Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni

Le gelide mattine

Canne fumarie di inossidata lucentezza
rubano pareti a dolci case
togliendone bellezza
impressionando i muri con forme di geometrica
fattezza

Smenbrando antichità rimaste nei cortili
accanto ad artistiche ringhiere fatte a mano
corrono i lucenti fili

Neve che lenta scende a ricoprir i tetti
si adagia dolcemente
e tiene compagnia a vecchi comignoli inetti

Ma... esterne alla città fortuna vuole
che mattoni messi lì a dimora
nell'edificar cascine
immettano ancor nell'aria il fumo di legna
nelle gelide mattine.
Franco Mastroianni
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    Ho bisogno

    Ho bisogno di te chiunque tu sia
    pe percorrere insieme una strada
    una via

    Ho bisogno di voi chiunque voi siate
    di mani che aspettano
    d'essere unite

    Ho bisogno di te del tuo sorriso
    e guardandoti
    ritrovare il mio viso

    Ho bisogno di voi
    dei vostri consigli
    come quelli di un padre
    che parla ai suoi figli

    C'è bisogno di voi in ognuno di noi
    C'è bisogno di noi in ognuno di voi

    Ho bisogno di tutti
    ho bisogno di un sogno non mi stancherò mai
    di gridarlo ogni giorno

    Ho bisogno
    non me ne vergogno.
    Franco Mastroianni
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni

      Voglia d'amare

      Questa tristezza che da tempo mi accompagna
      è come torrente intento a levigar montagna

      E scende lento a valle sfiorando del mio corpo i lati
      lambendo sentieri d'emozioni mai dimenticate

      Facendomi rivivere giornate pazze svogliate
      con il cuore pieno d'emozioni
      ma non apprezzate

      Chiudere porte a dolci ricordi per non stare male
      colorar di silenzio le pareti del cuore
      un cuore
      che non aveva voglia d'amare.
      Franco Mastroianni
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Franco Mastroianni

        Nell'ombra

        Il sole cambia posto
        ritira lentamente le sue braccia ad una ad una
        ed ombre sconosciute mi si affiancano
        svegliate dalla luna

        Malignamente ridono di me
        e con indifferenza attaccano i contorni del mio corpo
        per penetrare la mia sagoma
        cercando di frugar nell'anima

        In fretta ed impaurito provo a ragionare
        ma non vedo spiegazione
        cerco una luce allora
        per trovare protezione

        Riprendo fiato
        ora ho capito la ragione

        Non devo più lasciar dentro di me
        nell'ombra
        nemmeno la più piccola emozione.
        Franco Mastroianni
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Franco Mastroianni

          Magica terra

          Riecheggiano i rumori
          al palato ritornano i sapori
          alla mente le tavole imbandite dai colori

          E con gioiosa chiarezza
          giornate spensierate accompagnate da leggera brezza

          Le lunghe passeggiate sulla spiaggia
          il mare che a tuffarti ti incoraggia
          non c'è giornata che si somiglia
          nella magica terra di sicilia

          Trovarsi in una festa di paese
          perdersi nelle salite
          per scoprire le discese

          Le musiche ed i canti popolari
          gli sguardi della gente
          le storie dei pupari

          E mentre il giallo sole lascia il posto
          ai pallidi lampioni

          Amo questa terra e mi sento parte viva
          di quelle tradizioni.
          Franco Mastroianni
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Franco Mastroianni

            Ascoltando il giorno

            Seduto qui in silenzio ad ascoltare il giorno
            il muovere dell'erba
            un volo di ritorno
            il suono dolce e lento di musica lontana
            echi mischiati al vento di gelida tramontana

            L'astratta filiforme tua figura
            ancora assorta dal risveglio del mattino
            ondeggia tra le latifoglie e le conifere
            adagiandosi sopra inerti letti d'aghi di pino

            Stendardi di parole si lacareno al sole
            parole troppo usate dal tempo consumate
            strappate via dall'anima... basta!
            Voglio voltare pagina
            entrare dentro un libro e prenderne la sagoma

            Scriver parole nuove che fan volar lontano
            che fan volare via
            e insieme ad una nuvola cavalcare la poesia

            Poi di parole nuove riempirne la faretra
            scoccarle verso il cielo
            prender di mira l'amore
            l'amore quello vero

            Avendo come unico bersaglio il tuo pensiero.
            Franco Mastroianni
            Vota la poesia: Commenta