Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie


Scritta da: Gabriele Bozzi

Natura

Vi è un piacere nei boschi inesplorati,
un silenzio che nessuno ha mai sentito.
Foglie d'acacia volano nel cielo dando vita a strane melodie.
Minuto dopo minuto gocce d'oro,
cadono bagnando il sottobosco primaverile
e una leggera nebbia sale alta
come il ricordo d'un ormai passato inverno.
Composta mercoledì 22 marzo 2017
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Egyzia72

    A te mio Signore

    Oh mio Signore!
    m'inchino a te
    alla tua grandezza e bellezza
    forza e onnipotenza
    illustre messaggero della
    parola gloria
    simboleggi la misteriosa
    terra di Kemet
    che ti fu culla fin
    dai tuoi primi giorni di vita.
    Oh mio Signore!
    cogli il mio amore
    sono serva plebea
    nelle tue mani antiche
    custodisci questo umile cuore
    che tanto soffre
    nella dimora del Tempio.
    Oh mio Signore!
    Supremo Sovrano
    che risplendi
    nelle braccia di Aton
    illumina quest'anima dolente
    prima che l'oscurità si
    elevi su tutto il creato
    sono figlia del Nilo
    creatura d'Egitto
    veglia su di me
    come il tuo potere ti concerne
    attenua le mie suppliche
    omaggiami nei tuoi cieli
    lascia che io un dì
    riposi accanto a te
    per l'eternità.
    Composta mercoledì 22 marzo 2017
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Denise Thompson

      Il bruco e la farfalla

      Il bruco scelse di posar le ali
      desiderava immensamente riuscire a volar di nuovo
      librare con esse nei cieli più alti ma
      sapeva che
      per tornare ad accompagnarsi con esse
      doveva comprendere quanto importanti fossero.
      Per molto tempo il bruco,
      con superficialità indossava le sue ali
      ma se ne rese conto in tempo, per non perderle,
      diede loro un nome
      le stringeva forte a sé
      la notte posava il capo per riposare
      le curava come mai aveva fatto
      il nome che diede loro era
      amore
      e da quando lo pronunciò
      cominciò felice a volare di nuovo.
      Composta venerdì 24 marzo 2017
      Vota la poesia: Commenta