Poesie di Salvatore Coppola

Nato a Agrigento (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: Salvatore Coppola

Un posto dentro il cuore

Ho tanta voglia di lei
ho voglia di amarla, gloriarla,
tenerla su di un fulcro,
luce di un'anima gentile.
Ho voglia di sfiorarla
carezzare i suoi sogni,
vigilare i suoi pensieri.
Ho voglia di addormentarmi
nei suoi occhi scintillanti,
proteggerla, viverla,
offrirle la mia vita,
è con lei viaggiare
in un mondo di passione,
vestirmi del suo sorriso.
È quando il mio amore
avrà raggiunto l'estremo,
donerò a lei, la certezza
di un posto dentro il cuore.
Salvatore Coppola
Composta lunedì 21 marzo 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Salvatore Coppola

    21 marzo

    Un timido sole
    si affaccia giocondo
    trascorre il suo tempo
    scaldando e giocando.

    Dorati i suoi raggi,
    son mani fatate
    accarezzano i boschi
    coloran le foglie.

    Un cuore felice
    saltella di gioia
    invita alla pace
    riaccende il suo amore.

    La terra sorride,
    già pronta e feconda
    germoglia frizzante
    da vita alla vita.
    Salvatore Coppola
    Composta lunedì 21 marzo 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Salvatore Coppola

      Lo specchio della verità

      Non credere di essere unico;
      e non dire mai, io sono indispensabile,
      ancor meno puoi pensare alla perfezione,
      lascia chiusa la finestra e rifletti.
      Se pensi all'assolutezza del tuo Io,
      siediti. Annulla la classificazione delle tue idee,
      rilassati. Scomponi la tua presunzione.
      E quando avrai raggiunto la pace dei sensi,
      riapri la finestra. Guardati intorno.
      Chiedi perdono al Mondo e a chi ti è vicino.
      La modestia è lo specchio della verità!
      Salvatore Coppola
      Composta giovedì 17 marzo 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Salvatore Coppola

        L'inganno

        Illuso tu fosti già primo,
        che stupido uomo,
        fuggisti da colli
        difformi alle valli.
        Speranza dipinse
        la vita in contrasto,
        pensier cupo strinse
        se pur tutto a posto.
        Ò mente contorta,
        si, vile tradisti,
        frammenti di cuore
        di uomo infelice.
        Si perde nell'aere
        la Brama d'amare,
        illuso fingesti
        qual donna ti avvalse.
        Vivesti nel tempo
        dei tempi incrinati,
        tradisti il pur Fido
        nel buio, l'inganno.
        Su pagine e righe
        imprimesti il tuo stile
        fuggisti la vita
        macchiata di rime.
        Or legger nel Tempio
        suo cuor furba donna,
        dall'aspro pensier
        tradì spudorata, quest'uomo.
        Si dura condanna,
        vigliacca tu fosti,
        l'esilio c'attende
        nei sensi l'blio.
        Spergiuro il destino,
        di altero signor tu vissuto
        disgrazia, sgomento fatale,
        di un uomo distrutto e tradito.
        Salvatore Coppola
        Composta domenica 13 marzo 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Salvatore Coppola

          Dolce damigella

          Offrimi il tuo cuore
          Dimmi che mi ami
          Stringi le mie mani
          Inventa l'universo.
          Raccogli un po' di stelle
          Descrivi il firmamento
          Insegnami la strada
          Che porta al paradiso.
          La luna tonda e bianca
          Si specchia nei tuoi occhi
          O dolce damigella
          Il cuor m'hai conquistato.
          Non è Romanticismo
          è puro e grande Amore
          Non ha mai dato attese
          ma spinta godi cuore.
          Svegliatomi dal sogno
          vestito di realtà
          o principessa amabile
          il tuo sogno mio sarà.
          Salvatore Coppola
          Composta domenica 13 marzo 2011
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di