Poesie di Lina Orlandi

Nato mercoledì 29 marzo 1961 a Bologna (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: L. Orlandi

Giaciglio

Giaciglio, vieni meco,
il sito del riposo è ovunque,
mente ignorante,
mano furtiva.

Ricchezze, gemme preziose,
mente ignorante,
mano furtiva.

Ammazzare, terminare,
disintegrare, schiacciare,
lama sottile rincorre furiosa.

Galoppo, ansimo, aria,
giaciglio non lasciarmi.
Anfratto nero, segreto,
la casa ora,
riposo.
Lina Orlandi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: L. Orlandi

    Chissà perché...

    Togli il coperchio dalla pentola e tutto arriva.

    In adolescenza bastava un'emozione,
    la penna cominciava e smetteva solo
    al finire delle lacrime,

    poi un coperchio, forse di acciaio spesso,
    ha chiuso la pentola che si è riaperta
    con grande fragore,
    e ricomincio da lì,
    continuo ciò che in fondo non si è mai interrotto.

    Chissà perché la pausa così lunga,
    chissà perché ho impiegato il tempo fuori del mio IO,
    chissà perché ho bisogno di occuparmi della "mia" bimba,
    chissà perché ogni piccola emozione chiama la penna,
    chissà perché ho assolutamente bisogno di dire "ora" e non "dopo",
    chissà perché...
    Lina Orlandi
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di