Scritta da: ODIOSA
Si osservavano
scheletri
avanzare lenti
e precipitare
lungo l'abisso
dell'oscurità

Si vedevano
scheletri
affondare
in un fango di lacrime
stringendo tra le dita
briciole di vita

si incolonnavano
scheletri
in lunghe file di numeri
con impressi sulla pelle
timbri di crudeltà
umana

Adesso
piccole stelle spente
brilleranno
per sempre
nei cuori di chi
non li ha dimenticati.
Tindara Cannistrà
Composta mercoledì 26 gennaio 2011
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di