Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni

Cantine Buie

Case affacciate dentro vecchi cortili
camice stese ad asciugare
ricordan burattini appesi ai fili
cerniere di metallo arrugginito
sorreggono ormai stanche
portoni che hanno dato asili

Cantine buie nascondono i fantasmi
nati dai giochi per pagare pegno
attento!
Dietro la porta c'è il pirata
con la gamba di legno

I magici castelli protetti da alte mura
fatte di cartone
attacchi improvvisati da villici guerrieri
fuoriusciti da una tenda

Magica la mamma quando chiamava
per la merenda.
Franco Mastroianni
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    Mi Piace

    Ed ecco fatto!
    Ci sono ricascato non imparerò mai lezione
    passano i giorni
    e chissà quanti ne avrò a disposizione
    rovino sempre tutto... perché?

    Non riesco a trattenere l'emozione

    Forse dovrei falsificar me stesso
    forse dovrei mentire
    e non dar tutto subito... adesso

    Ma non ne son capace
    perché vivere intensamente l'emozione
    mi piace.
    Franco Mastroianni
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni

      La Strada Giusta

      Sono locomotiva e non ho mai messo freno al nascer
      delle cose mie d'istinto
      in viaggio verso una giornata grigia
      o un cielo variopinto

      Non ho mai parcheggiato il cuore alla stazione
      non è mai stato fermo
      viaggia in simbiosi all'emozione

      Poche volte son rimasto sui binari
      e poche anche le volte
      che ho rispettato orari

      Nel diario mio di bordo
      qualcosa ho annotato so quando son partito
      i posti dove più mi son fermato
      o quelli che andando via
      guardavo indietro

      Continuo e vado avanti accrescendo sempre più
      in velocità
      fermate obbligatorie
      le necessità

      Ad ogni viaggio sento il peso
      l'aumentare dei vagoni
      vagoni d'esperienze ricordi
      ed emozioni
      brucia nella caldaia il combustibile
      delle passate mie stagioni

      Non mi sono mai chiesto la via presa dove vada
      e non mi chiederò mai
      se era giusta questa strada.
      Franco Mastroianni
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Franco Mastroianni
        Fiori che ridono al nascere del giorno
        ruotando le corolle
        ombre notturne rimaste in sospensione
        trovano spazio tra le zolle
        richiami d'acustica natura emettono le raganelle
        saltando come molle

        Cicale si preparano a ripetere lo stesso suono
        dalle mèsse antiche
        hotel seminterrati alloggiano
        le instancabili formiche
        entate sotterranee gli ampi magazzini
        che conservano le spighe

        Travi di piccole radici che sviluppano potenza
        a piante dal fusto fiero
        trattengono le frane in gallerie
        dove passeggiano le talpe dal lucido pelo.

        Esprimo grato ringraziamento alla natura
        quando mi porta in cielo.
        Franco Mastroianni
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Franco Mastroianni

          I Campi di Parole

          Quante parole son state scritte
          e quante ne scriveranno ancora
          d'amor di sentimenti
          d'albe d'aurora

          Sulle esperienze fatte o quelle da scoprire
          ci son pagine vuote da riempire
          scrivere è come accendere un rogo
          è una dolce e calda
          valvola di sfogo

          La fantasia che si trasforma in olio
          e dolcemente
          fa scivolar parole sopra un foglio

          Come vuotar la mente far grande pulizia
          pulire casa
          come al passaggio di mietitrebbia
          lasciar tabula rasa

          Pronto per seminare ancora campi di parole
          felice nel vederne nascere di nuove.
          Franco Mastroianni
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Franco Mastroianni

            Il Momento

            È tardi ho sonno non riesco a stare sveglio
            porto la mano al volto
            per l'ennesimo sbadiglio

            Vorrei dormire ora vorrei andare a letto
            ma i miei pensieri
            giocano come per dispetto
            come i bambini prima di dormire
            saltellano nel letto

            Ed io li lascio fare scoprendo in tutto questo
            la motivazione del momento

            Che bella questa vita
            viviamo in un continuo cambiamento
            sì... è gioia l'emozione che ora sento
            sto bene chiudo gli occhi mi addormento

            Adesso sono vento.
            Franco Mastroianni
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Franco Mastroianni

              Notti

              I giovani ragazzi che ciocano col bere
              nelle notti in colore di mattino
              indaffarati a spegnere roghi di lucentezza
              bagnandoli col vino

              Fini i granelli bianchi che entrano nel naso
              da un arrotolato tubicino
              lasciando specchi bianchi dimenticati come l'anima
              sopra ad un tavolino

              Impatti chimici stravolgono le difese naturali
              orgasmi farmaceutici
              rendono astratti gli amori naturali.
              Franco Mastroianni
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Franco Mastroianni

                Il nome di una strada

                Mi scusi per favore può indicarmi questa strada?
                Mi spiace ma non son di qui
                e non so nemmeno dove vada

                A tutti è capitato o capiterà di pronunciare
                il none di una strada
                o una piazza di città

                Le vie della concordia o i viali della vittoria
                usar memoria immaginaria
                dovendo nominar l'emilia l'appia antica
                o la salaria

                Alzare i pugni chiusi al cielo
                o battere le mani
                nelle affollate piazze
                dedicate ai partigiani

                Le strade dedicate ai musicisti
                ai poeti agli inventori
                la lunga fila dei pittori

                Ci sono strade e piazze che con onore mi piace nominare indicare
                dovermici trovare
                anche se pronunciandole mi si stringe il cuore
                come stretto da corda di rafia

                Sono le stade e le piazze dedicate
                a chi ha lottato per sconfiggere

                la mafia.
                Franco Mastroianni
                Vota la poesia: Commenta