Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Mariella Mulas

Slanci di sorrisi

Arruffata
piccola grande
mania di te
intriga il corso
di passi
e arrischio
a braccia aperte
una corsa
che mi faccia
spiccare il volo...
È amore
il richiamo
che m'invita
a slanci di sorrisi
sulle tue labbra...
E sensuale
è la parola
che canta brividi
alle tue carezze.
È' il momento
d'amarti.
È il momento
d'ignorare
radicate
malinconie
che invadono l'anima
appena non ci sei.
Mariella Mulas
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Mariella Mulas

    Chi sei...

    Solo parole
    come mani
    che carezzano
    il viso...
    e sorrido ai suoni
    avvolgenti...
    Mi lascio travolgere
    da un possente mare...
    Ma si ritrae l'onda
    e non può
    la risacca
    riconoscere
    la voce
    che lascia l'eco infelice
    di un pensiero...
    Chi sei...
    spirito del mare
    per inebriare
    la tentazione
    di una sconosciuta
    favola.
    Chi sei...
    Che potere
    hai usato
    per ammiccare
    a un desiderio
    che sonnolento
    era adagiato al mio tempo
    impallidito nel cuore.
    Mariella Mulas
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Mariella Mulas

      Dove sei...

      Il fiorir di fiori
      ha confuso tra profumi
      il tuo...
      Ha celato la goccia di rugiada
      che irrorava di irreale
      esili foglie ancora acerbe.
      Il fiorir di mille colori
      ha sbiadito il tuo colore
      che all'alba si concedeva
      a raggi pallidi
      poi tempestati da vaganti
      ombre di nubi.
      Dove sei
      piccolo cristallo
      che rifrangevi il tempo
      di spiragli luminosi...
      Dove sei, piccolo opale prezioso
      di sogni.
      ... Sei nella terra dei desideri
      inespressi,
      ... sei nel limbo che accoglie spiriti inquieti
      avvolti da correnti
      che lusingano di sguardi ciechi.
      Dove sei...
      Nel silenzio delle ore
      volutamente dissolto nell'ignoto.
      Mariella Mulas
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Mariella Mulas

        Michael

        S'ode l'urlo
        del mondo che trema
        ormai il tuo silenzio... Michael.
        Voce, musica,
        voglia di gioventù
        nel tuo volto che rincorreva
        l'impossibile dei desideri.
        Cinquanta il tempo
        della vita per consegnarti mito
        ... Tu,
        che sei stato
        e resterai fra i miti
        nel pensiero.
        Peccatore forse
        di lustrini,
        ammaliatore d'intenti
        ma il cuore tuo no...
        Era come il nostro
        nei tempi d'ingenuità
        dove note
        si addensavano di parole
        ripetute,
        cantate, trasformate
        in inno di quei sogni
        che hai creato,
        vitali di passato
        immortali di futuro.
        Mariella Mulas
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Mariella Mulas

          Solo poesia

          Poesia
          appunti dell'anima,
          in cuore frenetico
          di stati d'animo,
          per tratteggiare
          tra righe scritte,
          senso d'infelicità
          o rari istanti di gioia.
          Poesia
          per dire amore,
          facendo luccicare
          una lacrima nascosta
          che si asciugherà
          quando leggendo capirà.
          Poesia
          per inneggiare bellezza di colori,
          per avvertire sogni
          anche in un onda che sfiora
          o in una nube
          che scivola ombreggiando
          capelli al vento...
          Poesia
          negli occhi limpidi di bimbo
          che vede ridere anche il sole
          baciando mamma e papà.
          Solo poesia
          di ogni emozione della vita
          per esistere
          sapendo tutto di noi.
          Mariella Mulas
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Mariella Mulas

            Ti aspettavo

            Ho percorso pensieri.
            Aggirato menzogne.
            Rifiutato ambigue risposte...
            Ho atteso luce
            per sorprendere ombre
            vaganti sul mio dolore.
            In silenzio ho gridato
            la mia gelosia.
            Scacciato ossessive parole
            e sulle labbra
            lasciato segni della mia angoscia.
            Poi, tu sei apparso
            e giorni di tormento
            sono diventati secondi
            già dimenticati.
            Ti aspettavo...
            dentro me...
            per bere il tuo amore
            dal calice del perdono.
            Gli occhi negli occhi
            per fissare certezze
            come catene agganciate
            a un unico destino d'amore.
            Mariella Mulas
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Mariella Mulas

              È l'ora...

              È l'ora del cuore
              l'attimo del tuo sguardo...
              L'ora di volare
              piuma leggera di sensazioni.
              È l'ora di stellari suoni
              per danzare fragile di passione,
              l'ora del tuo respiro
              a rinfrescar labbra
              di umidi baci.
              È l'ora delle emozioni
              ai tuoi sospiri,
              alle carezze elettrizzanti la pelle.
              È l'ora che i tuoi pensieri
              siano solo miei...
              È il mio sogno di te...
              Sarà più in là
              che sonderò dubbi
              che sostano silenziosi nella mente,
              forse solleciterò risposte,
              forse ti crederò...
              ora viaggio nella follia del desiderio
              nell'ora dell'amare.
              Mariella Mulas
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Mariella Mulas

                Ti amo Poesia

                Sei piuma tra le mie mani...
                Un soffio e t'innalzi.
                E voli... voli
                tra nubi bianche
                in un cielo che ti guarda benigno.
                E sa dei sospiri...
                Sa dei languori
                per sogni incatenati...
                Ma tu vai più alto
                ... segui il fiato del cuore.
                Sfiori illusioni
                Accarezzi desideri...
                Ti fermi ai miei occhi in parole
                corteggiando la fantasia...
                Nessun confine
                nei tuoi viaggi.
                Conosci l'amore.
                Il dolore.
                La nostalgia...
                Spazi nell'immenso
                e non cogli le montagne
                dell'indifferenza
                ingrigite di silenzi...
                Ti amo Poesia
                che fai vivere l'anima.
                Ti amo perdutamente.
                Per te
                costruirò fogli bianchi di purezza
                per adagiarti d'eternità.
                Ed io respirerò
                la tua magia
                fino a ché i miei pensieri
                ti riconosceranno elisir
                in questa mia vita.
                Mariella Mulas
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Mariella Mulas

                  "Mamma" è il mio nome

                  Il mio amar
                  è avvertire ogni attimo
                  del tuo respiro...
                  è sentire in me
                  nel mio seno
                  tutt'uno il tuo battito
                  al mio battito...
                  Il mio amar
                  è ridere del dolore
                  della tua vita che nasce...
                  che solerte urla
                  la tua voglia di luce.
                  Il mio amar
                  è accudire il tuo pianto
                  come tue parole d'amore
                  e delirare di felicità
                  per ogni tuo sorriso...
                  il mio amar
                  è condurti là, piano,
                  dove il tempo s'incontra
                  con il tuo destino
                  e rasserenare ogni
                  dispetto che ti attende
                  nell'inesorabile cammino
                  della tua coscienza.
                  Il mio amar
                  è gioire dove tuoi occhi
                  innamorati posano
                  i primi baci...
                  e ascoltare i tuoi passi
                  che si allontanano
                  e teneri germogli poi coltivi fiero...
                  Il mio amar
                  è vederti nitido
                  anche nei miei occhi stanchi e opachi
                  felice e orgogliosa di te
                  ancora nel mio seno
                  sempre in me...
                  in ogni attimo di un tuo richiamo:
                  Sì, amore...
                  "Mamma" è il mio nome.
                  Mariella Mulas
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Mariella Mulas

                    Vorrei donarti

                    Vorrei donarti scale d'infinito
                    per raggiungere
                    l'Olimpo dei sogni...
                    Ti darei ali,
                    piume di vento,
                    per spaziare emozioni
                    e, ad ogni palpito,
                    il tuo sorriso
                    darebbe più calore del sole
                    e illuminerebbe
                    gli antri oscuri del silenzio...
                    Vorrei arcobaleni
                    per vestire la tua anima di colori
                    ma ho solo parole
                    per invogliare desideri
                    e, con i miei pensieri,
                    posso offrire miraggi di certezze
                    ad assecondare di coraggio
                    il viaggio della tua vita,
                    lastricando di fiducia
                    quel sentiero che conduce solo al destino.
                    Mariella Mulas
                    Vota la poesia: Commenta