Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni

Vivo ora

Apro la porta alle emozioni, si lo faccio spesso, non chiudo più il mio cuore, loro lo sanno e non chiedono permesso, trovando spazi giusti orientano il cammino verso quei sentimenti riposti in malomodo, neutralizzando angosce che son legate al cuore come un nodo, esonerando vecchie sensazioni lavando via quel po' di rabbia che non trova spiegazioni.
Apro la porta alle emozioni, si lo faccio ancora.
E' vita l'emozione ed io la vivo ora.
Franco Mastroianni
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    Non c'è ragione

    E adesso tiri dritta, non cerchi più i miei occhi tra la gente, provo a chiamarti ma muro ormai divide un cuore che non sente.
    Sogni cercati evadono dal fondo mio dell'anima, faccio di tutto per non farli andare via per trattenere questa favola che già sentivo mia.
    Mi faccio strada tra i dubbi e le domande rimaste in sospensione, ma non trovo risposte forse non c'è ragione.
    Socchiudo gli occhi e ascolto nel silenzio quel che resta di una splendida emozione.
    Franco Mastroianni
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni

      Tutte queste voglie

      Ho voglia di star vicino ai tuoi pensieri,
      ho voglia di domani senza ieri.
      Ho voglia di vederti senza veli di dolore, ho voglia di sentirti di sentirti con il cuore.
      Ho voglia d'incontrarti ad ogni sorgere del sole, ho voglia di parlarti con parole sempre nuove.
      Ho voglia di percorrere con te qualsiasi giorno, ho voglia di baciarti ad ogni mio o tuo ritorno.
      Ho voglia di tenerti stretta a me legata con il sentimento, per non vederti volar via se urla forte il vento.
      Il vento... anche oggi mi ha parlato, scrivendo in mezzo al cielo le sue frasi con le foglie.
      Ed io sono tornato a casa, con tutte queste voglie.
      Franco Mastroianni
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Franco Mastroianni

        Ignaro spettatore

        I gesti andati della gente che mimava le parole,
        commedie naturali dal nascere al calar del sole,
        parole perse nelle dimenticate usanze, senza leggii ne note le frasi emesse fanno ballare danze.
        Ricerca d'espressione nel legar la voce ai gesti,
        giocano i colori nel tenue movimento delle vesti.
        Ricordi miei di bimbo ignaro spettatore di pura commedia
        ma prima di veder calar sipario, dormivo già su di una sedia.
        Franco Mastroianni
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Franco Mastroianni

          Il disegno del tuo viso

          Ricerco distrazioni negli occhi della gente, nei gesti, in un sorriso, ma trovo dappertutto il disegno del tuo viso.
          Continui temporali d'emozione sovrastano il mio cuore e ad ogni tuono dolci ricordi si trasformano in dolore, dolore che mi segue ovunque in silenzio piano piano e non colma questo vuoto che mi porto appresso.
          Non son riuscito a dir Ti amo... è tardi adesso.
          Franco Mastroianni
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Franco Mastroianni

            Rimango a letto

            Raccogli i tuoi vestiti disodinatamente sparsi nella camera da letto, ti muovi seminuda coprendo con le mani il petto.
            Il gesto non l'ho mai capito l'inutile ripetersi di pose, come se un giardiniere nascondesse le sue rose,
            rimango a letto ascolto nel silenzio il nuovo giorno che mi chiama intanto il tuo profumo si allontana,
            mando segnali al corpo ma non sento ancor risposte,
            son come casa chiusa e non voglio aprir le imposte,
            poi piano percepisco che di dormire il corpo non ha più bisogno.
            Ma sto sognando te e non so uscir da questo sogno.
            Franco Mastroianni
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Franco Mastroianni

              Scusa vado di fretta

              La fretta sa truccare la ragione
              rendendo vano il frutto dell'azione,
              pensieri come ruote senza freni annuvolano i cieli
              più sereni, saette le parole stravolgono il linguaggio
              incontri in movimento catene di montaggio.
              Frenetici momenti di geometrica vitalità,
              gesti copiati... la moda fa realtà
              nuvole di finzione oscurano gli specchi dell'anima
              sguardi veloci fuggono come voltar di pagina.
              La fretta non ascolta l'emozione
              non sa n'eppur cos'è.
              Ma tu fermati un attimo e guarda dentro te
              c'è un mare d'emozione pronto a farti vibrare,
              la fretta non ascolta i battiti del cuore, la fretta non ti potrà mai aiutare.
              Perché la fretta non sa amare.
              Franco Mastroianni
              Vota la poesia: Commenta