Poesie inserite da Daniela Cesta

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Daniela Cesta

Il canto degli angeli

Gli angeli suonano, amano la musica,
cantano la gloria di Dio, con gioia nel cielo stupendo,
i cori celestiali sono in movimento,

gli strumenti musicali degli angeli, suonano senza interruzione,
le loro vibrazioni, solcano le galassie, attraversano il vuoto,
arrivano nella dimensione di Dio, che sorride compiaciuto,

la voce degli angeli è di una dolcezza infinita,
loro non si stancano mai, di suonare e cantare,
sono magnifici cantori che cantano con amore,

melodie inimmaginabili per il periodo senza tempo
questo è il periodo del fanciullo divino
che deve arrivare sulla terra, dalle stelle,

cantano e suonano gli angeli di tutto l'universo,
ascoltateli, nel vostro cuore, perché loro sono importanti
e aiutano noi che, abbiamo bisogno di loro.
Composta venerdì 11 dicembre 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Daniela Cesta

    Tramonto di fine autunno

    Pomeriggio di fine autunno,
    aria grigia tra i rami degli alberi

    quasi tutti spogli, sembrano braccia scheletriche
    verso il cielo, in cerca di amore o di aiuto,

    mentre inesorabilmente il tempo veloce passa,
    la nostra scia lascia, sensazioni e vento di ricordi,

    i nostri pensieri sono come bagliori di stelle,
    che illuminano la nostra anima nascosta,

    le nostre azioni rimangono, per coloro che incontriamo
    in questo viaggio terreno, misterioso e selvaggio,

    tutti devono ricordarci come melodia e magia di vita,
    il nostro sorriso rimanga impresso nella mente,

    e illumini altre vite, il nostro profumo di amore, indimenticabile nello spirito altrui,
    possano i nostri occhi godere e inebriarsi di ogni tramonto sanguigno,

    gioite e cacciate la malinconia giornaliera, la vita è troppo meravigliosa
    per perdere del tempo nella voragine della tristezza,

    vivere! Sempre, godere ogni attimo, di questa nostra esistenza,
    vorrei distribuire a tutti, la mia vivacità, energia, gioia, l'amore di Dio

    sprigionare le sue certezze, offrirle a tutta l'umanità, perché il mio angelo custode
    mi ha insegnato questo, con passione, entusiasmo, trascinando me nell'amore di Dio

    che rapisce, strabilia, estasia, emette e si dirige al mondo intero.
    Avere fede e nulla e nessuno potremmo temere.
    Composta giovedì 10 dicembre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Daniela Cesta

      Dicembre

      Il crepitio del fuoco, quieta lo spirito
      fiocchi bianchi dal cielo, silenziosi come gocce brillanti,
      il tremolio di una candela accesa, che rischiara il buio pomeriggio

      la campana della chiesa chiama per le preghiere del vespro
      aiutaci signore dall'alto dei cieli, non dimenticare nessuno,
      in questo tempo di grazia, aspettando il Natale,

      bello vedere il sorriso delle persone, quando doniamo felicità,
      dimentichiamo noi stessi e apriamo il nostro cuore
      allunghiamo la nostra mano per un piccolo aiuto a qualcuno,

      bello dicembre, mese di luce nel buio invernale,
      il cuore di un piccolo bambino che scende dal cielo
      rischiara l'umanità, l'agnello innocente che toglie i peccati

      approfittiamo di questa immensa grazia che dona luce all'intero universo,
      inondando di amore il nostro misero cuore, mentre gli angeli danzano di gioia
      tra stelle, comete, nebulose, bellezza di questo tempo

      che Dio dona ai popoli con il suo immenso amore.
      Composta giovedì 10 dicembre 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Daniela Cesta

        Il grande Giubileo della misericordia

        Il Giubileo è l'anno della remissione dei peccati
        e delle pene. È anche l'anno della solidarietà,
        della speranza e della penitenza sacramentale.

        questo è il Giubileo della Misericordia, potente, importante
        efficace, imponente, non rinunciare a chiedere perdono!
        è l'autorità di Cristo che vuole dare amore e perdono,

        non bisogna arrivare a Roma ma nella vostra chiesa,
        pregare, confessarsi, fare la comunione sacramentale,
        i peccati verranno perdonati da Cristo misericordioso!

        passate la porta del cuore di Cristo, trasformatevi
        attraverso la misericordia di Dio, nella dolcezza del suo cuore,
        questo è il Giubileo della Misericordia, voluto da Gesù,

        verranno perdonati anche gli aborti e altri peccati importanti..
        rivolgete la vostra anima a Dio che chiama
        e attende ognuno di noi, a braccia aperte.
        Composta venerdì 4 dicembre 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Daniela Cesta

          Giuseppe il falegname

          Dio è il silenzio e Giuseppe è riservato e taciturno,
          uno splendido esempio di uomo, educato, rispettoso,
          grande, lavoratore, lineare anima, giovane uomo puro

          un falegname preciso, costruiva sedie, tavoli, aratri, porte,
          cercava legno, per trasformarlo in mobile, onesto agli occhi di Dio,
          la sua mente, era rivolta sempre verso il cielo, glorificava sempre, il suo Creatore,

          umile e di poche parole, rimase folgorato, quando vide gli occhi
          di una piccola fanciulla, di nome Maria, non aveva mai incontrato
          una donna così perfetta! Una ragazza di poche parole,

          con un naturale sorriso schietto, Giuseppe desiderava
          una moglie genuina e quieta, che rispecchiasse il suo carattere,
          Maria, con qualche parola, riuscì a porlo a suo agio,

          per questo Giuseppe, decise di recarsi a casa di Maria,
          per chiederla in sposa.
          Composta domenica 29 novembre 2015
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di