Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Rosarita De Martino

Pensionata (da poco tempo), nato giovedì 1 gennaio 1942 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Rosarita De Martino

Purificazione

Immergo il mio corpo
in acqua di natura
e premurosa lo sciacquo,
lo risciacquo,
ma marchio di egoismo,
nei di paure
lo deturpano feroci.
Inquieta ricerco
i miei sandali di speranza.
Li trovo,
li calzo,
riparto,
fatico, ma ecco, trovo ancora
la montagna del Tuo amore
adorna di limpido fiume
di grazia.
Mi tuffo decisa,
galleggio sicura,
perdendomi
nei Tuoi silenzi
ombreggiati di luce,
o mio Signore!
Purificata ritorno
in mio spazio di pace.
Rosarita De Martino
Composta domenica 8 gennaio 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rosarita De Martino

    La mia stella

    Chiassosa nube di pensieri,
    oggi ricopre
    la stella di mia vita.
    Ma ecco che brusio
    improvviso di placido cammello
    m'interroga imperioso.
    Mi alzo,
    rispondo,
    rientro in mia carovana.
    Ridono i Magi
    nella lunga via.
    M'immergo
    in fiumi di preghiera,
    avanzo sull'orizzonte
    della speranza.
    In luminosità di luce
    ora riappare
    la mia stella di fede.
    Rosarita De Martino
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rosarita De Martino

      Cavalluccio a dondolo

      Cavalluccio a dondolo
      tu sei solo un giocattolo incantato
      che riluci in metallo intarsiato.
      Ora sulle mie mani sei poggiato.
      Ti guardo estasiata
      di gioia inondata.
      Ti animi,
      scalpiti
      e corri veloce,
      ma io sento il richiamo
      di tua voce.
      Ti seguo,
      t'inseguo.
      Ecco, ti fermi
      nel prato di mia fanciullezza
      e il mio cuore ti accarezza.
      Mio padre mi guarda felice
      e parole d'amore mi dice.
      Rosarita De Martino
      Composta mercoledì 4 gennaio 2012
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Rosarita De Martino

        Notte di Capodanno

        Scoppiettano,
        rimbombano,
        tumulto di spari
        turbinio di fuochi,
        ma urlano la gioia?

        Confusa esco dal giardino
        di mia vita.

        Inciampo,
        scalo
        monti d'orgoglio,
        precipito
        in valli d'insignificanza
        in grovigli di egoismo,
        rumino
        macigni di preghiera.

        Ecco ritrovo
        seme novello
        di speranza
        e cauta lo ricopro
        con terra d'amore.

        Mi riposo...
        ai bordi del silenzio
        e fiduciosa
        attendo nuova fioritura.
        Rosarita De Martino
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Rosarita De Martino

          Sapori antichi

          Oggi è S. Martino
          ed io, ricca di anni,
          entro
          in spazi di mia fraternità.
          Mi accolgono sorrisi
          e voci amiche.
          Cammino e laggiù intravedo
          altri volti cari,
          immersi
          in fumo odoroso
          di carne arrostita
          su vivida brace.
          Intanto dentro i "caliaturi"
          le caldarroste scoppiettano gustose.
          Ora, nel vasto salone,
          festoso di canzoni,
          in ceste adorne
          di biancore di pace,
          profumano i panini.
          Ne prendo uno e lo gusto.
          E d'incanto mi ritrovo
          su lunghe scalinate
          del mio paesello montano.
          Ma chi m'insegue festoso?
          Mi fermo,
          guardo,
          rido.
          Ora mi accolgono,
          calde d'amore,
          paterne braccia.
          E dolci ritornano
          antichi sapori
          di festa paesana.
          Rosarita De Martino
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Rosarita De Martino

            Lampada di grazie

            Sei Tu, o Maria,
            nostra Madre Santa,
            ed io, ritornando in spazio d'ospedale,
            entro a salutarti
            in tua cappella.
            I tuoi chiari occhi
            profumano di cielo
            e premurosi accolgono
            nostro dolore.
            Attorno attorno
            Ti circondano
            fiori di bellezza,
            rose profumate di fiducia,
            gigli colorati di speranza.
            Io sollecita riaccendo
            mio lumino di fede
            e la fiammella, prima tremula,
            improvvisa riverbera
            in splendore di mia luce.
            Ora fiduciosa aspetto
            che l'albero di mia vita
            rinverdisca
            con nuovi fiori di salute.
            Rosarita De Martino
            Composta mercoledì 23 novembre 2011
            Vota la poesia: Commenta