Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Antonio Belsito
La mia carta di identità
canta un inno stonato
recita la storia di un'anagrafe
in un combinato di numeri e lettere
a ricordare che sono nato.
La mia carta di identità
è la solitudine di uno status
l'apparenza di uno Stato
la formale presenza
di un'assenza.
La mia carta di identità
è già ciò che è stato
di un bambino
e di un adulto fottuto.
dal libro "Sei tutto ciò che di bello mi accade" di Antonio Belsito
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Antonio Belsito
    Quando l'alba s'infrange
    contro il vento
    e foglie si staccano in silenzio
    e fili d'erba colorati di rugiada
    contano il tempo
    e nuvole si sorpassano
    ed è luce intermittente
    e passi compassati succedono
    a sguardi sedati
    e parole strette tra i denti
    e silenzi seduti comodamente,
    l'odore di te
    le tue labbra dipinte di me
    le nostre dita in se
    il mio e il tuo addome, beh...
    caviglie a sfiorarsi
    capelli a sciogliersi
    respiri a confondersi.

    La nostra estate.
    dal libro "Sei tutto ciò che di bello mi accade" di Antonio Belsito
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Antonio Belsito
      E ti racconterò di foglie
      che navigano secondo il mare
      di pioggia che cade
      e, a stento, risale
      di nuvole colorate dal vento
      e ti racconterò di pozzanghere che sanno abbracciare
      di vie abbandonate che fanno rumore
      e sentirai il sapore del sale
      il gusto del grigio
      si aprirà un cielo da scoprire
      - insieme -
      e saprai del colore
      del cuore.
      dal libro "Sei tutto ciò che di bello mi accade" di Antonio Belsito
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Antonio Belsito
        Ti amo
        come foglia adagiata
        sulla mano
        come respiro
        sussurrato
        ti amo
        ansimando il tuo nome
        come vento d'estate
        ti amo
        mentre m'imbatto in te
        come mareggiate
        ti amo
        in un incedere di voglie
        dannate
        come il tuo corpo
        che è sempre più il mio vate
        ti amo
        nella dolcezza più volgare
        in un bacio appiccicato
        nell'infinito di un istante
        ti amo
        in ogni vocale
        e in ogni consonante.

        T I A M O.
        dal libro "Sei tutto ciò che di bello mi accade" di Antonio Belsito
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Antonio Belsito

          Cercami

          Cercami
          come fossi la luna
          alla sera.
          Guardami
          come fossi l'ultimo momento.
          Stringimi
          come fossi l'abbraccio più bello.
          Donami perché sono l'ultimo,
          perché sono il nulla
          volatilizzato nella polvere
          di una strada sterrata,
          sbattuto dalla brezza.
          E vivimi
          come fossi la tua anima.
          Amami
          come fossi la tua preghiera.

          Respirami.
          dal libro "Sei tutto ciò che di bello mi accade" di Antonio Belsito
          Vota la poesia: Commenta