Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Susan Randall

Libera professionista, nato a roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Susan
Una candela,
un libro,
una canzone
e la mente

nel sogno,
un sogno di Natale,
luci accese,
bancarelle in strada,
ed io,
io chiudo gli
occhi ed immagino,
io e te,
a sorridere,
guardare le luci
proprio come due
bambini
mano nella mano,
guardiamo
le vetrine addobbate
di tanti colori,
io e te mano nella mano,
ci guardiamo e,
sorridiamo,
è Natale,
quasi Natale
mi dici,
io il mio regalo
c'è l'ho
sei tu amore.
Apro gli occhi e,
anche l'orologio
si è fermato nel mio
sogno,
asciugo
le lacrime,
bella la fantasia,
riprendo a leggere,
una bella storia d'amore
la fantasia,
la nostra anima mia
tu che vivi in me!
Susan Randall
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Susan
    È nelle mie mani
    che stringo
    una triste verità,
    e nella mia anima
    che abbraccio
    un amore
    finto,
    quasi a mezzo respiro,
    una sfuggita
    carezza al senso
    senza senso,
    un bacio mai dato,
    eppur resta in fondo
    all'anima,
    un senso di te,
    un senso senza pace,
    che mi tormenta,
    ed i tuoi occhi,
    le tue parole
    perse in fondo
    all'anima mia!
    Susan Randall
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Susan
      Lascerò
      che sia il tempo
      a decidere,
      si,
      lascerò che la vita
      faccia il suo
      percorso,
      in fondo non posso
      lottare contro
      i venti della vita,
      inutile farlo,
      si inutile,
      i ventoi sono forti
      distruttivi
      ed io sono un
      po' stanca di
      lottare contro i venti,
      venti freddi,
      venti distruttivi,
      venti e sempre
      venti,
      venti troppo
      forti per un anima
      irrequiete, venti di vita
      che passano
      lasciandomi
      senza respiro
      per poi andare altrove,
      adesso ho deciso mi fermo,
      senza più lottare
      e lascerò che sia il tempo
      solo il tempo può,
      io,
      io mi fermo qui,
      ad aspettare senza
      andare contro
      vento!
      Susan Randall
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Susan
        Lei era nulla nelle sue mani,
        nulla se non un burrattino, lui,
        le gestiva la vita,
        non vi era alcuna poesia tra di loro,
        nulla se non parole,
        parole senza senso,
        parole che non le
        permettevano di essere donna,
        cosa è che lei avrebbe voluto
        da questo dannato amore?
        Non aveva risposte,
        se non uno specchio,
        un maledetto specchio,
        che le teneva compagnia,
        si,
        compagnia ogni volta che
        lui si addormentava,
        dopo ore di tortura,
        le sue, di quell'uomo che amava,
        o credeva di amare,
        adesso si guardava allo specchio, e,
        quei capelli così un tempo
        belli adesso coprivano le sue
        ferite di sangue,
        i suoi occhi non avevano
        un bel colore erano viola,
        cercava di coprirli con con
        un vecchio trucco,
        che un giorno abbellivano i
        suoi occhi per lui,
        lo stesso trucco che le
        serviva adesso solo per
        coprire quei lividi,
        lividi troppo profondi,
        lividi che arrivavano sino all'anima,
        si guardava mentre lui dormiva,
        si mentre lui soddisfatto dormiva, e
        lei,
        lei cercava di non respirare troppo forte
        aveva paura si svegliasse,
        ed ingoiava quelle lacrime
        di sangue,
        amare amare come
        quel pugno che lui le aveva dato,
        lacrime che soffocavano nel suo ventre,
        paura paura di respira per non svegliarlo,
        paura di dormire,
        eppure aveva quella voglia
        di chiudere gli occhi e non svegliarsi più!
        Cos'è che la teneva in vita si chiedeva,
        suo figlio cosa avrebbe fatto senza di lei?
        ecco cosa le dava la forza,
        e fu allora si allora che si
        accorse che ne aveva
        abbastanza di quei lividi che
        voleva ricominciare a vivere,
        e chissà forse un giorno
        ricominciare ad amare,
        e fu allora che silenziosa
        prese quattro stracci,
        per lei ed il suo bambino,
        ed in silenzio senza quasi respirare,
        aprì quella porta, troppo chiusa,
        ed ora,
        Ora era libera,
        libera di essere,
        e di ricominciare a vivere!
        Susan Randall
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Susan
          Intrappolata,
          intrappolata
          in un sogno,
          sogno
          inesistente
          se non nell'anima
          un anima irrequieta
          intrappolata
          in un sogno,
          un sogno
          fatto di illusioni,
          ed è questa l'amara
          verità,
          una verità che spesso
          fà paura alla paura
          stessa, ed io,
          mi ritrovo nella
          trappola,
          intrappolata
          in un sogno
          fatto di illusioni,
          intrappolata
          senza via d'uscita,
          in uno stupido
          sogno,
          chiamato
          amore!
          Susan Randall
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Susan
            Confusa,
            chiusa in me stessa,
            vivo un esistenza
            che non riconosco,
            non trovo
            un senso a questa
            vita
            che mi prende
            e mi butta giù
            in un mare
            di confusioni,
            confusa
            esistenza
            del senso del
            non senso,
            e vivo
            in limbo tra
            confusione,
            sogno,
            e realtà,
            io vivo,
            confusa
            da un senso
            che senso non ha,
            e mi perdo
            in questo vortice
            di emozioni
            che più di emozioni
            sanno di
            confusione,
            una grande
            confusione che vivo
            cercando un senso
            in un mondo che
            non ha senso!
            Susan Randall
            Vota la poesia: Commenta