Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Susan Randall

Libera professionista, nato a roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Susan
Delusa dalla vita, delusa da chi non ha capito il mio amore, delusa da chi non ha saputo ascoltarmi. Mi abbraccio le mie colpe, colpe che non merito, perdendomi nei miei "dove ho sbagliato", "se io fossi stata", fino a far sanguinare l'anima, fino a star male e cercare di cambiare, ma non è così. Perdonati, perdona il tuo stupido pensiero. Lo devo a me stessa. Perdonati, mi dico, e incomincia a guardare un nuovo orizzonte.
Susan Randall
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Susan
    Non festeggio la festa delle donne, io sono donna sempre. Non ne trovo il nesso, né il senso di questa festa se non quello di ricordare tutte le donne morte per mano di una società maschilista! Per me festeggiare la festa delle donne è come festeggiare la morte di un familiare. Vi prego non fatemi gli auguri, non ho nulla da festeggiare! Se non un pensiero e un grazie a "quelle" donne che hanno dato la vita per me donna, per la mia libertà di pensiero. Il mio cuore è lì tra quegli angeli.
    Susan Randall
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Susan
      Ti ho amato Babbo. Ho amato il tuo dolce sorriso, ho amato la tua dolcezze e il tuo comprendermi, ho amato il tuo abbraccio quando mi sentivo persa e ti ho amato ancor di più quando in te vedevo in lacrime. Tu che non ti sei mai vergognato delle tue lacrime papà. Ti ho amato per tutto l'amore incondizionato che mi hai dato. Dura è stata questa vita che ha ingannato te portandoti via da me, papà meglio di no.
      Babbo tu che quando per gioco ti chiamavo papà, i tuoi occhi mi guardavano con disapprovazione. Odiavi essere chiamato papà, babbo, babbo e ancora babbo. Non mi stanco mai di pronunciare quella parola! Babbo. Tu eri vita per me, tu eri. E quando la vita ti ha portato via, io l'ho odiata; e oggi, quando mi perdo, guardo la tua foto, alzo gli occhi al cielo. Il mio urlo si perde, ma tu non ti perdi mai, tu che vivi in me nei miei occhi. Tu, sempre e per sempre babbo!
      Auguri babbo e perdonami quando urlo il tuo nome e ti dico perché? Perché te ne sei andato senza me! Auguri babbo, tua figlia, con amore.
      Susan Randall
      Composto giovedì 19 marzo 2015
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Susan
        La vita può ferirti al tal punto che smetti di guardare l'orizzonte, che non ha più importanza, poi un giorno ti svegli e ti perdi nell'odore della natura, guardi e riguardi, un unico pensiero ti sconvolge l'anima, da quanto hai smesso di "sentire" l'odore della natura? Troppo, troppo tempo... ed è così che ad alta voce ti dici: imparerò a guardare nuovi orizzonti, perché solo così io posso vivere.
        Susan Randall
        Vota il post: Commenta