Congelata nubiltà

Fra le fronde dei noccioli
giace nubile Beatrice
beltà a lei tanto s'addice
se umiltà alla tamerice

invan i miei occhi anelan
forse l'ombra d'un sorriso
ma in su la soglia, al paradiso
tu, san Pietro, resti assiso.

io supposi la mia sposa
fosse sol dal sol spossata
per una sì arsa giornata
e si fosse all'ombra ascosa

so-spirava il dì fatale,
la derise la sua sorte
non, a nozze,
suonan le campane:
i rintocchi sono a morte.
Roberto Grasso
Composta sabato 31 marzo 2012
Vota la poesia: Commenta

    Malato d'amore

    Soffre l'infermo costretto nel letto
    ma se non ti tocco esplode il mio petto
    scorre la notte sotto lo stesso tetto
    non riesco a star fermo: d'amor sono affetto.

    Ho un immenso bisogno d'un sedativo
    l'amore m'è schivo ed io ne son privo
    chi s'accontenta d'un insulso placebo
    un'agonia lenta
    corrode un cuore insincero.
    Roberto Grasso
    Composta venerdì 9 dicembre 2011
    Vota la poesia: Commenta

      Elegia d'un amore

      Ancorato ad incertezze abituato all'apatia
      Mento mentre mi rimiro in un'immagine non mia
      Odorando ogni vestito scaccio l'ombra dell'oblio
      Respingendo rabbia odio e ira ma con far restio
      Errabondo forse ebbro d'un elogio a un'elegia.
      Roberto Grasso
      Composta venerdì 9 dicembre 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di