Questo sito contribuisce alla audience di

I migliori racconti di Jean-Paul Malfatti

Freelance, nato lunedì 30 giugno 1986 a Como (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritto da: Jean-Paul Malfatti

Una domenica in famiglia

Introduzione

per chi non lo sapesse, paolino è figlio di madre italiana e cristiana e di padre nordamericano e ateo. Lui, invece, è italo-americano e semplicemente gay.

Il racconto

è l'ora del pranzo domenicale e la famiglia malfatti è pronta per condividere un momento che negli altri giorni... [continua a leggere »]
Jean-Paul Malfatti
Composto venerdì 13 giugno 2014
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Jean-Paul Malfatti

    Il mio astro... il mio re!

    Eh sì, tu sei il mio sole. L'astro-re che mi riempie di estasi fino a farmi bollire il sangue. Quella palla di luce calda e radiosa, i cui raggi aguzzi e taglienti mi penetrano fino in fondo, sino a farmi sentire il fuoco nelle vene, e, non appena mi tocchi, la mia aura si trasforma in uno... [continua a leggere »]
    Jean-Paul Malfatti
    Composto venerdì 26 giugno 2015
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Jean-Paul Malfatti

      L'amore-odio e l'odio-amore dei trovatelli umani

      Durante alcune delle mie visite agli orfanotrofi locali, ho potuto notare che anche i piccoli senza genitori amano la vita in un modo del tutto semplice e naturale, cioè perfino prima di rendersi conto della sua reale bellezza e senza preoccuparsi di qualche sua pseudo o apparente bruttezza. Poi... [continua a leggere »]
      Jean-Paul Malfatti
      Composto giovedì 8 ottobre 2015
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Jean-Paul Malfatti

        Sesso, amore o cosa?

        Una volta un ragazzo più grande di me mi ha detto che voleva fare sesso con me e mi ha chiesto il corpo in prestito per qualche ora, ma non gliel'ho dato. Il giorno dopo mi ha detto che voleva fare l'amore con me e, oltre al corpo, mi ha chiesto anche il cuore. Ma quando gli ho chiesto se mi... [continua a leggere »]
        Jean-Paul Malfatti
        Composto mercoledì 23 gennaio 2013
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Jean-Paul Malfatti
          Il fanatismo, sia esso religioso, ideologico, partitico, patriotico o di qualsivoglia altra matrice, tende a portarci ad una fobia che, più presto o più tardi, ci porta addirittura a temere tutto ciò che è percepito come diverso da noi o ad avere paura di tutti coloro che la pensano diversamente... [continua a leggere »]
          Jean-Paul Malfatti
          Composto lunedì 19 marzo 2018
          Vota il racconto: Commenta
            Scritto da: Jean-Paul Malfatti

            Un breve dialogo con la vita

            Mi guardo allo specchio e mi domando:
            Chi sono io e perché sono qui?

            E dopo qualche attimo sento una voce dolce e serena che mi sussurra all'orecchio del cuore:
            Tu sei mio figlio adorato e sei qui perché l'ho voluto.

            Allora chiudo gli occhi e gli faccio una domanda... gli chiedo:
            Sei Dio?

            E... [continua a leggere »]
            Jean-Paul Malfatti
            Composto sabato 27 dicembre 2014
            Vota il racconto: Commenta
              Scritto da: Jean-Paul Malfatti

              Attimi di estasi e visioni ad occhi aperti

              A volte mi guardo dall'aldilà della mia tomba carnale e mi vedo solo a metà, proprio come un essere semi nascosto dietro uno specchio impalpabile, anche se visibile nell'invisibile della mia feconda e fiera immaginazione. Diciamo che è una sensazione strana e poco piacevole ma, allo stesso tempo... [continua a leggere »]
              Jean-Paul Malfatti
              Composto domenica 17 maggio 2015
              Vota il racconto: Commenta
                Scritto da: Jean-Paul Malfatti

                Se guardo, vedo

                Se guardo, vedo nel buio di un giardino che più non c'è, la timida silhouette di un fiore triste e solitario che, abbandonato su un letto arido e sfiorito, ancora piange lacrime di profonda nostalgia per uno spazio nel quale, fino a poco tempo fa, colori vividi e lucenti si mescolavano in... [continua a leggere »]
                Jean-Paul Malfatti
                Composto sabato 23 maggio 2015
                Vota il racconto: Commenta
                  Scritto da: Jean-Paul Malfatti

                  Letterina vuota

                  C'era un tempo in cui io ero una piccola lettera. Una letterina del tutto vuota e celata in una busta invisibile, quindi ormai pronta per essere spedita in un certo giorno, di un certo mese, ma di un anno troppo incerto e pieno di incognite, ad un indirizzo di posta che, a quell'epoca, ancora... [continua a leggere »]
                  Jean-Paul Malfatti
                  Composto giovedì 22 ottobre 2015
                  Vota il racconto: Commenta
                    Scritto da: Jean-Paul Malfatti

                    Sogno a occhi aperti

                    Oggi ho sognato ad occhi aperti. Sognavo che ero tornato a casa dal lavoro e te ne eri andato via per sempre. Così ho cercato di chiudere gli occhi e svegliarmi da quel sogno privo di sonno... un terribile incubo che volevo cancellare dalla mia mente, subito e per sempre... un brutto sogno che... [continua a leggere »]
                    Jean-Paul Malfatti
                    Composto domenica 8 luglio 2007
                    Vota il racconto: Commenta