Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Marisa Marimare

Croce Rossa Italiana, nato martedì 13 aprile 1965 a TORINO (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Marisa Marimare

Terremoto

Trema la terra, è inquieta
vuole farsi sentire, vuole farsi capire
ha bisogno di urlare le ingiustizie umane
non ne può più di tenere tutto dentro,
di sopportare di soccombere, lo schiacciamento della follia terrestre...
esplode con rabbia il suo malcontento... ed ecco il risultato!
Sangue orrore tragedia...
piange la terra, lacrime di sofferenza di impotenza...
non si può pretendere clemenza... no!
No si può pretendere aiuto in un tradimento!
Ecco le conseguenze di un maltrattamento...
Marisa Marimare
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marisa Marimare

    Cuore

    Cuore
    Oggi mi sento strana,
    sensazione di solitudine, mi manca l'aria...
    ho gli occhi sbarrati gonfi di lacrime,
    non riesco a trattenerle, vogliono uscire... maledizione!
    No ti prego no...
    Dico a te: "Cuore" mi senti?
    Mi vuoi ascoltare?
    Possibile... che sei così debole da farmi stare male,
    abbi pietà di me ogni tanto,
    lascia perdere i tuoi sentimenti,
    non farmi assaporare il tuo sangue amaro...
    Dico a te "Cuore", non fare finta di nulla,
    non ignorare le mie parole,
    pesale...
    Considera il mio desidero:
    voglio gioire
    ridere
    giocare
    non pensare
    voglio amare.
    Marisa Marimare
    Composta martedì 2 febbraio 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marisa Marimare

      Capelli neri

      Capelli neri
      testimoni di una vita,
      ancora da gioire,
      da soffrire, da vivere...

      Capelli neri
      fili d'acciaio, resistenti al fuoco umano,
      forte intreccio di un richiamo della Terra Madre,
      orgoglio di un'isola ricca di saggezza.

      Capelli neri
      lunghi per un'offerta di voto
      pagato con il sacrificio
      di aver subito l'abbandono.

      Capelli neri
      odiati e amati
      criticati e acclamati,
      legati da nastri e lasciati liberi nell'aria,

      Capelli neri
      temerari, e vindici del proprio onore
      sorridenti verso l'apatia
      e vaporosi in un arcobaleno di pace.

      Capelli neri
      corona di bellezza
      di allegrezza, di fierezza
      per come eravate ieri, per oggi e per quello che sarete domani.

      Ovvero semplici capelli neri...
      Marisa Marimare
      Composta giovedì 25 marzo 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Marisa Marimare

        Equilibrio

        Finalmente t'ho trovato,
        equilibrio da tempo anelato.
        Ho chiesto ai saggi dov'eri finito,
        alle montagne se dall'alto t'avevan visto.
        Ho provato a cercarti nella speranza,
        bramando la tua stabilità ancor più dell'oro.
        Ho anche bussato alle porte del mondo,
        sfociando in un grido moribondo;
        ormai inerte e priva di forza,
        gli occhi ho chiuso in segno di resa.
        Ma nel buio più recondito t'ho trovato,
        dove dal mio cuore non ti sei mai allontanato!
        Marisa Marimare
        Composta giovedì 19 novembre 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Marisa Marimare

          Che stupidità

          Chiedo venia nel pronunciar codesta cosa,
          agli occhi miei pari un giullare
          e sembra che l'unica cosa che sai fare
          l'istituzione coniugale criticare.
          Lo fai con battute umoristiche talvolta sarcastiche...
          semmai mi piacerebbe sapere caro maschilista,
          se una donna potrà cambiare il tuo pensiero qualunquista...
          sicuramente la tua è una difesa
          ovviamente per parare l'offesa,
          suvvia non tutte le donne sono opportuniste o delle arriviste,
          bisogna saper valutare e cercare l'isola dove approdare...
          comunque mi piace la tua simpatia
          reca nel gruppo una costante armonia,
          non fraintendere questa mia poesia,
          elogiar l'uomo che è in te è un invito
          serbane di me il ricordo affinché ti sia gradito...
          Marisa Marimare
          Composta lunedì 10 gennaio 2011
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Marisa Marimare

            Contatto

            La tua presenza pervade il mio respiro,
            lo incaglia saldamente nel cuore;
            imbarazzante contatto!
            Scappano i miei occhi dal tuo sguardo,
            in segno di resa ti fanno l'inchino!
            Sorridi al candore dell'amore
            e delicatamente sfiori i capelli
            incapaci d'insorgere, ma arrendevoli
            al tuo meraviglioso contatto!
            Marisa Marimare
            Composta martedì 13 aprile 2010
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Marisa Marimare

              Elisa

              Profondi sono i tuoi sentimenti,
              ancorati in un cuore
              che palpita ancora per la vita.

              Sono rubini eccelsi
              perfetti, e gettati
              nel mare agitato dell'umanità.

              Le onde impetuose,
              hanno fallito contro di te,
              contro il tuo amore.

              Lacrime, tue preziose,
              saranno raccolte in un otre
              e io le custodirò!
              Marisa Marimare
              Composta martedì 27 dicembre 2011
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Marisa Marimare

                Scintille curate

                Scintille curate
                Il fuoco regala a mia madre scintille curate...
                Con maestria adagia i ceppi nel camino per avere calore.
                Rosse lingue danzano motivi scoppiettanti,
                e accarezzano le pareti della casa ravvivandole d'amore.
                Le scintille curate volteggiano nel buio spazio
                illuminando l'anima di colei che gli ha dato vita.
                Marisa Marimare
                Composta venerdì 1 gennaio 2010
                Vota la poesia: Commenta