Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Ilaria Sans˛

Scrittura, nato lunedý 13 giugno 1994 a Uster, Svizzera (Svizzera)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ilaria Sans˛

E ti ho visto

E ti ho visto
ma non ho potuto parlarti.
Un vetro davanti a noi
e sapevamo che non potevamo dirci nulla.
Lacrime.
Mie e tue. Tu che non riuscivi a dire una parola, io che volevo superarlo con un incantesimo che mi portasse, poi, da te.
Chi ha scelto il nostro finale?
SarÓ stato il tempo
ma in questo tempo, mi spiace, non smetto d'amarti.
Insistevo a guardarti
ma in questo tempo, mi spiace, non potr˛ dimenticarti.
Il tempo non Ŕ stato il mio amico.
Li vedevo bene quei tuoi occhi lucidi e pieni di lacrime.
E ti ho visto
ma non ho potuto abbracciarti.
Alcune volte posso soltanto amarti senza freno,
da lontano, in silenzio:
e tu non lo verrai mai a sapere.
Ricordati di me oltre ogni limite che c'Ŕ.
Prendimi da dietro la nuca e dimmi che un senso ancora esiste, oltre ogni limite che c'Ŕ.
Ilaria Sans˛
Composta martedý 3 ottobre 2017
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ilaria Sans˛
    Persi la cognizione di persona con te:
    dove finivi tu, cominciavo io.
    Sei stato come quella strada giusta da intraprendere, luminosa ed immensa.
    Sei stato i silenzi rumorosi
    come le virgole delle poesie,
    come quello degli abbracci.
    Tutte le volte che ti ricordo il mio cuore tace per rispetto.
    Per il mio rispetto.
    Come il rispetto delle barriere
    della vita che non mi fanno pi¨ sentire il tono della tua voce.
    Sei stato quella fotografia
    dell'amore che ha come cornice
    il mio cuore.
    Sto cercando di ricordarti ogni giorno di non dimenticar (ci).
    Ed anche tu, oltre al mondo,
    mi hai dato le spalle.
    Anche se mi hai lasciata
    inesorabilmente vuota.
    Vivo per quello che ho.
    In ogni caso, vivendo,
    Ti ho.

    - cmpersi la cognizione di persona con te:
    dove finivi tu, cominciavo io.
    Sei stato come quella strada giusta da intraprendere, luminosa ed immensa.
    Sei stato i silenzi rumorosi
    come le virgole delle poesie,
    come quello degli abbracci.
    Tutte le volte che ti ricordo il mio cuore tace per rispetto.
    Per il mio rispetto.
    Come il rispetto delle barriere
    della vita che non mi fanno pi¨ sentire il tono della tua voce.
    Sei stato quella fotografia
    dell'amore che ha come cornice
    il mio cuore.
    Sto cercando di ricordarti ogni giorno di non dimenticar (ci).
    Ed anche tu, oltre al mondo,
    mi hai dato le spalle.
    Anche se mi hai lasciata
    inesorabilmente vuota.
    Vivo per quello che ho.
    In ogni caso, vivendo,
    Ti ho.
    Ilaria Sans˛
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ilaria Sans˛
      Cielo e terra.
      Dove inizio io, finisci tu.
      ╚ cosý che (ci) immagino
      quando vorrei sentire solo te
      e nessun altro.
      A volte piango,
      a volte divento storta con le mie lune,
      a volte sto bene
      e altre cerco di splendere.
      Tu poni la mia rosa
      e in me nasce lo splendore
      e in me rivivo ancora di pi¨.
      Ci stanno le farfalle intorno a noi
      che mica tutti sanno quello che ho dentro.
      Ma tu,
      tu.
      Lo sai. Grazie terra
      che senza di te, sai
      io non sarei cielo.
      Ilaria Sans˛
      Vota la poesia: Commenta