Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Giovanni Barra

La Fossa nel Cuore.

Da quando lavoro in questo studio, non faccio altro che ascoltare solite storie sull'amore e sui sentimenti, ormai, incurabili fra fidanzati, amanti e persone comuni. Lei ha quindici anni, corpo ancora adolescenziale, tenacia nel perseguire l'obiettivo primario, ombrosa e di poche parole... [continua a leggere »]
Giovanni Barra
Composto giovedì 18 ottobre 2012
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Giovanni Barra

    La spiaggia è lontana dai sogni

    La spiaggia è lontana dai sogni.
    Il mio passato non si vende fin quando io vivo lui c'è. Tutti hanno dei pensieri che dovrebbero conoscere, per imparare poi ad esprimere, tirandoli fuori come un pescatore che tira una rete dal mare piena di pesce vivo, appena pescato. Così sembrano i miei... [continua a leggere »]
    Giovanni Barra
    Composto mercoledì 18 agosto 2010
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Giovanni Barra

      Lo Stesso Appello

      Lo Stesso Appello.
      Quello rivolto all'uomo è un invito generosissimo, ricolmo di grandi benedizioni divine. Dio desidera fare un dono agli uomini senza chiedere nulla in cambio. Considerando i destinatari, quelli che hanno bisogno e non hanno nulla con cui ricambiare. Essi manifestano necessità... [continua a leggere »]
      Giovanni Barra
      Composto mercoledì 28 marzo 2012
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Giovanni Barra

        Lo Stolto Pensa

        Mentre la disciplina scientifica fa il suo corso e cerca di spiegare i misteri del mondo personale. L'uomo finge di non sapere di quella natura filosofica, perché al centro c'è lui stesso. Ma a coloro che credono in dichiarazioni ben diverse, è richiesto di fare un ulteriore passaggio: dalla... [continua a leggere »]
        Giovanni Barra
        Composto giovedì 3 marzo 2011
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Giovanni Barra

          Normandia

          Mi trovavo in Normandia, per un impegno di lavoro, se giro molto è perché devo ringraziare anche il mio mestiere. Parlando con un collega, che mi venne a prendere all'aeroporto di Caen. Durante il tempo in cui comunicavamo tra di noi, ci instradammo in direzione della città di Deauville, mi... [continua a leggere »]
          Giovanni Barra
          Composto lunedì 30 maggio 2011
          Vota il racconto: Commenta
            Scritto da: Giovanni Barra

            Perché maestri

            Crisi del sacerdozio cattolico. Quali le cause? Evidente è il problema, ormai alla ribalta, della solitudine effettiva imposta come condizione necessaria all'essere stesso del sacerdozio, e da questo punto di vista non posso che essere solidale sia con loro che stanno lottando per l'abolizione... [continua a leggere »]
            Giovanni Barra
            Vota il racconto: Commenta
              Scritto da: Giovanni Barra

              Pino marittimo

              Negli ultimi tempi guardo Lisa che è sempre in ritardo e tutte le sere rischia di perdere il treno, per tornare a casa. Portato a termine il suo turno di lavoro, in ospedale, si cambia in fretta nello spogliatoio, senza salutare neanche; a volte scappa di corsa per le scale, eppure la stazione... [continua a leggere »]
              Giovanni Barra
              Composto mercoledì 9 giugno 2010
              Vota il racconto: Commenta
                Scritto da: Giovanni Barra

                Senza Apparente Motivo

                Una pioggia fastidiosa, non mi frena. Con carta d'identità e tagliando d'imbarco, il tutto incredibilmente in equilibrio: salire nell'aereo in queste condizioni sembra davvero un'impresa proibitiva. Finalmente il posto assegnato, quaranta centimetri per cinquanta, un loculo, ma questo è un... [continua a leggere »]
                Giovanni Barra
                Composto mercoledì 25 maggio 2011
                Vota il racconto: Commenta
                  Scritto da: Giovanni Barra

                  Senza ritorno

                  Giulia è una ragazza come tante, che improvvisamente si trova ad affrontare una situazione difficile e inaspettata, dalla quale è impossibile fuggire. Lasciare la sua città non basta ad allontanare i rimorsi, perché il problema vero è la stima di sé, determinata dalla coerenza e dal coraggio... [continua a leggere »]
                  Giovanni Barra
                  Composto lunedì 30 agosto 2010
                  Vota il racconto: Commenta
                    Scritto da: Giovanni Barra

                    Si soffre piangendo.

                    Faceva caldo quel giorno. Il traghetto che ci trasportò dal molo Beverello di Napoli, con destinazione Ischia Porto, arrivò puntuale. All'arrivo ci aspettavano i nostri amici Daniele e Anna. Si sono sposati da circa due anni e non hanno ancora un bambino. Era un invito nella quale non poteva... [continua a leggere »]
                    Giovanni Barra
                    Composto martedì 15 gennaio 2013
                    Vota il racconto: Commenta