Spira diaccio vento
sul mare bianco di parole
nell'indelebile silenzio
solo il ticchettio
d'un cuore sofferente.

Lucidi occhi
instancabili
han vegliato su di te
mentre su quel ring
dietro buffe smorfie
celi un cuore da poeta.

Scivolino
leggere come un velo
imperlate dalla luna
le mie parole
sul tuo cuore.
Sarah Sarotti
Composta mercoledì 13 gennaio 2010
Vota la poesia: Commenta

    Il dono più prezioso: la mia creatura!

    Non ho niente da mostrare,
    niente che qualcuno
    possa mai desiderare
    niente che io lasci
    un giorno a malincuore.
    Ho un unico gioiello:
    la mia creatura...
    l'unica cosa
    di cui possa esser fiera,
    ma non è un possedimento,
    è la mia vita!

    Il timore mio era grande
    di ricever questo dono,
    esser mamma non si nasce,
    ma io l'amo
    e la vita mia darei ogni giorno
    ed ogni giorno prego d'esser mamma
    per una gioia che fine mai non ha!

    Due occhioni furbetti ed un sorriso
    che ti fanno innamorare,
    un cuore grande e buono,
    due manine tutte da baciare...
    oh si, potrei davvero continuare.

    Vorrei darle cielo e terra
    stelle luna e sole tutto insieme...
    ma in realtà è lei a donarmi tutto ciò!

    E di viver or son grata al Creatore,
    son grata del suo dono
    che preziosa ha reso la mia vita,
    immensamente grata
    del Suo Immenso Amore.
    Sarah Sarotti
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di