Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Valerio Varaldo

Guardia Giurata, nato sabato 7 dicembre 1974 a Acqui Terme (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Valerio Varaldo

La Morte

Ho coscienza che esisti.
Osservo ogni tua forma.
Sorrido al tuo nome.
I miei pensieri si infrangono.
Non trovo risposte.
Troppe sono le domande.
Cerchi una vita
un'altra...
da portare via.
Per ora
la mia non l'hai avuta
consapevole
che un giorno ci rincontreremo.
Verrai da me in silenzio
ed osservandomi
con un cenno della mano
mi chiamerai a te.
Io forse ti risponderò
oppure ti deriderò
nuovamente vincitore
della battaglia della vita.
La più grande e dura
di tutte le battaglie... l'esistenza.
Mi sei stata vicina.
Sdraiata sul letto.
Abbracciata a me.
Fermavi le mie mani
che volevano allontanarti.
Scrutavi i miei occhi.
Avvertivo ogni tuo pensiero.
Osservavo gli sguardi tristi ma stupiti
della gente intorno a me.
Le lacrime non si contavano
ma io sorridevo.
Ora siediti e aspetta.
Riposa.
È un ricordo il tuo freddo abbraccio
il tuo ghigno di scherno
come tu sola sai fare.
Non avrai altro da me.
Io devo ancora sognare.
Sognare la vita.
Una vita senza te.
Inizia ora il mio sogno infinito.
Valerio Varaldo
Composta lunedì 20 luglio 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Valerio Varaldo

    A Franco

    È come dici tu
    caro Gianluca
    Basterà guardare il mare...
    per osservare il sorriso di Franco
    per vedere dentro la sua anima.
    Ora stà riposando dopo tante fatiche.
    Ha lasciato un dono prezioso
    in tutti quelli che l'hanno amato e conosciuto
    Una parte di se...
    Il mare oggi è agitato
    aspetta un amico
    ma il cielo è azzurro e limpido
    comanda al sole di protrarre
    verso di noi
    i raggi più caldi
    come in un abbraccio infinito.
    Ecco è il suo saluto...
    Un onda s'infrange sugli scogli
    una preghiera sale al cielo.
    Franco sarà li
    dove il sole finalmente abbraccia la luna
    dove la notte si abbandona alla luce
    sulla linea dell'orizzonte
    dove per noi
    non è ancor concesso vedere.
    A noi basterà guardare il mare...
    assorti sul molo
    accarezzati dalla brezza marina
    e baciati dall'infrangersi delle onde.
    Sarà il suo buongiorno...
    Il suo arrivederci...
    Valerio Varaldo
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Valerio Varaldo

      In te

      Un tramonto
      la fine della vita.
      La notte
      la maschera dei sogni.
      L'alba
      sei tu
      il mio sogno reale
      l'inizio della mia crescita
      l'inizio della mia vita con te.
      Il mio spirito ti cerca
      la mia anima s'incendia
      il fuoco della passione mi avvolge.
      Quella passione che nasce
      da ogni tuo sguardo
      e sento in ogni mio battito.
      Sei la mia vita
      dolce Amore Mio...
      Valerio Varaldo
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Valerio Varaldo

        Croce Bianca

        Ed anche il mio tempo è arrivato.
        Purtroppo ti devo lasciare adorata madre.
        In quel giugno del 1990 mi hai adottato.
        Quanti figli hai creato.
        Dal tuo seno sono cresciuto.
        Con te sono diventato uomo.
        Quante cose abbiamo fatto insieme.
        Quante persone abbiamo salvato.
        Quanta gente abbiamo aiutato.
        Sei stata per me una madre meravigliosa.
        Un amica fedele.
        Una compagna invidiabile.
        Mi hai regalato emozioni indescrivibili.
        Abbiamo vissuto momenti magici.
        Non potrò mai dimenticarti finché avrò vita.
        Non potrò mai smettere d'amarti
        perché hai preso un posto speciale nel mio cuore.
        Ora devo andare...
        Non lo vorrei mai fare.
        Ma in cuor mio sono sicuro che tu mi capisci.
        Sono certo che non ti sentirai sola.
        Ti lascio in buone mani.
        I miei fratelli rimangono con te.
        Ti renderanno sempre più grande.
        Tu lo sei già mamma...
        e quando
        passeggiando per la strada
        vedrò una persona bisognosa d'aiuto
        l'aiuterò secondo i principi che tu mi hai insegnato.
        Grazie mamma di avermi cresciuto.
        Ti voglio bene.
        Ti abbraccio.
        Tuo...
        Per sempre...
        Valerio.
        Valerio Varaldo
        Composta lunedì 25 maggio 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Valerio Varaldo

          Tempo di vivere

          Odiosa clessidra.
          Segnatempo perpetuo.
          Non fermerai il mio volere.
          Non arresterai la mia vita.
          Ora sono nato.
          Ora voglio vivere.
          Lei mi sta aspettando.
          Attraverso il tempo per raggiungerla.
          Attraverso mondi impercettibili.
          Eccomi
          sono arrivato.
          Sono tuo.
          Dalla notte dei tempi mi hai atteso
          Hai parlato di me alla luna
          che ti a avvolto con un manto di stelle
          Hai urlato il mio nome al cielo
          alla notte...
          per secoli...
          Ora le tue membra possono riposare.
          Rinvigorisci la tua anima
          bevendo dalla mia bocca
          e mangiando dalle mie mani.
          La nostra unione è scritta.
          La nostra vita
          splendida fiaba è un sogno reale.
          Verrà scritta da noi
          giorno per giorno
          pagina per pagina
          nel libro della vita
          sulle pagine del destino
          Insieme custodiremo questo libro
          perla di saggezza
          Ne leggeremo ogni giorno un rigo
          tenendoci la mano
          godendo di ogni parola.
          Ogni giorno sarà la prima pagina
          Ora puoi lasciare le tue paure
          puoi dimenticare le tue sofferenze
          Abbandonati tra le mie braccia
          Siedi vicino a me
          per sempre.
          Nutriti della mia carne
          e bevi del mio sangue
          rinfrescati dalla mia anima.
          Sarò la tua spada
          tratta
          per difenderti
          in fodero
          per osannare il tuo altare
          fino alla fine dei tempi.
          La notte ora può soccombere
          Ad un tuo cenno...
          l'alba.
          Nasce il giorno
          dalla morte del crepuscolo
          osannando i cieli
          riesco a vederti
          ti percepisco
          prezioso tesoro
          di ataviche virtù.
          Ora sono pronto a scrivere
          sul libro della vita
          con inchiostro indelebile d'Amore
          la mia esistenza con te.
          Testimonianza divina
          di un Amore nato
          mai cessato
          solo ammirato e osannato.
          Valerio Varaldo
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Valerio Varaldo

            Essenza di vita

            Dolcissima Dea
            profonda visione del mio cuore
            la testa mia si solleva per osservarti
            i miei occhi scorrono su di te
            ti osservano incantati
            estasiati da cotanta bellezza.
            Il mio corpo sussulta
            ed un brivido mi attraversa.
            Vorrei sentirmi tuo.
            Sò già di esserlo...
            Nel mio cuore
            il tuo nome è già tatuato indelebile
            ma vorrei che tu
            incidessi con una lama
            questo cuore che pulsa per te
            e con il sangue
            riempissi ogni tratto della mia pelle
            scrivendo la nostra storia.
            Questo Amore sbocciato dal nulla
            che di giorno in giorno
            diventa più forte e ci rende unici.
            Questo Amore che ti fà restare immobile.
            Questo Amore che ti fà sospirare.
            Questo Amore che ti tormenta.
            Questo Amore che diventa dolore
            quando tu mi sei lontana.
            Vorrei potermi unire con te
            nello spirito e nel corpo
            avvolgermi su di te
            dentro di te.
            Vorrei essere un angelo
            sceso dal cielo per proteggerti.
            Vorrei renderti felice.
            Vorrei farti sorridere.
            Vorrei donarmi a te.
            Solo così la mia vita avrà un senso
            la nostra vita insieme
            racchiusa in un essere solo
            un essere divino
            capace di Amare
            capace di qualsiasi cosa
            perché solo a noi
            è concesso di farlo...
            Così si apre il primo capitolo
            di questo libro che è la nostra vita.
            Di questa vita fatta di gioie e dolori
            ma che con il nostro Amore
            ci unirà per l'eternità.
            Valerio Varaldo
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Valerio Varaldo

              Karol

              Ammirato è il cielo
              vegliato dalla luna
              che pare sorridere.
              Il crepuscolo si attenua e si apre.
              In una pioggia di stelle
              dalla più luminosa
              sei venuta alla luce
              dallo stelo di un piccolo fiore
              sei nata.
              Una nuova stella
              nella volta celeste.
              Una nuova vita
              luce candida
              per la gioia di tutti.
              Protendi le tue piccole braccia
              come un ramo di biancospino
              dolce fiore profumato
              con spine aguzze
              per non esser profanato.
              Candida e profumata pargola
              dolce cherubina.
              Il tuo nome è benedetto
              così sarai l'eletta.
              Uno stuolo di angeli ti circonda e sorride
              cantano felici
              le lacrime solcano i loro volti
              osservando il tuo viso
              che sprigiona Amore e dolcezza.
              Tu sei frutto dell'Amore
              ora sei consapevolezza.
              Non esiste dono più bello.
              La tua nascita
              risveglia e fà ardere i nostri cuori
              illumina i volti dei tuoi cari.
              Sei una benedizione divina
              la benedizione che mamma e papà
              aspettavano da tempo.
              Dolce Karol
              pargola adorata
              illumina e colora d'Amore
              le nostre giornate.
              Per sempre...
              Valerio Varaldo
              Vota la poesia: Commenta