    Ed ora sei volata via da me.
    Dio ti ha voluto con sé,
    ha voluto far nascere
    l'angelo più bello del Paradiso.
    Mi sembra di sentirti ridere,
    mentre salti e danzi su ogni nuvola del cielo.
    Mi manchi sai...
    vorrei che potessi sentire
    e leggere il mio Cuore.
    Ringrazio Dio
    di avermi permesso di conoscerti
    e di stare con te
    anche se per poco tempo.
    Ora continuo a combattere questa guerra da solo
    anche se sò
    che da lassù
    stai sporgendo il tuo viso da una nuvola
    per mandarmi un bacio.
    Questo bacio l'ho custodirò gelosamente
    nel mio Cuore per i momenti bui.
    Non ti dirò mai addio...
    ma arrivederci
    perché un giorno
    potrò di nuovo perdermi
    nei tuoi splendidi occhi
    e passeggiare con te nei giardini celesti.
    Valerio Varaldo
    Vota la poesia: Commenta