Questo sito contribuisce alla audience di

Stronza la vita...

Cammino per strada
È bella questa mia città
All'improvviso comincio a pensare a tutto ciò che mi sta succedendo tante emozioni voglia di vivere liberamente quel che non si può
Un sussulto, vorrei gridare...
Ma quanto è stronza la vita!
Perché fa così
Una gran voglia di piangere
Non posso c'è gente intorno
Mi guardano sembra capiscano
Non posso piangere
Un groppo in gola,
si chiude, esplode
Ecco... arriva un moscerino dritto nell'occhio sinistro
... posso piangere
È stronza la vita?
In fin dei conti anche adesso ha capito, ha mandato un moscerino per aiutarmi a piangere...
Tranquilla combatto, indosso la mia armatura
si lo farò anche stavolta, deciso
Non mollo... combatto, almeno ci provo.
Immacolata Sciarretta
Composta lunedì 27 maggio 2019
Vota la poesia: Commenta

    Mattino bastardo

    Mattino bastardo!
    Mi sveglio, allungo la mano e...
    tu non ci sei
    Non è bastata la notte, così lunga,
    a farmi compagnia
    ora anche lui, a darmi conferma
    di quanto sia dura.
    Io qui, sola e tu lì.
    L'amore che chiama,
    il cuore che piange,
    l'anima in subbuglio...
    quando ne parleremo, mi dirai:
    "Ma allora cosa vuoi?"
    Nulla di più di ciò che vuoi tu,
    esigo per me, lo stesso amore
    che provo e inspiegabilmente
    sento per te, anzi... lo pretendo.
    Immacolata Sciarretta
    Composta martedì 28 maggio 2019
    Vota la poesia: Commenta

      Se mi amassi

      Se mi amassi di amore vero
      avrei tenuto il cuore socchiuso.
      Evidentemente...
      non mi amo ancora abbastanza
      e continuo, persevero nei miei errori.
      Aprirei il cuore a chi dell'amore
      conosce solo il semplice vocabolo
      che non sa leggere né entrare
      nella profondità dell'anima.
      Perché chi entra, dovrebbe saper leggere
      attraverso gli occhi tutto ciò che è racchiuso,
      celato dentro me.
      Immacolata Sciarretta
      Composta giovedì 23 maggio 2019
      Vota la poesia: Commenta

        Voglio

        Voglio...
        Voglio da te una raffica di strabilianti emozioni quelle che creano dipendenza, quasi una droga
        che ti prendono sin dentro le viscere
        Voglio avere fame di te ogni momento
        e poi sete,
        e il solo tuo odore mi ubriachi tanto da togliermi il sonno
        Voglio tutte queste emozioni che ti esplodono dentro,
        come cariche fameliche,
        strabilianti, estasianti,
        quasi tormento
        Emozioni di quelle che ti rendono forti che entrano dalla pelle alla mente, al cuore
        in ogni punto, ogni angolo di me persino quello più nascosto dove nessuno mai è entrato
        che restino appiccicate alla pelle
        quasi da sembrare tormento che pungono la mente
        devono essere forti come fuochi d'artificio
        che ti lascino il segno per tutta la vita...
        Almeno per quella che mi resta.
        Immacolata Sciarretta
        Composta mercoledì 22 maggio 2019
        Vota la poesia: Commenta
          Bastava dirlo che non sei capace di donare
          Bastava dirlo che tu usi, prendi e vai
          Saper tenere le persone, amare è cosa ardita
          mica tutti sanno aprire il cuore e poi stringere forte
          Bastava dirlo,
          avrei tenuto chiuso il mio
          tu non avresti bussato
          io non avrei aperto
          Ci vuol coraggio a dire
          Ancora di più a fare.
          Immacolata Sciarretta
          Composta venerdì 17 maggio 2019
          Vota la poesia: Commenta