Questo sito contribuisce alla audience di

Giornata della memoria

Ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata in commemorazione delle vittime dell'Olocausto.


in Frasi & Aforismi (Giornata della memoria)
A molti, individui o popoli, può accadere di ritenere, più o meno consapevolmente, che "ogni straniero è nemico". Per lo più questa convinzione giace in fondo agli animi come una infezione latente; si manifesta solo in atti saltuari e incoordinati, e non sta all'origine di un sistema di pensiero. Ma quando questo avviene, quando il dogma inespresso diventa premessa maggiore di un sillogismo, allora, al termine della catena, sta il Lager. Esso è il prodotto di una concezione del mondo portata alle sue conseguenze con rigorosa coerenza: finché la concezione sussiste, le conseguenze ci minacciano. La storia dei campi di distruzione dovrebbe venire intesa da tutti come un sinistro segnale di pericolo.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Rosa Di Lernia
    in Frasi & Aforismi (Giornata della memoria)
    Giorno del ricordo delle foibe 10 febbraio.

    L'indifferenza ha permesso di rimuovere il ricordo di questa tragedia avvenuta dal 1943-1945.
    L'indifferenza è il peggiore dei sentimenti che l'uomo possa provare.
    In quel periodo così tragico c'erano in contrapposizione, amore, dolore, cattiveria, indifferenza.
    Fratelli che annientavano i propri fratelli come caino contro abele.
    La tragedia si ripeteva, essendo una piaga dell'umanità.
    Composta lunedì 10 febbraio 2014
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Taurio Luigi soli
      in Frasi & Aforismi (Giornata della memoria)
      Le ali della memoria resteranno per sempre incollate al cuore delle persone dall'animo leggero, che potranno così prendere il volo e portare quel messaggio oltre i confini dell'infinito attraversando lo spazio ed il tempo; la polvere che getteranno dall'alto riuscirà in seguito a scalfire anche i cuori più duri.
      Composta venerdì 29 gennaio 2016
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Rosa Di Lernia
        in Frasi & Aforismi (Giornata della memoria)
        Ciò che è avvenuto allora è la dimostrazione di come l'uomo può essere considerato peggio di una bestia. Fu calpestata la dignità che per ognuno di noi rappresenta il nostro "io". Hanno voluto cancellare, oltre alla dignità stessa ciò che era parte di loro, il loro credo, i loro oggetti, i loro corpi. Già li hanno bruciati, ne hanno fatto cenere. Non doveva restare nulla che potesse ricordare la loro esistenza. Volevano annientare un popolo che era anch'esso fratello, già perché il mondo è nato senza confini e tutti fratelli sotto uno stesso cielo, ma l'uomo ha posto i confini definendo nemico chi per lui era diverso. Ma la diversità dovrebbe essere un valore aggiunto e non un handicap. Tuttora non si riesce a concepire ciò che abbia scaturito tanta crudeltà, che è peggio della cattiveria. Per non dimenticare mai.
        Composta martedì 27 gennaio 2015
        Vota la frase: Commenta
          Scritta da: Rosa Di Lernia
          in Frasi & Aforismi (Giornata della memoria)
          Come potevano pensare di poter creare un popolo eletto sterminando un altro popolo. Un popolo con l'anima arida, dove non nascevano emozioni ritenute debolezze, era terreno fertile per la crudeltà verso i propri simili, la cui colpa era avere un credo diverso o essere nato sotto un cielo, che quel popolo, non riconosceva degno di esistere. Tutto ciò ha portato solo ad uno sterminio che ha lasciato una ferita profonda nel popolo ebraico, offeso nella dignità nell'essere stato denigrato e cercato di sterminare.
          Composta martedì 27 gennaio 2015
          Vota la frase: Commenta