Poesie inserite da Daniela Cesta

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Daniela Cesta

L'Avvento

Accendiamo la nostra prima candela dell'Avvento,
rischiarerà le nostre notti buie, la sua luce entra nel cuore
dona gioia, predispone l'anima, a un intensa, e piacevole emozione,

prepara noi alla venuta del Signore, sulla terra e nei nostri cuori,
l'evento piu dolce, esultante, sereno, gaudioso, dell'anno!
Tempo di speranza di preghiera di attesa nell'accogliere Gesù

con umiltà e calore nella nostra vita, prepariamoci spiritualmente,
simbolo di questo cammino è la corona di candele,
ogni domenica accendiamola, conduce noi incontro al nostro Dio,

che arriva.
Composta domenica 29 novembre 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Daniela Cesta

    Che bello camminare nel bosco

    Che bello camminare nei prati e boschi
    i miei piedi frusciano sulle foglie morte,

    e il vento che scuote le altre, ancora attaccate nei rami,
    raggi solari tiepidi e sgargianti, riempiono il cuore,

    mentre le rondini volano in cielo, tutte insieme
    partono verso i paesi caldi, torneranno a primavera,

    il silenzio è armonia, tra il cielo la terra e me,
    nella natura i dispiaceri no esistere,

    è pensiero gioioso. Luce del cuore, bacio fresco,
    tocco magico, dell'autunno malinconico e splendente,

    nell'orizzonte che arrossisce dolcemente,
    facendo diventare le foglie ancora piu rosse,

    momento incantato di attimi che fuggono,
    godiamo della bellezza di ogni stagione,.
    Composta mercoledì 25 novembre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Daniela Cesta

      Siamo nati liberi

      Nessuno ha il diritto di negare libertà,
      tutta l'umanità è nata libera, come il vento,
      questo ha voluto il Creatore per ognuno di noi,

      siamo liberi di sbagliare, di amare, di cambiare,
      nessuna persona, appartiene a un altra persona,
      ogni individuo, ha il proprio cervello per pensare,

      ha il proprio cuore, ha i propri sentimenti,
      nessun soggetto, può essere uguale a un altro,
      siamo tutti diversi, unici, dissimili e straordinari,

      abbiamo il diritto di essere indipendenti, autonomi, emancipati,
      nessuno ha il diritto di opprimere e schiavizzare l'altro,
      costrizione, dipendenza, subordinazione, soggezione,

      non appartiene a nessun essere vivente di questa terra!
      La schiavitù è la legge di satana, la libertà è il sentimento piu sacro
      della terra, dell'umanità e di tutto l'intero universo!

      Ognuno di noi ha la prerogativa, di venerare e adorare il nostro Dio!
      Ogni confessione deve rispettare le altre religioni,
      ogni devozione viene dal cuore buono di Dio,

      Dio non dice: vai e uccidi!
      L'universo è stato creato sull'amore,
      e la vita è sacra, noi non abbiamo il diritto di sopprimerla,

      coloro che uccidono, pagheranno sotto gli occhi di Dio,
      l'abominio, l'ignominia, l'infamia, l'iniquità, la nefandezza,
      l'obbrobrio, l'onta, la scelleratezza, di avere, ucciso, le persone, che lui ha creato.
      Composta venerdì 20 novembre 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Daniela Cesta

        Il cielo

        Nel cielo dei miei pensieri,
        rossastro o grigio, tra le nuvole d'autunno,
        io amo il cielo è il mio sussurro, e il mio respiro,

        i nostri pensieri, e le nostre parole,
        vagano nel vuoto del cielo per l'eternità,
        lassù dove il sole sorge e tramonta,

        tra lacrime dolorose, e sospiri di gioia,
        tra l'azzurro, il rosso, il grigio e il bianco,
        il cielo è sempre affascinante, e pieno di speranza,

        perché il nostro corpo terreno, appartiene alla terra,
        la nostra anima appartiene al cielo
        noi osserviamo il firmamento, con gli occhi dell'anima,

        e i pensieri corrono sempre verso il cielo,
        burrascosi, emozionanti, languidi, o sentimentali,
        nei sentieri del cielo, ci sono i palpiti del nostro cuore,

        ascolta il cielo, nel silenzio della notte,
        oppure al mattino, nella sua gloria e potenza,
        ascoltate il rumore del cielo...

        è la scia dei nostri pensieri.
        Composta mercoledì 25 novembre 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Daniela Cesta

          Alberi senza foglie

          Brilla il crepuscolo autunnale
          negli albori di questa epoca
          è il nostro tempo per vivere,

          tra la dura realtà di questo tempo,
          le querce hanno lasciato cadere le loro foglie,
          i rami intrecciati verso il cielo, sussurrano con l'emisfero,

          bisbiglìo, mormorìo, nel vento, prima dell'arrivo dell'inverno,
          le foglie sono tutte cadute, nel sottobosco e nei sentieri,
          donando l'ultimo loro affascinante spettacolo,

          frusciano sotto i piedi come un armoniosa musica soave,
          insieme al soffio del vento, il cinguettio di un passero
          e il gorgogliare di un piccolo ruscello,

          nel silenzio di un cuore solitario.
          Composta martedì 24 novembre 2015
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di