Poesie di Carlo Peparello

IT Manager, nato lunedì 22 luglio 1974 a Roma
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: Carlo Peparello

Haiti

Perché spazzi via ciò che esiste appena?
Quale occhio annebbiato ti guida?
Tutta questa furia per ricominciare il niente
l'energia catalizzata tra fantasmi e pena
Sei come una casalinga che spolvera il lucido
trascurando le ragnatele stantie, visibili
Non raccoglierai nemmeno cenere
Anche quella era stata impegnata già
Effimera chimica che ti genera
Lascia in pace chi non vuol essere visto
Tramonta per sempre
Solca terre spaccate dall'odio
Irrigate dal sangue e dalla cupidigia
Infliggi pure la tua punizione al reo
Consenti al sottomesso un alito di pace
Ora e per sempre.
Carlo Peparello
Composta venerdì 15 gennaio 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Carlo Peparello

    Souvenir

    Non basta il ricordo per conservare una esperienza
    serve una foto, l'oggetto da mettere sulla credenza
    Immortalare quell'istante in quel posto lontano
    dove senza vergogna cercavi la sua mano
    fermare per sempre una folla sconosciuta
    un tramonto straniero o una sana bevuta
    Un abbraccio con l'amico mai più rivisto
    lontano ormai anni per colpa o imprevisto
    Sfogliare quell'album dimenticato
    pagina dopo pagina la storia dell'amore passato
    Sono tanti souvenir di grigi pensieri, scintille di memoria
    Opachi riflessi di cose che ormai sono storia...
    Carlo Peparello
    Composta lunedì 11 gennaio 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Carlo Peparello

      Inganni

      Se cerchi la fortuna lascia stare gli amuleti
      Se cerchi la verità lascia stare i preti
      Diffida di ancor man e pontefici
      di opinionisti e politici
      Lascia stare esempi da copertina
      Non invidiare il vip e la ballerina
      Diffida del circo e della corrida
      Di chi urla coraggio e fugge la sfida
      Strappati di dosso il clamore
      Ritrova colore e calore
      Non vergognarti di sorridere
      Non aver paura di percorrere
      Non disdegnare la novità
      Non finire in parità
      Nessuno ti aspetta
      Non avere fretta.
      Carlo Peparello
      Composta martedì 1 dicembre 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Carlo Peparello

        Canzone

        Smetti di pensare se la cosa ti fa male
        Come disse quel profeta che non giunse mai alla meta
        Abbi fretta di dannarti e non di perdonarti
        Serve calma e concentrazione
        o diventi salma in putrefazione
        Ascolta il dolore a denti stretti
        sopporta in silenzio e non dolerti
        Arriverà il carro dei giulivi
        cigolante su picchi e declivi
        salta sopra e copri la testa
        Anche nel deserto arriva la festa
        Solitario parlerai con te stesso
        ti ammirerai e ti darai del fesso
        l'importante ed essere sinceri
        essere vulnerabile e andarne fieri
        La perfezione annoia e tutto ingoia
        l'umanità rende unici e scaccia la boria
        Ennesimo verso per un umile chiusura
        scansare il male e cercare la cura
        Senza paura, senza paura.
        Carlo Peparello
        Composta domenica 29 novembre 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Carlo Peparello

          Metamorfosi

          È un inevitabile mutamento
          La rinascita dell'elemento
          la creazione spegnersi in un momento
          Cambia chi si evolve
          Rimane inerte chi non cresce
          o non vuole
          Libero arbitrio e trasformazione
          Diventare qualcosa di lontano
          Fondersi col mai conosciuto
          Essere tutt'uno e unico e solo
          Condividere la materia
          Sfumare il pensiero e la luce
          Trasformarsi è elevazione
          sacrificio in nome dello stadio finale
          Nessun limite.
          Carlo Peparello
          Composta mercoledì 25 novembre 2009
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di