Poesie di Valerio Varaldo

Guardia Giurata, nato sabato 7 dicembre 1974 a Acqui Terme (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Valerio Varaldo

In te

Un tramonto
la fine della vita.
La notte
la maschera dei sogni.
L'alba
sei tu
il mio sogno reale
l'inizio della mia crescita
l'inizio della mia vita con te.
Il mio spirito ti cerca
la mia anima s'incendia
il fuoco della passione mi avvolge.
Quella passione che nasce
da ogni tuo sguardo
e sento in ogni mio battito.
Sei la mia vita
dolce Amore Mio...
Valerio Varaldo
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Valerio Varaldo

    Croce Bianca

    Ed anche il mio tempo è arrivato.
    Purtroppo ti devo lasciare adorata madre.
    In quel giugno del 1990 mi hai adottato.
    Quanti figli hai creato.
    Dal tuo seno sono cresciuto.
    Con te sono diventato uomo.
    Quante cose abbiamo fatto insieme.
    Quante persone abbiamo salvato.
    Quanta gente abbiamo aiutato.
    Sei stata per me una madre meravigliosa.
    Un amica fedele.
    Una compagna invidiabile.
    Mi hai regalato emozioni indescrivibili.
    Abbiamo vissuto momenti magici.
    Non potrò mai dimenticarti finché avrò vita.
    Non potrò mai smettere d'amarti
    perché hai preso un posto speciale nel mio cuore.
    Ora devo andare...
    Non lo vorrei mai fare.
    Ma in cuor mio sono sicuro che tu mi capisci.
    Sono certo che non ti sentirai sola.
    Ti lascio in buone mani.
    I miei fratelli rimangono con te.
    Ti renderanno sempre più grande.
    Tu lo sei già mamma...
    e quando
    passeggiando per la strada
    vedrò una persona bisognosa d'aiuto
    l'aiuterò secondo i principi che tu mi hai insegnato.
    Grazie mamma di avermi cresciuto.
    Ti voglio bene.
    Ti abbraccio.
    Tuo...
    Per sempre...
    Valerio.
    Valerio Varaldo
    Composta lunedì 25 maggio 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Valerio Varaldo

      Tempo di vivere

      Odiosa clessidra.
      Segnatempo perpetuo.
      Non fermerai il mio volere.
      Non arresterai la mia vita.
      Ora sono nato.
      Ora voglio vivere.
      Lei mi sta aspettando.
      Attraverso il tempo per raggiungerla.
      Attraverso mondi impercettibili.
      Eccomi
      sono arrivato.
      Sono tuo.
      Dalla notte dei tempi mi hai atteso
      Hai parlato di me alla luna
      che ti a avvolto con un manto di stelle
      Hai urlato il mio nome al cielo
      alla notte...
      per secoli...
      Ora le tue membra possono riposare.
      Rinvigorisci la tua anima
      bevendo dalla mia bocca
      e mangiando dalle mie mani.
      La nostra unione è scritta.
      La nostra vita
      splendida fiaba è un sogno reale.
      Verrà scritta da noi
      giorno per giorno
      pagina per pagina
      nel libro della vita
      sulle pagine del destino
      Insieme custodiremo questo libro
      perla di saggezza
      Ne leggeremo ogni giorno un rigo
      tenendoci la mano
      godendo di ogni parola.
      Ogni giorno sarà la prima pagina
      Ora puoi lasciare le tue paure
      puoi dimenticare le tue sofferenze
      Abbandonati tra le mie braccia
      Siedi vicino a me
      per sempre.
      Nutriti della mia carne
      e bevi del mio sangue
      rinfrescati dalla mia anima.
      Sarò la tua spada
      tratta
      per difenderti
      in fodero
      per osannare il tuo altare
      fino alla fine dei tempi.
      La notte ora può soccombere
      Ad un tuo cenno...
      l'alba.
      Nasce il giorno
      dalla morte del crepuscolo
      osannando i cieli
      riesco a vederti
      ti percepisco
      prezioso tesoro
      di ataviche virtù.
      Ora sono pronto a scrivere
      sul libro della vita
      con inchiostro indelebile d'Amore
      la mia esistenza con te.
      Testimonianza divina
      di un Amore nato
      mai cessato
      solo ammirato e osannato.
      Valerio Varaldo
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Valerio Varaldo

        Essenza di vita

        Dolcissima Dea
        profonda visione del mio cuore
        la testa mia si solleva per osservarti
        i miei occhi scorrono su di te
        ti osservano incantati
        estasiati da cotanta bellezza.
        Il mio corpo sussulta
        ed un brivido mi attraversa.
        Vorrei sentirmi tuo.
        Sò già di esserlo...
        Nel mio cuore
        il tuo nome è già tatuato indelebile
        ma vorrei che tu
        incidessi con una lama
        questo cuore che pulsa per te
        e con il sangue
        riempissi ogni tratto della mia pelle
        scrivendo la nostra storia.
        Questo Amore sbocciato dal nulla
        che di giorno in giorno
        diventa più forte e ci rende unici.
        Questo Amore che ti fà restare immobile.
        Questo Amore che ti fà sospirare.
        Questo Amore che ti tormenta.
        Questo Amore che diventa dolore
        quando tu mi sei lontana.
        Vorrei potermi unire con te
        nello spirito e nel corpo
        avvolgermi su di te
        dentro di te.
        Vorrei essere un angelo
        sceso dal cielo per proteggerti.
        Vorrei renderti felice.
        Vorrei farti sorridere.
        Vorrei donarmi a te.
        Solo così la mia vita avrà un senso
        la nostra vita insieme
        racchiusa in un essere solo
        un essere divino
        capace di Amare
        capace di qualsiasi cosa
        perché solo a noi
        è concesso di farlo...
        Così si apre il primo capitolo
        di questo libro che è la nostra vita.
        Di questa vita fatta di gioie e dolori
        ma che con il nostro Amore
        ci unirà per l'eternità.
        Valerio Varaldo
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di