Poesie di Salvatore Coppola

Nato a Agrigento (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: Salvatore Coppola

Silenzi disperati

Ci sono silenzi
asfissianti, annebbianti
biforcanti, sopraffan... ti
che inquietano le menti.
Ci sono silenzi
partoriti dal rancore
silenzi devastanti
vili e indifferenti.
Ci sono silenzi
falsati e provocati
da odi o gelosie
silenzi scoraggianti.
Ci sono silenzi
patiti, sottilmente calcolati
silenzi progettati
dannosi e frammentati.
Ci sono silenzi
che non sono silenzi
silenzi disperati
che confondono gli amori.
Salvatore Coppola
Composta mercoledì 4 maggio 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Salvatore Coppola

    Nel pozzo della vita

    Camminerò così,
    in punta di piedi
    senza far rumore
    neanche una parola.
    Lascerò ogni cosa
    le mie ali morte
    piuma dopo piuma
    l'aria che respiro.
    Mi affiderò alla sorte grama
    alle onde spumeggianti
    ai vortici infernali
    del mare già in tempesta.
    Camminerò così
    sconfitto e senza meta
    nel pozzo della vita
    affogherò i miei sogni.
    Salvatore Coppola
    Composta venerdì 29 aprile 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Salvatore Coppola

      I miei pensieri

      Vorrei amare il tuo sorriso
      Vorrei amare la tua luce
      Vorrei amare il tuo bel viso
      Vorrei sentire la tua voce.
      Vorrei che in cielo brillino le stelle
      Vorrei la luna risplendesse in te
      coprirti di quel manto colorato
      che la speranza dorma nel mio cuore.
      Vorrei salire in cima alla montagna
      gridare il mio dolore disperato
      non c'è più verde e fiori sulla terra
      dinanzi agli occhi miei smarriti e persi.
      La mente offre al vento i miei pensieri
      ombrosi e freddi volano depressi
      mi sono perso e non so ritrovare
      la strada che dal cielo porta al cuore.
      Salvatore Coppola
      Composta venerdì 29 aprile 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Salvatore Coppola

        Il mio rimpianto

        Ho un solo rimpianto;
        di non aver vissuto
        intensamente, a lungo,
        come avrei voluto.
        Non ho saputo respirare
        l'aria del cielo infinito
        gli occhi delle stelle
        l'argento della luna.
        Non ho saputo amare
        le gioie della vita
        del mare in tempesta
        i battiti di un cuore impazzito.
        Vago nel nulla o niente
        in cerca di amori infiniti
        di una vita misteriosa
        o di sogni mai vissuti.
        Salvatore Coppola
        Composta giovedì 28 aprile 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Salvatore Coppola

          Così deve andare

          E così che deve andare
          spalancherò i balconi
          aprirò le finestre al mondo
          chiuderò le porte del cuore.
          E così che andrà
          sarò io e soltanto io
          solo e con l'aiuto di Dio
          raggiungerò l'eternità.
          Lontano in un mondo diverso
          libero di gioire, di correre
          di volare, di morire d'amore
          senza spine irte al cuore.
          E così che deve andare
          per la vita e pieno di vita
          aggrappato alla verità
          con forza e con vigore.
          Così deve andare
          le mie mani riposeranno
          non vorranno più tremare
          e mai più la cercheranno.
          Salvatore Coppola
          Composta mercoledì 27 aprile 2011
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di