Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni

I pensieri non usati

Dove vanno a finire tutti i pensieri non usati?

Pensieri che forse per paura
per non sembrar diversi
o essere sinceri abbiamo soffocati?

Restano insieme a noi per poco tempo
credo malvolentieri
e se li ricerchiamo
è già ieri

Tornano indietro a volte come le sbagliate lettere
tornano solo per farci riflettere

Forse qualquno con pazienza attende il nascere
di una nuova giornata
ma stanchi d'aspettare trovano da soli
la via d'uscita

Si perdono nel cielo piano piano
come la corda del palloncino
che da bambini
ci è sfuggita dalla mano.
Franco Mastroianni
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    Cantine Buie

    Case affacciate dentro vecchi cortili
    camice stese ad asciugare
    ricordan burattini appesi ai fili
    cerniere di metallo arrugginito
    sorreggono ormai stanche
    portoni che hanno dato asili

    Cantine buie nascondono i fantasmi
    nati dai giochi per pagare pegno
    attento!
    Dietro la porta c'è il pirata
    con la gamba di legno

    I magici castelli protetti da alte mura
    fatte di cartone
    attacchi improvvisati da villici guerrieri
    fuoriusciti da una tenda

    Magica la mamma quando chiamava
    per la merenda.
    Franco Mastroianni
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni

      Il Gusto Amaro

      Ormai è tardi
      inutile cercar
      di ritrovar gli sguardi

      Inutile cercar di ricucire
      questo vestito
      già stretto
      prima di vestire

      Inutile cercare le parole
      adesso non c'è piu niente da dire
      ogni inizio a un suo finire

      Si cala il sipario finisce la festa
      un po di vuoto c'è
      nel cuore e nella testa

      Succede tante volte
      non è raro
      d'assaporare un cuore e sentirne
      il gusto amaro.
      Franco Mastroianni
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Franco Mastroianni

        Non c'è un copione

        Di notte
        quando e andato a dormire
        il più ritardatario dei rumori
        cambiamo vestito
        e dentro i nostri sogni diventiamo attori

        Chi parla piano
        chi grida come un leone
        tutto va bene
        non c'è un copione

        Chi si sveglia da un sogno
        che sembra millenario
        e addormentandosi un'altra volta
        s'incazza
        perché non trova più lo scenario

        Chi suda chi si prende paura
        chi si sveglia di botto
        chi stringe il cuscino
        chi ci mette la testa sotto

        Paure tragedie
        romanzi commedie
        signori di spicco
        signori di legge
        tavole casse
        mobili sedie

        Un cane feroce
        un limone una noce
        il ricco signore
        un muratore

        Il silenzio
        un rombo un motore
        il cuore l'amore
        la gioia e il dolore

        I sogni son falsi
        son dolci
        son veri

        I sogni si vestono
        con i nostri pensieri.
        Franco Mastroianni
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Franco Mastroianni

          In cerca

          Di chimica
          sul volto
          non hai alcun bisogno

          colore naturale il
          tuo
          scenografia d'un sogno

          è come quando
          senza pensieri imbocchi
          una semplice strada di campagna

          ti senti avvolto dai colori
          la mente vola
          come l'ape
          in cerca del suo fiore

          inebriandosi di nettare
          attratta dal colore.

          È come quando penso
          a te
          mio dolce amore

          è vita
          il tuo colore.
          Franco Mastroianni
          Composta domenica 7 febbraio 2010
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Franco Mastroianni

            Senza far rumore

            E mi ritrovo qui
            a giocar con i pensieri
            quelli di oggi di domani
            e un po di ieri

            Non si fermano mai
            vanno avanti e indietro senza meta
            non li fermo nemmeno
            posandoci una pietra

            Si rincorrono toccando della mente mia ogni lato
            girando
            ora son qua e subito han cambiato

            Si diverono nella testa i pensieri
            e le cose che ora sto scrivendo
            non so piu se le avevo già pensate ieri

            E io che credevo d'aver tutto preparato
            invece no
            erano loro che avevano giocato

            Silenzio... sembra si siano fermati un momento
            non ho piu confusione in testa
            e son contento

            Ora con calma
            senza far rumore
            mi avvio per quella strada
            che scende e porta vicino al cuore

            Così appena i miei pensieri
            si risvegliano
            sentendo il suo calore
            penseranno solo a te

            Mio dolce amore.
            Franco Mastroianni
            Vota la poesia: Commenta