Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie anonime


Scritta da: Barone Rampante
in Poesie (Poesie anonime)

Nessuna traccia

Eppure ti penso adesso
al tuo sguardo immenso
al rosso d'autunno dei tuoi capelli
alle tue labbra, fuoco dei miei inverni

penso al tuo profumo tra le lenzuola rosa
che nel mentre caddero dal letto
alle nostre gambe come tronchi di ginepro
intrecciate come un unica cosa

non penso ad altro che ai tuoi baci
ma ti alzi... cammini senza voltarti e taci
intanto cadono le foglie dai lecci
or ricoprono i ginepri
le lor radici e i loro intrecci

rimasi immobile
mentre l'anima svaniva nella nebbia
ed il mio corpo ignobile umido e scuro
divenne solo un unica pietra.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Myškin
    in Poesie (Poesie anonime)

    Limbo

    La passione di altri
    ci ritrova così
    due anime ora pallide
    stanche e accondiscendenti
    sfumiamo via
    restando rappresi
    sulle foglie di alberi
    poco distanti.
    Il nostro viaggio non ha più una testa
    e si può andare
    anche da nessuna parte,
    perché a fermarsi non è nessuno.
    Qualcosa si compie
    incessantemente,
    e ogni sosta è un'uscita di strada,
    in cui ancora fatichiamo a rientrare,
    tu rinchiusa in un bagno,
    io nello sfratto del tempo
    che gli altri dormono.
    E nei momenti in cui brilliamo
    non c'è più nessuno a guardare.
    Vota la poesia: Commenta
      in Poesie (Poesie anonime)
      Se mi ritrovo in un boato di stelle,
      il minimo che possa fare
      è trasalire accecata, col cuore in fiamme.

      Se scandisco il mio passato
      ci vedo queste scene,
      sempre immense, ma terribili
      per il calore disumano
      che hanno portato con sé.

      La bellezza esagerata del cielo
      comporta un prezzo impagabile.
      Composta mercoledì 23 agosto 2017
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: mikujs
        in Poesie (Poesie anonime)
        Felicità indiscreta,
        prospettiva diversa
        e noi soli,
        frammenti di polvere.
        Con una mano mi sfiorasti,
        dopo anni tornai a casa,
        tra le tue braccia sconosciute,
        stelle diverse che mi hanno salvata.
        Preferisco te,
        o Capitano,
        perché so che da oggi
        qualcuno, inconsapevolmente,
        metterà fine al mio naufragio.
        Composta venerdì 18 agosto 2017
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: frescamarina
          in Poesie (Poesie anonime)

          Un altro tempo

          La vite del Canada non
          arranca più avviluppata
          com'era tra i muri delle
          case e le sue foglie
          rosse come un volto
          assolato sono come un
          ricordo lontano e perduto...
          come sei tu, amica, ormai
          sfocata tra le pieghe di un
          tempo che non esiste più
          E forse è muta la risacca di
          quel mare che attraversammo
          insieme e che ora s'apre
          come un grande abisso a
          separare i nostri passi
          E si lascia che un silenzio
          del cuore si faccia solido
          simile a un alto muro di
          pietra grigia e fredda...
          Qui un vento fresco è la vita
          che ancora si presta, che
          ancora è dimentica di
          chi va e di chi resta.
          Composta lunedì 14 agosto 2017
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: SaMaps
            in Poesie (Poesie anonime)

            Sono tutto e sono nessuno

            L'ego mi porta a sentirmi unico e importante
            quando invece è solo un'illusione tarlante

            Sono molto simile ad altri miliardi di individui,
            ma l'ego non lo comprende, i risultati sono esigui

            Perdita del senso della realtà, e umiltà sciupata
            perdita di se stessi, e di umanità amata

            Sono tutto quello che ho, ma non sono nessuno
            per dire che ciò che ho, è migliore del tuo.
            Composta giovedì 29 giugno 2017
            Vota la poesia: Commenta