Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Mimma Russo

Musicista, nato martedì 25 ottobre 1994 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Domemì
A volte mi chiedo se mai riuscirò a far parte in questa realtà. In un mondo che non sa più ringraziare, apprezzare e osservare. In un mondo che ha perso l'arte di ascoltare. Un mondo dove un libro è soltanto un libro. Un bicchiere di vino è solo un semplice brindare. Ma neanche. Un tramonto è solo una foto da scattare, dove arriva prima il cellulare e poi forse gli occhi. Un mondo dove nessuno si emoziona con il semplice. Ma dove tutti sognano lo sfarzo. Chissà se mai riuscirò a far parte in questo mondo dove avanza l'arroganza, il disprezzo e l'opportunismo, mentre a quel punto, indietreggia la sensibilità, l'umanità e il tacere. Ciò che ormai risulta semplice è saper giudicare, puntate il dito, e il non saper ascoltare il silenzio, che il più delle volte è un rumore assordante per chi sa ascoltare. Malgrado tutto, credo in coloro che posseggono un animo sensibile. Solo grazie a loro il mondo potrà salvarsi.
Mimma Russo
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Domemì
    Succede che di notte i pensieri si affollano nella testa da far così tanto rumore che anche il caos più totale sarà silenzioso a confronto. Succede che non dormi e confondi la notte con il giorno. Succede che film, libri, canzoni parlano di te. Succede che ti senti dentro ad ogni cosa, che ogni cosa parli di te. Succede che un cuscino è troppo poco per proteggerti dalle paure, ma troppo grande per bloccarti il respiro. Succede che hai una botte di lacrime pronta ad esplodere, ma tu stringi forte denti e pugni per non farlo accadere. Succede che ogni cosa ti sta così tanto stretta che ti tocca lo stomaco. Succede che hai solo una gran voglia di urlare a squarciagola. Succede, a volte, che non ce la fai più.
    Mimma Russo
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Domemì
      Ho cominciato a selezionare nella mia vita.
      A me piace riempire cassetti di cose belle. Felici. Quelle che fanno bene al cuore e all'anima.

      A me piace poter condividere sorrisi, quelli veri, quelli vissuti fino in fondo.
      Quelli dove ti fa male la milza. Quelli che reputo la miglior palestra per l'addome.

      A me piace parlare di chi mi ha fatto felice con un sorriso. Chi ha lottato insieme a me contro i miei mostri.

      A me piace chi mi stringe la mano con gli occhi.
      Chi sa guardali fino in fondo,
      Chi conosce ogni sfumatura del mio colore.
      Chi sa decifrare i miei geroglifici che porto dentro.

      A me piace chi fuma una sigaretta lentamente, chi fa più sorsi ad un caffè.

      A me piace chi come me ama la natura nonostante non conosca i nomi dei fiori e delle piante.
      Chi ama non tanto osservare quanto ascoltare il mare di notte.

      A me piace chi ama la lettura. Chi sa perdersi in un racconto.
      Chi quando parla guarda negli occhi.
      Chi mentre lo fa non cala mai lo sguardo.

      A me piace chi si emoziona ad un tramonto.
      Chi sa perdersi in un viaggio mai fatto.
      Chi sogna.
      Chi crede ancora nei desideri.

      A me piace questo.

      Osservare il profondo degli occhi e renderli poi gemme preziose.
      Mimma Russo
      Composto sabato 2 novembre 2019
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Domemì
        Ho creduto continuamente che la mia paura, le mie perenne insicurezze, sarebbero state per me un grosso ostacolo, un blocco potente. Imbattibile. Ho creduto fino a convincermi di essere molto più piccola di lei. Ci ho creduto così tanto che stessa io ero a rimpicciolirmi ogni volta che lei, paura, tornava dietro le mie spalle. Ho creduto che forse non ci sarebbe stata via di fuga. Ma quell'inverno freddo, gelido, ammaliata da quel raggio di sole non troppo caldo, ma così piacevole, ho trovato la forza. La stessa che mia madre è riuscita ad ottenere, quell'immenso coraggio nell'affrontare le tante difficoltà. Di oltrepassare intere montagne. Quella forza che lei ha avuto stretta nei pugni fermi. Quella forza che spero non perda mai. Quel coraggio, e quegli occhi pieni di racconti, quegli occhi così blu da saper parlare con un solo battito di ciglia. Quella forza di sorridere alla vita senza mai segni di cedimento. Quella forza e quel pizzico di dolore che mi hanno insegnato ad essere ciò che sono. Quella forza, che ho bisogno di ritrovare.
        Anche se io con te, non ho paura.
        Mimma Russo
        Composto sabato 2 novembre 2019
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Domemì
          Mi sono sempre chiesta il perché su tante cose. Mi sono sempre messa alla ricerca di chissà che cosa. Sono sempre andata a scavare nel profondo. Nel profondo delle anime. Ed ho letto cose indecifrabili in ognuno di voi. Ho sempre avuto una spalla in più. In più per me, per continuare ad alzarmi ogni volta e ad essere sempre più forte. In più per chi come me lotta contro le paure, e lo fa in silenzio, di notte, quando si è soli. Ho conservato odori e rumori, belli e brutti. Li ho conservati in un cassetto dentro di me. Ed ho esposto invece le cose a colori nei miei sorrisi, nei miei occhi, per mostrarmi al mondo luminosa. Perché a nessuno importa se sei triste, se quel giorno la luna ti è girata storta. Ho disegnato dunque parole e le sto colorando un po' per volta. Sto dipingendo un quadro a chiazze colorate dove piovono parole.
          Mimma Russo
          Composto sabato 2 novembre 2019
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Domemì
            Un giorno troverai gli occhi giusti. Quelli limpidi. Quelli trasparenti. Quelli profondi. Quelli che ti daranno stupore e sicurezza. Quelli che non cancellerai mai. Che immaginerai di notte. Che cercherai nelle folle di una metrò. Quelli che il solo pensiero ti fa ribollire il sangue. Che ti fa tremare la voce. Ti fa esplodere il cuore. E a poco a poco ti faranno sorridere. Incontrerai quegli occhi trasparenti che sembreranno cielo, mare. Così immensi e profondi. Così trasparenti e limpidi che avrai la sensazione di essere in una bolla blu. La stessa che sa darti l'immenso azzurro intorno a te. Incontrerai quegli occhi pieni di luce, di pace, di forza. Quelli che sapranno consolarti. Quelli che sanno parlare in silenzio. Anche al buio. Quelli di un uomo forte e sinceri come quelli di un bambino. Incontrerai occhi preziosi così come i tuoi, che insieme sapranno arginare tutte le paure che la vita ogni tanto ci lancia.
            Mimma Russo
            Composto sabato 2 novembre 2019
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Domemì
              Ho scritto mille parole sul diario del mio cuore. Lì saranno al riparo da tutto quest odio che c'è in giro. Dagli amori non corrisposti. Non capiti. Da tutti quei amori che non guardano negli occhi, che si limitano a guardarsi le mani. Perché per quanto possa essere bello tenersi per mano, non sarà mai così intenso come il guardare i propri emisferi, i propri orizzonti. Ho scritto mille parole su di una lastra di vetro dove solo chi è capace a tener l'equilibro può avere tra le mani. Chi non ha paura. Ho scritto mille parole sulla sabbia, in riva al mare. Dove la loro durata è meno di un decimo di secondo. Dove quell'onda se le porterà via con se diffondendole nell'immenso blu. Nella sua profondità. Ho scritto mille parole nei tuoi occhi. Una sera, mentre ti guardavo in silenzio. Quando mi chiedevi a cosa pensavo ed io ti rispondevo niente.
              Mimma Russo
              Composto sabato 2 novembre 2019
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Domemì
                State alla larga da chi vi promette amore.
                State alla larga da chi si dimostra affettuoso.
                State alla larga di chi vi dichiara l'amore eterno.
                Non sono nient'altro che emeriti bugiardi.
                Bugiardi nell'animo, nelle ossa, nel midollo.
                Sono quelli che sapranno ingannarvi con tale facilità.
                Non fidatevi di chi si dimostra vittima con terze persone.
                Lo fanno per il semplice fatto che sanno di essere nello schifo della loro coscienza, e per uscirne gli è più semplice incolpare.
                Mimma Russo
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Domemì
                  Se solo potessimo starcene sdraiati lungo una spiaggia, di sera, a contare le stelle e ad indicarne con il dito la più luminosa, e magari darle un nome.
                  Se solo potessimo deviare gli ostacoli senza più ritrovarli.
                  Se solo potessimo stare in due posti contemporaneamente.
                  Se solo potessimo assaporare il gusto di ogni cosa buona, senza che ci lasci l'amaro in bocca.
                  Se solo potessimo non inghiottire più tutte le cose non giuste.
                  Se solo potessimo non mettere in discussione niente. Noi stessi in primis.
                  Se solo potessimo.
                  Ma purtroppo siamo qui, e dobbiamo accettare tutto quello che la vita ci offre, anche se a volte, una vita con un Dio un po' distratto.
                  Mimma Russo
                  Composto venerdì 30 novembre 2018
                  Vota il post: Commenta
                    Scritto da: Domemì
                    Eh sì.
                    Avete presente il mare in tempesta? L'alta marea, e quelle enormi onde che fanno un rumore assurdo?
                    Sì, esatto... mi sento così in questo periodo.
                    Amo il mare.
                    Amo guardarlo ed ascoltarlo.
                    D'estate e d'inverno.
                    Amo i suoi colori.
                    La sua profondità.
                    La sua serenità, e allo stesso tempo la sua agitazione.
                    Forse perché mi rispecchio molto.
                    Lo so, è da emeriti idioti paragonarsi ad un qualcosa, soprattutto un qualcosa di così grande, o meglio, immenso.
                    Ma spesso mi ritrovo lì. Nei momenti tristi o viceversa.
                    Diciamo che adoro starmene in spiaggia, su degli scogli, magari a lanciare sassolini. Guardare la luce delle luna che rispecchia sulla sua superficie, ascoltare la musica che miglior suona in quelle circostanze.
                    Ci sono dei giorni in cui mi sento così distaccata dalla realtà che mi circonda.
                    Mi sento fredda, sento che chi voglio davvero al mio fianco non lo sa, non lo percepisce.
                    Sono arrivata a mettere in discussione me stessa, perché spesso mi capita di non essere ricambiata.
                    Perché spesso, per il mio maledetto modo di essere, così avara di affetto, mi porta a far scappare le persone che in realtà vorrei restassero.
                    È per questo che mi sento come il mare.
                    Perché è freddo.
                    Perché è profondo ed imprevedibile.
                    Perché è sereno ed agitato.
                    Perché è così grande che a volte fa paura.
                    Mimma Russo
                    Composto venerdì 30 novembre 2018
                    Vota il post: Commenta