Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Piero Valle

Nato a Roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Piero Valle

Vorrei poterti dire...

Vorrei poterti dire che sei stata la mia luna.
Una luna dolce e chiara che mi ha fatto innamorare.
Vorrei poter farti sentire che sei stata come l'aria che respiro.
Che sei stata in ogni mio pensiero.
Che sei stata il giorno, la notte, il tempo,
il sole, un soffio di vento.
Magia di un sogno che al risveglio lascia il suo sapore.
Anche se ormai le ore non sono più quelle d'amore.
Quante cose vorrei poterti dire,
anche se ormai sarebbe un po' come mentire.
Sono qui e non resta che guardare
fuori, il cielo,
da una finestra che affaccia su un cortile
dove bimbi giocano a correre, correre e gridare.
Cadono le parole, cadono i pensieri
al ricordo di quello che c'era ieri.
Una domanda corre,
lentamente.
Chissà se in fondo nel tuo cuore
c'è mai stato un po' d'amore.
Piero Valle
Composta martedì 16 febbraio 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Piero Valle

    Silenzio

    Il silenzio di questa neve che scivola dal cielo.
    I suoi morbidi fiori che si inseguono nell'aria di una primavera di ghiaccio.
    Freddo che punge le guance, le mani, lo sguardo.
    Le orecchie che ascoltano.
    Il respiro, solo il respiro.
    L'innocenza di un bianco candido che tutto ricopre con leggerezza.
    Con la sua fredda carezza.
    Correre, correre in questo spazio indefinito dove il grigio del cielo confonde la mente.
    Non c'è una direzione, non c'è una via. Tutto si lascia vestire di quel manto gelido.
    Tutto diventa inerte, immobile immagine di un quadro. La neve scende lenta nel silenzio.
    Resta il sordo suono dei passi che cercano un sentiero.
    Un fremito che agita la mente in quella ricerca affannosa.
    I freddo sulle dita, il nulla che circonda questa corsa che con il suo vento ci taglia gli occhi.
    Vedere che le lacrime cadendo diventano cristalli.
    Capire che non ha più senso asciugarle.
    Loro non sono altro che lucenti stelle in questo cielo silente.
    Piero Valle
    Composta lunedì 21 dicembre 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Piero Valle

      Quando mi baci

      Labbra che si sfiorano.
      Un dolce sapore che si insinua nella mente.
      Piano, dolcemente.
      Tenero il pensiero che misto al desiderio fa tremare il cuore.
      Il soffio di un inebriante profumo che colma l'anima.
      L'emozione che ci avvolge di un tenero abbraccio.
      Le mani nei capelli.
      Le guance che si sfiorano come docile carezza.
      Morbide le labbra che con il loro calore fanno sognare.
      Chiuso lo sguardo che pur vede oltre il cielo
      l'infinito di una melodia che non vuol mai finire.
      Senza tempo, senza confini.
      Quando mi baci, il buio di questa notte non è più nero
      è luce di un'emozione che fa vivere il cuore come un fiore
      che sboccia gentile sotto il sole di aprile.
      Piero Valle
      Composta venerdì 18 dicembre 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Piero Valle

        Seduta in riva al mare

        Seduta in riva al mare senti le onde narrare
        di dolci fantasie,
        di storie senza tempo.
        Il tintinnio,
        lo stridore della schiuma sui sassi.
        Le impronte dei tuoi passi.
        L'aria che soffia portando con sé il profumo del sale.
        Un tuo respiro. Un tuo pensiero.
        L'assoluto che cerchi è già là, nei tuoi occhi.
        Nei tuoi occhi che guardano,
        persi,
        l'azzurro infinito.
        La luce che brilla di scaglie d'argento,
        gioielli vestiti dal mare e dalle sue onde maestose.
        Riflessi di un sole che con la sua mano distesa riscalda il tuo cuore.
        Il volo d'un gabbiano che passa nel cielo,
        gridando un saluto.
        Seduta,
        guardando lontano,
        il caso raccoglie un oggetto perduto.
        Un oggetto lasciato, dimenticato da tempo.
        Testimone silenzioso di una storia che fu.
        Sola. In riva al mare, nel tuo dolce sognare
        una storia d'amore,
        che come quel sole, il tuo sorriso fa illuminare.
        Quel dolce sorriso che fa sospirare
        quell'immenso mare,
        che è lì,
        e che non si stanca di volerti guardare.
        Piero Valle
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Piero Valle

          Nebbia

          Nebbia, niente altro che nebbia.
          Immagini che compaiono dal bianco.
          Nel silenzio di una vita che come albero lascia le sue foglie lentamente cadere.
          Un tempo verdi e lucenti adornate di fiori.
          Foglie, ora imbrunite dal tempo, lente, si lasciano andare.
          Come dolce balletto si muovono, volteggiano, volano, come pensieri, per poi andarsi a posare. Per poi giacere l'una sull'altra come pagine di un libro. Pagine scritte di una storia di un giorno passato.
          Ognuna reca una nota di una musica suonata in quel silenzio di un'esistenza vissuta.
          Un albero nella nebbia che pian piano si dissolve, allontanato dal nostro cammino incessante.
          Le nere foglie che volano in questo bianco mare.
          In questa nebbia che tutto avvolge e che non sa amare.
          Piero Valle
          Composta venerdì 6 novembre 2009
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Piero Valle

            L'Amore, l'Acqua

            Una donna, un uomo come gocce cadute dal cielo.
            S'incontrano s'avvicinano si fondono. Cadono insieme, indissolubili, per perdersi nel mare. Il mare della loro passione.
            L'acqua, dolce, impalpabile, salata, irruente, vitale essenza. Un'emozione che non puoi trattenere. Un bagliore dai tuoi occhi. Una lacrima che scorre sul volto. È l'Amore.
            L'amore è l'acqua. L'unica acqua che disseta la mia sete di te.
            Piero Valle
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Piero Valle

              Dolce calore

              Dolce mi guardi e sorridi, come stella nei miei occhi.
              Stella di un universo dove la tua luce sfiora il mio volto come carezza d'un angelo.
              Stella che guida il mio cammino perso nel vuoto.
              Tu, sguardo d'Amore, mi hai donato un'emozione che innocente ha rotto quel ghiaccio che artiglio crudele stringeva l'anima.
              Tu raggio di sole che la mattina compare a sciogliere il gelo di un cuore.
              Tu che hai mi hai fatto riscoprire il calore.
              Il dolce calore che sciogliere il mio cuore dal nodo d'Amore.
              Piero Valle
              Composta giovedì 27 agosto 2009
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Piero Valle

                Sabbia

                Sabbia, sabbia tra le dita. Scivola, come polvere di vita che inesorabilmente passa. Dolce, morbido tappeto su cui cammino davanti a questo mare che guardo, perdendo l'orizzonte. Linea infinita, confine tra cielo e mare. Sabbia che dolcemente l'onda accarezza cancellando il segno del mio passaggio. Fragile castello custode di sogni e speranze d'un bimbo. Castello che la vita dissolve in lingue danzanti di dolci granelli che inseguono una meta lontana. Corrono e saltano come turbinio, come emozioni che il vento soffiando accresce, vento che dopo un istante scompare. E nel silenzio resto solo io, la sabbia, il mare.
                Piero Valle
                Composta mercoledì 26 agosto 2009
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Piero Valle

                  Il tramonto

                  Guardo il tramonto e penso al giorno passato.
                  Un giorno finito che oramai se n'è andato.
                  Un ricordo che lentamente scompare.
                  Come la luce del sole mentre si spegne sul mare.
                  Il rosso che accende la fantasia dei pensieri.
                  Fa sognare la mente e libera i miei desideri.
                  L'onda spumeggiante sembra che lo voglia baciare.
                  Baciare quel sole accecante,
                  una volta splendente,
                  ma che ora è decadente.
                  Luce calante di una storia finita.
                  Ma preludio di una notte incantata.
                  Speranza di un alba radiosa.
                  Promessa scritta nel cielo, tra il sole e l'onda sua sposa.
                  La promessa d'un giorno migliore.
                  Una promessa d'Amore.
                  Piero Valle
                  Composta mercoledì 29 luglio 2009
                  Vota la poesia: Commenta