Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Sarah Sarotti

Nato (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

E non chiamarlo amore

Che tortura
cercare nell'aria
la tua presenza
che tortura
percepire atrocemente
l'assenza di te.

Errante cercar
le labbra tue
nel vuoto e trovar
ansante
che ne respiro
la mancanza.

Piango all'infinito
ma tu non asciughi
le mie lacrime
che calde veemente
solcano sul viso
come un torrente
in piena.

Il cuore mio
più non produce
un dolce suono
ma con dolore sbatte
nel mio petto
perché accettar
non vuole
d'aver perso
quel tuo amore.

Nelle tue mani
il cuore mio
come una rosa
hai stretto,
ed ora che finalmente
un ritmico suono produceva
l'hai lasciato
pensando fosse giunto
il dì temuto.

Ma come puoi pensar
che il cuore mio
che grazie a te
batteva nuovamente
ora lasciarlo andare
puoi all'improvviso
senza causar
dolor estremo.
Sarah Sarotti
Vota la poesia: Commenta

    Triste calamaio

    Fioca luce in fondo
    sciarada di ricordi
    alternante ai miei singhiozzi
    un sorriso regalato
    per velare quel dolore
    ancora vivo.
    Al lume di candela in agonia
    l'ombra appena sfiora
    del triste calamaio
    che implora
    d'intinger quella piuma
    per scriver un poema.
    Ma il cuore mio
    ispirazion non trova
    con l'anima
    dal silenzio divorata
    per un amor
    che grande amor parea.
    Forte batteva
    dentro il petto
    quel muscolo
    che creder non osava
    un'emozione vera
    ma con timor ogni dì
    ascendeva.
    Ma illuder più non posso
    un'anima che baci, sogni e vita
    invano lusingava.
    Farfalla più non batte
    reticente tace il cuore,
    gli occhi atoni
    copiose lacrime
    han versato
    per il timor d'amare
    e ancor soffrire.
    Sarah Sarotti
    Vota la poesia: Commenta

      Ventun giugno

      Buia è la notte
      buia come il mio cuore
      perché invano
      è servito il mio amore.
      Ho perso tutte quelle speranze
      che dentro avevo
      forse con un po' di titubanze.

      Così è successo che dentro me
      è sceso il buio più nero che c'è.
      Mi pare che il mondo sia tutto nero
      che non esista l'amore sincero
      perché in fondo tutto quello che ho dato
      non è servito non è stato ricambiato.

      Le mie speranze così si son spente
      a causa del dolor che dentro scende
      perché ho capito d'esser stata ingannata
      pure rapita e poi abbandonata.

      Ogni desiderio del mio cuore si è spento
      e questo dolor è diventato un tormento.
      Come accettarlo o come sopportarlo ora
      ci vorrebbe un secolo non basta qualche ora.

      Mi par che la vita
      così sia finita
      nel nero più nero
      dell'universo intero
      più cupo più profondo
      più grande del mondo.

      Ma chi mi può capire chi mi può aiutare
      qualcuno ha provato il mio stesso dolore?
      Tutto è spento intorno a me
      non esiste un ma non esiste un se
      tutto è finito di questa nostra storia
      ed io vorrei solo perder la memoria
      per non dover soffrire
      per non voler morire.

      Il senso di vuoto squarcia un buco nel mio cuore
      sembra troppo grande più grande dell'amore
      quello che dentro a me ora è morto
      a causa della sofferenza di questo grande torto.
      Sarah Sarotti
      Vota la poesia: Commenta

        Sarò sempre con te

        Tu ora non lo sai
        ma io sarò...

        l'aria che ti rinfrescherà
        e il vento che ti spettinerà

        l'acqua che ti disseterà
        il tepore che ti riscalderà.

        Sarò la margherita sul prato
        e in un bacio regalato

        e nel gioco d'un gattino
        o nel sorriso d'un bambino.

        Sarò nel tuo respiro
        e pure nel sorriso

        dei tuoi occhi la luce
        nelle mani la tua pece.

        Sarò la gioia del tuo cuore
        ed il tuo grande amore.
        Sarah Sarotti
        Vota la poesia: Commenta

          Fragile

          Fragile,
          lentamente s'apre
          a sensazioni,
          gioia e timore,
          silenzio e gelo.

          In un momento
          si stringe e si riapre,
          nuove sensazioni.

          Basta una parola,
          basta un gesto,
          un solo errore
          non voluto,
          non pensato,
          ed ecco
          il dolore
          si riaccende.

          E una tormenta
          si produce dentro,
          come un fuoco
          che spegnere non puoi.

          Ti consuma
          a poco a poco,
          come una goccia
          che nella notte cade,
          toc, toc, toc, toc,
          goccia dopo goccia,
          irrompe nel silenzio
          del tuo cuore.

          Non sai cosa provare,
          e non vuoi più soffrire,
          il dubbio atroce
          appare e poi scompare...

          Poi riappare...
          e tu non puoi finire
          anche se fa soffrire
          lo cerchi
          nell'aria che respiri,
          nel calore del sole,
          nel profumo di un fiore!

          E ti manca il respiro,
          e ti manca il tepore
          di quel bacio donato,
          di quel bacio sognato.
          Sarah Sarotti
          Vota la poesia: Commenta

            Nel tuo cuore

            Eccomi, mi senti?
            Sono accanto a te ora.
            Le mie mani
            sono sul tuo petto
            per lenire il dolore
            del tuo cuore.

            Sento il tuo cuore
            tra le dita,
            lo accarezzo dolcemente,
            ora è tranquillo,
            è come un bambino
            tra le braccia della mamma.

            Le mie mani
            accarezzano il tuo viso
            ti bacio teneramente
            sulle labbra
            e sei sorpreso
            della tenerezza nuova
            pura e piena d'amore.

            Le mie mani salgono
            le dita si nascondono
            dolcemente fra i capelli
            ti bacio con amore.

            Il bacio fa esplodere
            i nostri cuori
            ed essi si fondono
            diventano uno solo.

            I nostri corpi
            non esistono più
            solo un'immensa luce,
            l'esplosione di due cuori
            ora finalmente uniti.

            Il tuo amore per me
            il mio per te
            uniti insieme
            indissolubili.

            Niente e nessuno
            potrà più toccare
            il nostro cuore
            e fargli del male.

            Nessuna tristezza
            nessuna amarezza
            nessun rancore.

            La pace ha raggiunto
            i nostri cuori,
            sarà ora eterna,
            colma ogni mancanza
            lenisce ogni ferita
            lo rende forte
            davanti ad ogni cosa.

            D'ora in poi
            io e te
            siamo un'unica cosa.
            Sarò sempre con te
            tu sarai sempre con me.
            Sarah Sarotti
            Vota la poesia: Commenta

              Per te

              Cuore nel mio cuore.
              Amore del mio amore.

              Gioia nei miei occhi,
              sei come mille fuochi.

              Cosa arde dentro me?
              Cosa provo io per te?

              Batte il cuore mio
              perché ha toccato il tuo!

              Non vuole più accettare
              di smettere d'amare.

              Batte troppo forte
              così com'è la morte.

              Diventa un dolore
              più forte del dolore

              più profondo, più intenso
              più grande dell'immenso.

              Come potrá mai accettare
              che non ti possa amare?

              Perché questa mia gioia
              si trasforma ora in boria

              cosa voglio dimostrare
              se voglio solo amare.

              Come lo posso calmare
              e dirgli: non amare!
              Sarah Sarotti
              Vota la poesia: Commenta

                Oltre il dolore vola

                Vola in alto
                lontano con la mente
                oltre le bianche nubi
                oltre i pensieri profondi
                oltre i ricordi.
                Lasciati trasportare
                laddove i sogni puoi toccare
                laddove i sogni puoi abbracciare.
                Vola alta nel cielo
                laddove brillanti stelle
                sembrano diamanti
                laddove luci celestiali
                possono donare pace al cuore
                e donarti gioia di sognare.
                Vola alta con la mente
                dove i sogni diventano realtà
                dove la gioia e la pace
                entrano nel cuore
                dove i sorrisi è facile donare.
                Vola alta nel cielo ancor più su
                laddove gli angeli
                ti possono ascoltare.
                Tra le Sue ali Lui t'avvolgerà
                con tutto quell'amore
                che solo Lui può dare.
                Sarah Sarotti
                Vota la poesia: Commenta