Poesie di Valerio Varaldo

Guardia Giurata, nato sabato 7 dicembre 1974 a Acqui Terme (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Valerio Varaldo

Alla mia luna

La luna non ha volto.
Smette di splendere ad ogni mio sguardo.
Le stelle cadono come lacrime infuocate.
Il mio unico pensiero è volato via.
Mi ha lasciato solo.
Non tornerà mai più.
Quanta crudeltà può celare il pensiero?
Quanta menzogna può contenere una lacrima trasformata in parola?
Parlo con il cuore.
Amo con l'anima
sono ormai virtù ataviche
inutili in questo mondo
ma fondamentali nel mio.
Non posso odiarti perché ne morirei.
Sarai sempre speciale per me.
La notte mi avvolge senza senso.
Voglio tornare su nel cielo
nel mio angolo di paradiso fatto a uomo.
Dove non esiste menzogna ma nasce l'amore
puro e indelebile.
Dove ogni parola ha un senso ed i pensieri spazi infiniti.
Le mie lacrime diventano gocce di cristallo
che scivolano nell'anima.
È dolce malinconia che mi parla di te.
Valerio Varaldo
Composta domenica 14 marzo 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Valerio Varaldo

    Splendida luna

    Splendida luna
    ti sei nascosta da me.
    Da dietro ogni nuvola mi osservi
    più misteriosa che mai
    in quella linea d'orizzonte
    dove ho smesso di volare.
    Non sorridi più.
    Assorto ad osservarti
    nell'attesa di quel sorriso che ti ho donato
    che ora mi pugnala il cuore.
    Il tuo ghigno mi schernisce.
    Le tue menzogne mi hanno soffocato.
    Non penso di meritarlo.
    Forse non sono l'uomo giusto
    ma sono giusto un uomo.
    Mi cullo nel letto
    con la sola compagnia delle lacrime
    che solcano il mio viso
    formando un oceano che sta annegando il mio cuore.
    Non c'è più battito.
    Il respiro è pesante.
    Affannoso.
    Tutto svanisce in questo mare
    dicono che il mare non perdona
    ma io sì...
    l'amore si sta spegnendo
    sta morendo avvolto dall'abbraccio delle tenebre
    schiarito dai raggi lunari che danzano sul mare.
    Quell'amore
    tramontato da un cuore pieno di speranza e di sogni.
    Ormai non ci sono più colori
    Ogni forma svanisce
    Aspetto la mia fine nel tunnel dell'oblio
    dove tutto finisce
    nulla ricomincia
    tutto svanisce
    dove l'inizio rimane un sogno
    e la fine una vita reale.
    Ed ora sussurro in lacrime... Che la fine abbia inizio.
    Laddove l'amore rimane un sogno
    che soffoca l'anima
    di un cuore e di una vita ormai persi.
    Valerio Varaldo
    Composta sabato 6 marzo 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di